Cronaca
I volontari ticinesi al lavoro in Abruzzo. Gio Palmieri: "Ieri abbiamo fresato dall'alba al tramonto. Quando abbiamo raggiunto la frazione di Villa Rossi, che era isolata, ci hanno accolti con gli occhi occhi lucidi. Forza Svizzera, forza Italia!". E oggi altri volontari e altri mezzi sono partiti dal Ticino
Il racconto di uno dei promotori della 'Spedizione Abruzzo'. LE FOTO E I VIDEO
CASTELLI – Ieri hanno lavorato sodo. Dall’alba al tramonto. Finché c’era luce. Dodici ore di seguito, con una breve pausa per il pranzo. “Abbiamo fresato per una decina di ore. Iniziare non è stato facile, perché occorreva anzitutto coordinarsi con chi già sta operando nei luoghi della catastrofe e con le autorità locali – racconta a liberatv il brissaghese Gio Palmieri, uno dei promotori della ‘Spedizione Abruzzo’, partita sabato mattina dal Locarnese -. Così una nostra fresa a turbina, con quattro uomini, ha lavorato per aprire la strada verso Befaro, che è una frazione del comune di Castelli, in provincia di Teramo, dove abbiamo creato la nostra base”.

“Io e altri volontari - prosegue Palmieri - abbiamo invece aperto la via verso altri nuclei che sono ancora isolati a causa dell’enorme quantità di neve, che a causa della pioggia delle ultime ore è diventata pesantissima e dura come pietra. Abbiamo raggiunto Villa Rossi, un’altra frazione di Castelli, dove in un ex asilo è stato creato un punto di raccolta per le gente del villaggio. Abbiamo mangiato insieme a loro. Quando ci hanno visto arrivare avevano gli occhi lucidi, ci hanno accolti con abbracci e strette di mano, e quando hanno saputo che siamo venuti dalla Svizzera in loro soccorso non finivano più di ringraziarci. Sono stati momenti emozionanti, da lacrime agli occhi”.

Ecco il video della fresa che sta per raggiungere Villa Rossi, al termine del quali Palmieri dice: “Forza Svizzera, forza Italia”…



Oggi sono partiti dal Ticino altri uomini e altri mezzi, con anche generi alimentari, per dare man forte agli 8 volontari che già si trovano in Abruzzo. E mentre attendono i rinforzi, oggi i ‘nostri eroi’ sono tornati al lavoro.

emmebi



Pubblicato il 23.01.2017 11:09

Guarda anche
Cronaca
Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale, gli uomini del SAS, i soccorritori del Salva e della Rega che non hanno potuto far altro che constatare la morte dei due canyonisti. Per prestare sostegno psicologico agli altri membri del gruppo è stato richiesto l'intervento del Care Team Ticino
Cronaca
Il direttore de 'La Croce Quotidiano' se la prende con il candidato alle presidenziali francesi e con i vegani: "Si chiedono se si può mettere o no il topicida, una roba totalmente folle. Se cominciamo a nutrire i sorci abbiamo ucciso l’umanità”
Cronaca
La somiglianza tra il killer serbo, l’uomo più ricercato in Italia, che da settimane riesce a sfuggire all’imponente caccia all’uomo messa in campo da polizia, carabinieri ed esercito, e il bandito di Stabio, è vaga. Ma ‘Chi l’ha visto?’ ha giocato la carta…
Cronaca
La Procura scrive di aver "preso atto con preoccupazione di quanto stanno riferendo al riguardo i media. Essi sono naturalmente liberi di pubblicare quel che desiderano, ma pare opportuno precisare all'opinione pubblica che esistono dei precisi vincoli legati al segreto istruttorio, e che inoltre certe disordinate notizie possono ledere l'inchiesta in corso"