Benessere
09.05.2020 - 09:000
Aggiornamento : 28.05.2020 - 18:14

Autocertificazione all'entrata e mascherine facoltative, così riparte lo Splash & Spa. Anna Celio: "Garantiamo il massimo della sicurezza"

Intervista alla direttrice del parco acquatico e centro benessere di Rivera: "Per l'area Splash aspettiamo chiarimenti da Berna. Lo staff userà le mascherine quando..."

RIVERA – Le porte del parco acquatico e centro benessere Splash & Spa di Rivera si sono chiuse lo scorso 12 marzo. Il motivo? L’emergenza coronavirus, ovviamente. Dopo la decisione del Governo di “chiudere centri benessere e impianti sportivi”, il primo passo intrapreso dalla struttura diretta da Anna Celio è stato quello di rassicurare gli abbonati: “Gli abbonamenti saranno sospesi fino al termine dell’emergenza”.

Lunedì prossimo, 11 maggio, inizia quindi una nuova fase anche per lo Splash & Spa, pronto a ripartire, seppur solo parzialmente, dopo un mese di stop forzato. Sì, perché per parlare di normalità è ancora presto. Il parco acquatico rimane infatti ancora chiuso per decisione del Consiglio Federale. "Su questo fronte – spiega Anna Celio a Liberatv – non sappiamo ancora niente. Speriamo di avere dei chiarimenti nelle prossime settimane e poter riaprire l’area Splash in giugno”.

Da lunedì torneranno operative al cento per cento l'area fitness e tutta la parte dei trattamenti estetici e Spa. "Le precauzioni, naturalmente, non mancano - aggiunge la direttrice -. Le entrate saranno limitate a un massimo di trenta persone, motivo per cui è consigliata la prenotazione, specialmente per i trattamenti estetici. All’entrata, ogni cliente dovrà compilare un’autocertificazione che comprova lo stato di buona salute. Tutti i locali saranno adeguatamente sanificati. Garantiamo e assicuriamo la massima cura e attenzione alla sicurezza dei nostri clienti”.

Mascherina no, ma…

La linea della Confederazione riguardo all’uso di mascherine è piuttosto chiara. Nessun obbligo e libertà ai cittadini di decidere se indossarla o meno. Lo Splash & Spa si adegua alla linea federale e conferma che “l’uso delle mascherine all’interno della nostra struttura non è obbligatorio, ma il nostro staff le userà quando i due metri di social distancing non potranno essere garantiti”. La direttrice lancia infine un messaggio agli abbonati: “non vediamo l’ora di accogliervi e tornare a trascorrere con voi piacevoli giornate all’insegna del benessere”.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved