Cronaca
"La nuova segnaletica sulla cantonale del Ceneri è una follia". Un nostro lettore ci scrive per segnalare il problema: "La situazione è pericolosa"
Ed effettivamente dagli scatti giunti in redazione la strada sembra un arcobaleno di segnali, tra strisce sull'asfalto e cartelli, dove non sembra facilissimo orientarsi per gli automobilisti e gli altri utenti della strada. GUARDA LE FOTO


MONTECENRI - "La nuova segnaletica sulla strada cantonale del Monte Ceneri è una follia!". Un nostro lettore indignato ci ha scritto per segnalarci la situazione allegando pure alcune fotografie.

 

Ed effettivamente dagli scatti giunti in redazione la strada sembra un arcobaleno di segnali, tra strisce sull'asfalto e cartelli, dove non sembra facilissimo orientarsi.

 

"La situaziuazione venutasi a creare con questa nuova segnaletica - ci scrive il lettore - è pericolosa, confusionale e forse non conforme alle regole".

 

"Per questo - termina il nostro utente- chiedo a Liberatv di segnalare il problema come informazione per gli altri lettori". 

 

Ecco fatto. E ora vediamo se qualcuno ha qualcosa da dire o da precisare...


RED


(Se vuoi sostenere Liberatv clicca qui)



Pubblicato il 09.11.2016 17:10

Guarda anche
Cronaca
Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale, gli uomini del SAS, i soccorritori del Salva e della Rega che non hanno potuto far altro che constatare la morte dei due canyonisti. Per prestare sostegno psicologico agli altri membri del gruppo è stato richiesto l'intervento del Care Team Ticino
Cronaca
Il direttore de 'La Croce Quotidiano' se la prende con il candidato alle presidenziali francesi e con i vegani: "Si chiedono se si può mettere o no il topicida, una roba totalmente folle. Se cominciamo a nutrire i sorci abbiamo ucciso l’umanità”
Cronaca
La somiglianza tra il killer serbo, l’uomo più ricercato in Italia, che da settimane riesce a sfuggire all’imponente caccia all’uomo messa in campo da polizia, carabinieri ed esercito, e il bandito di Stabio, è vaga. Ma ‘Chi l’ha visto?’ ha giocato la carta…
Cronaca
La Procura scrive di aver "preso atto con preoccupazione di quanto stanno riferendo al riguardo i media. Essi sono naturalmente liberi di pubblicare quel che desiderano, ma pare opportuno precisare all'opinione pubblica che esistono dei precisi vincoli legati al segreto istruttorio, e che inoltre certe disordinate notizie possono ledere l'inchiesta in corso"