Cronaca
I volontari ticinesi al lavoro in Abruzzo. Gio Palmieri: "Ieri abbiamo fresato dall'alba al tramonto. Quando abbiamo raggiunto la frazione di Villa Rossi, che era isolata, ci hanno accolti con gli occhi occhi lucidi. Forza Svizzera, forza Italia!". E oggi altri volontari e altri mezzi sono partiti dal Ticino
Il racconto di uno dei promotori della 'Spedizione Abruzzo'. LE FOTO E I VIDEO
CASTELLI – Ieri hanno lavorato sodo. Dall’alba al tramonto. Finché c’era luce. Dodici ore di seguito, con una breve pausa per il pranzo. “Abbiamo fresato per una decina di ore. Iniziare non è stato facile, perché occorreva anzitutto coordinarsi con chi già sta operando nei luoghi della catastrofe e con le autorità locali – racconta a liberatv il brissaghese Gio Palmieri, uno dei promotori della ‘Spedizione Abruzzo’, partita sabato mattina dal Locarnese -. Così una nostra fresa a turbina, con quattro uomini, ha lavorato per aprire la strada verso Befaro, che è una frazione del comune di Castelli, in provincia di Teramo, dove abbiamo creato la nostra base”.

“Io e altri volontari - prosegue Palmieri - abbiamo invece aperto la via verso altri nuclei che sono ancora isolati a causa dell’enorme quantità di neve, che a causa della pioggia delle ultime ore è diventata pesantissima e dura come pietra. Abbiamo raggiunto Villa Rossi, un’altra frazione di Castelli, dove in un ex asilo è stato creato un punto di raccolta per le gente del villaggio. Abbiamo mangiato insieme a loro. Quando ci hanno visto arrivare avevano gli occhi lucidi, ci hanno accolti con abbracci e strette di mano, e quando hanno saputo che siamo venuti dalla Svizzera in loro soccorso non finivano più di ringraziarci. Sono stati momenti emozionanti, da lacrime agli occhi”.

Ecco il video della fresa che sta per raggiungere Villa Rossi, al termine del quali Palmieri dice: “Forza Svizzera, forza Italia”…



Oggi sono partiti dal Ticino altri uomini e altri mezzi, con anche generi alimentari, per dare man forte agli 8 volontari che già si trovano in Abruzzo. E mentre attendono i rinforzi, oggi i ‘nostri eroi’ sono tornati al lavoro.

emmebi



Pubblicato il 23.01.2017 11:09

Guarda anche
Cronaca
Coloro che si rifanno alla dottrina estrema del salafismo che vuole riportare l’islam ai primordi sono in continuo aumento nel paese, una crescita esponenziale considerato che nel 2011 erano 3.850, nel 2015 8.350 e nel 2017 10.000
Cronaca
Angioni traccia un quadro del rischio terrorismo in Europa dopo l'ultimo attentato a Barcellona. Il problema, spiega, non è l'Isis: "È la sua influenza ideologica che rischia di permanere anche qualora dovesse essere fisicamente eliminato. La sua eliminazione fisica non risolverà il problema, anche perché abbiamo imparato che queste organizzazioni e queste sigle cambiano ma il problema resta"
Cronaca
Oggi per lo storico capo della Scientifica è stato l'ultimo giorno di lavoro. Nasconde la nostalgia dietro una frase lapidaria: “Da oggi si cambia. Tutto qui…”. Niente lacrimucce, bando alla commozione... Ma siamo certi che oggi quei 37 anni gli sono passati davanti agli occhi come la pellicola di un film, con il loro carico di ricordi, di successi, di sconfitte, di immagini, di volti, di incontri…
Cronaca
Il caso è stato segnalato da un passeggero che si è accorto del problema questa mattina all'alba mentre aspettava il primo treno per Locarno