Lugano Città del Gusto
25.09.2017 - 16:070
Aggiornamento : 17.08.2018 - 16:42

Sarà un festa pazzesca! Lugano sarà la capitale svizzera dell'enogastronomia per il 2018. Un programma ricchissimo tra cibo, cultura e arte. Il piatto simbolo della manifestazione sarà la polpetta

La cerimonia del passaggio di testimone è stata organizzata ieri a Neuchâtel (Città del Gusto 2017), alla presenza del sindaco Marco Borradori e di Dany Stauffacher. Lugano si appresta così a organizzare questa prestigiosa kermesse, la più grande e importante che si svolge nel nostro Paese. Ecco i dettagli

LUGANO - In una festosa cerimonia tenutasi ieri sera a Neuchâtel la Città di Lugano è stata dichiarata Città del Gusto 2018. Il sindaco Marco Borradori ha ri reso il testimone dal res onsabile della Cultura neocastellano, Thomas Facchinetti. Lugano si trasformerà così dal 13 al 23 settembre 2018, nella ca itale dell’enogastronomia svizzera diventando la nuova Città del Gusto.

 

La scelta della Città quale sede per ospitare la manifestazione conferisce a Lugano il label Città del Gusto, che consentirà di diffondere le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio a livello nazionale e internazionale, attraverso l’organizzazione di eventi a tema e la valorizzazione delle filiere agroalimentari. Sotto il cappello Città del Gusto rientra, infatti, la promozione di numerosi e vari eventi e manifestazioni, con proposte e animazioni che privilegiano il gusto e l’alimentazione nei loro molteplici aspetti: gastronomici, culturali, educativi turistici e sportivi.

 

Il dossier di candidatura della Città di Lugano è stato allestito da Dany Stauffacher, presidente del comitato organizzativo Città del Gusto, in collaborazione con i servizi cittadini e le associazioni di categoria interessate a partecipare alla manifestazione. Il progetto mira, in particolare, a rilanciare il settore agroalimentare, della ristorazione e dell’ospitalità attraverso la promozione di eventi mirati e di elevata qualità; saranno coinvolte anche le scuole: gli eventi proposti hanno quale obiettivo anche di sensibilizzare la popolazione verso una cultura alimentare sana e sostenibile.

 

Nella conferenza stampa tenutasi oggi Dany Stauffacher ha presentato il progetto di candidatura che, fra tutti i dossier pervenuti, ha convinto la Fondazione della Settimana del Gusto. La cerimonia del passaggio di testimone è stata organizzata ieri a Neuchâtel (Città del Gusto 2017), alla presenza del sindaco Marco Borradori e di Dany Stauffacher. Lugano si appresta così a organizzare questa prestigiosa kermesse, la più grande e importante che si svolge in Svizzera.


Perché Città del Gusto?

 

La Fondazione per la promozione del gusto sceglie ogni anno una città svizzera tra le molte candidate e la prescelta diventa Città del Gusto nell’ambito della manifestazione della Settimana del Gusto. L’evento si svolge in tutta la Confederazione, con l’obiettivo di sviluppare e valorizzare il patrimonio culinario, sensibilizzando i consumatori sulla qualità degli alimenti, il rispetto della stagionalità, la diversità dei gusti e delle culture alimentari. La Settimana riveste, inoltre, un ruolo importante per la promozione della salute attraverso un’alimentazione varia ed equilibrata, attenta sia alla maestria artigianale sia alla tradizione e all’innovazione culinaria. La manifestazione è la più importante a livello nazionale, con 500'000 persone che partecipano a oltre 2'000 eventi e 9'000 persone coinvolte nell’organizzazione.

 

Cosa succederà a Lugano?

 

A partire dal mese di aprile 2018, inizieranno le prime tappe d’avvicinamento alla manifestazione, che trasformeranno Lugano nella capitale dell’enogastronomia svizzera con eventi che spazieranno dal cibo, alla cultura, all’arte, alla fotografia, al cinema e tante altre iniziative.

 

Un ricco programma vedrà, dal 13 al 23 settembre 2018, l’intero territorio della città e del suo distretto protagonista del mondo enogastronomico rossocrociato. Il Padiglione Conza ospiterà il quartier generale della manifestazione, il Villaggio del Gusto, dove ogni giorno, oltre a gustare tante specialità locali, si terranno incontri, degustazioni, workshop e molto altro. Sarà l’intera regione a mettersi sotto i riflettori nazionali, poiché Lugano e il suo distretto saranno il centro nevralgico dove si raccoglieranno tutte le eccellenze del Cantone.

 

Il piatto simbolo della manifestazione sarà la polpetta, scelta per rispettare uno degli obiettivi della Settimana del Gusto, ossia la lotta allo spreco alimentare. Moltissimi dei temi toccati seguiranno il filo rosso dell’etica in cucina, senza dimenticare le eccellenze agroalimentari che il territorio ticinese offre e che ci fa amare anche oltre Gottardo, inoltre ci saranno delle incursioni gastronomiche nel resto del mondo.

 

Lugano Città del Gusto vuole essere l’occasione per una grande festa popolare che coinvolgerà tutte le realtà del territorio, da sempre impegnate nel fornire proposte di qualità che rendano speciale la Svizzera italiana. Sono previste collaborazioni con: l’Università della Svizzera Italiana e l’Accademia di Architettura di Mendrisio, GastroLugano, Slow Food Ticino e Svizzera, Bio Ticino e Bio Suisse, gli artigiani della Glati, TIOR, Ticinowine e molti altri.

Potrebbe interessarti anche
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved