Cronaca
La "Spedizione Abruzzo" partita all'alba dal Ticino è arrivata sui luoghi della catastrofe. Gio Palmieri: "Siamo in paese ed è già un bel macello. Chissà sopra cosa troviamo". Domani partiranno altri volontari. E piovono i messaggi di sostegno: "Siamo orgogliosi di voi e di quello che state facendo!". Guarda i video Video
La spedizione sta suscitando una grande solidarietà tra i ticinesi, che sostengono moralmente i volontari partiti per dare una mano alla gente dell'Abruzzo
TERAMO - La "Spedizione Abruzzo" partita questa mattina all'alba dal Locarnese (leggi qui) è arrivata nel tardo pomeriggio sui luoghi della catastrofe.



Il grande camion che trasporta le tra frese a turbina che da domattina saranno operative per contribuire allo sgombero della neve è riuscito a raggiungere il comune di Ai Castelli, in provincia di Teramo.

Gio Palmieri, uno dei promotori della spedizione, ha inviato i primi video. La situazione è impressionante. E in uno il brissaghese commenta: "Siamo in paese ed è già un bel macello. Chissà sopra cosa troviamo"...



La spedizione sta suscitando una grande solidarietà tra i ticinesi, che sostengono moralmente i volontari partiti per dare una mano alla gente dell'Abruzzo. L'articolo che liberatv ha pubblicato oggi pomeriggio ha già ottenuto un migliaio di 'like' su Facebook e superato i 5'000 clic.

Pubblicato il 21.01.2017 19:01

Guarda anche
Cronaca
Il giovane keniota che mercoledì scorso ha provocato il frontale con un camion nella galleria del San Gottardo era probabilmente un passatore. Il 22enne è morto in seguito all’incidente, come il camionista di 78 anni che stava trasportando verso il Ticino un carico di finestre
Cronaca
L'ipotesi di reato al vaglio degli inquirenti è di istigazione e aiuto al suicidio legata in particolare agli aspetti finanziari di questa attività. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Andrea Minesso
Cronaca
Le persone finite in carcere sono un 41enne e una 49enne, entrambi cittadini italiani residenti nel Luganese. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella
  • Le più lette