Bar Sport
Fabio Crotta torna in sella e affronta la prima grande sfida del nuovo anno: il CSI cinque stelle di Basilea, confrontandosi con i più grandi fantini del mondo. Nel 2014 la sua Rubina VIII vinse il premio di 'Cavallo svizzero dell'anno' Video
Il fantino ticinese sarà tra i protagonisti del concorso ippico internazionale in programma nel fine settimana e garantisce di essere pronto a dare il meglio di sè
LUGANO – Il fantino ticinese Fabio Crotta torna in sella. Il primo appuntamento agonistico del 2017 si svolgerà il prossimo fine settimana a Basilea, dov’è in programma il CSI cinque stelle, un concorso che richiama i più grandi protagonisti dell’ippica internazionale.

Nel 2014 Crotta ottenne, con Rubina VIII, il premio ‘Cavallo svizzero dell’anno’. Quest’anno si presenta invece con Tess de Jalesness (guarda il video allegato) e Delacroix As – si sa che i cavalli hanno nomi un po’ strani – e garantisce di essere pronto a dare il meglio di sé.


Pubblicato il 12.01.2017 20:08

Guarda anche
Bar Sport
La storia del calcio ci insegna che spesso le grandi squadre hanno vinto nonostante il portiere e non grazie al suo contributo. Si tratta di un ruolo marginale e per il quale non vale la pena scaldarsi e neppure investire più di tanto. Per avere successo è sufficiente averne uno buono tra i pali. Per i fuoriclasse meglio spendere dal centrocampo in su
Bar Sport
L'ex Pibe de Oro si è scagliato anche contro il nuovo CT dell’Argentina, Jorge Sampaoli, bollato come "falso" e incompetente
Bar Sport
L'agente del portiere: "Non mi fido della nuova proprietà. Come loro di me. Il Milan è di Mister Li o di Elliott?". Fassone: "Andandosene così ha fatto un danno di 100 milioni al Milan. Ma se cambia idea pronti a riabbracciarlo". IL VIDEO DELLA CONTESTAZIONE A DONNARUMMA
Bar Sport
La decisione di Donnarumma è stata uno schiaffo ai tifosi e uno sputo sulla maglia che nel marzo scorso, durante la sfida con la Juve, aveva platealmente baciato fissando la telecamera. Quel bacio era parso una promessa d’amore, magari non eterno, ma comunque il suggello di un patto di vita in comune. Almeno per un po’, per dare il tempo alla sua squadra di rialzare la testa dopo tanti anni di purgatorio