©Ti-Press/Luca Crivelli
Post Nucleare
29.05.2018 - 16:420
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

Va meglio ma non ancora abbastanza. L'AET dimezza le perdite: da meno 31 a meno 13 milioni di rosso

Le scarse precipitazioni nevose dell’inverno 2016/17 e un autunno particolarmente secco hanno determinato una riduzione della produzione idroelettrica dell’Azienda del 17% rispetto alla media pluriennale, con conseguenze negative sul risultato netto

BELLINZONA - L’Azienda Elettrica Ticinese ha presentato questa mattina i risultati dell’esercizio 2017, alla presenza del Consigliere di Stato Christian Vitta. Il conto consolidato del gruppo si è chiuso con una perdita di CHF 13 mio.

 

Il 2017 è stato caratterizzato da una ripresa dei prezzi dell’energia elettrica su tutti i mercati europei e da un’evoluzione del cambio Euro/CHF favorevole alle produzioni nazionali. I livelli raggiunti non sono ancora sufficienti a coprire i costi di produzione degli impianti di AET sull’arco di un intero anno, ma hanno permesso di contenere le perdite rispetto agli esercizi passati.

 

Le scarse precipitazioni nevose dell’inverno 2016/17 e un autunno particolarmente secco hanno determinato una riduzione della produzione idroelettrica dell’Azienda del 17% rispetto alla media pluriennale, con conseguenze negative sul risultato netto.

 

Il conto annuale consolidato del gruppo presenta un fatturato lordo di CHF 871 mio (+ 6% rispetto al 2016) e una perdita netta d’esercizio di CHF 13 mio (rispetto alla perdita di CHF 31 mio dell’esercizio precedente).

 

L’esercizio è stato caratterizzato dall’intesa con Ofima e Ofible per la realizzazione di un centro di comando unico a Monte Carasso, che ha permesso di trasferire personale e preziose competenze professionali in AET. Si ricordano inoltre l’apertura del nuovo centro di formazione interaziendale per apprendisti a Bodio e gli investimenti per il rinnovo delle turbine della centrale Nuova Biaschina di Personico. Segni tangibili della nuova strategia aziendale, che mira al mantenimento del valore aggiunto rappresentato dalle risorse rinnovabili cantonali, a cominciare dall’acqua.

 

Al 31.12.2017 AET impiegava 24 apprendisti e 215 collaboratori a tempo pieno.

Potrebbe interessarti anche
Tags
rispetto
aet
chf
esercizio
perdita
produzione
azienda
perdite
stato
© 2018 , All rights reserved