Quarto Potere
"Sei motivi per i quali è meglio scegliersi una fidanzata dell'est". Bufera sulla RAI per una grafica mandata in onda durante "Parliamone sabato", la trasmissione di Paolo Perego. I vertici dell'azienda costretti a scusarsi: "Errore folle, inaccettabile, per il servizio pubblico"
Ecco la lista che tanta indignazione sta suscitando nella vicina Penisola: 1) Sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo; 2) Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni; 3) Perdonano il tradimento; 4) Sono disposte a far comandare l’uomo; 5) Sono casalinghe perfette e fin da piccole imparano i lavori di casa; 6) non frignano, non si appiccicano e non mettono il broncio
ROMA - È bufera sulla RAI per una grafica andata in onda nel weekend nella trasmissione di Paola Perego, "Parliamone sabato", rubrica di «La vita in diretta» su RaiUno.
 
La notizia campeggia in apertura di tutti i principali siti di informazione e ha costretto i vertici della televisione pubblica italiana a scusarsi.
 
Ma cosa è successo? Durante la trasmissione è stata mandata in onda una grafica con un elenco di motivi per i quali è "meglio scegliere una fidanzata dell'est". Ecco la lista:  1) Sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo; 2) Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni; 3) Perdonano il tradimento; 4) Sono disposte a far comandare l’uomo; 5) Sono casalinghe perfette e fin da piccole imparano i lavori di casa; 6) non frignano, non si appiccicano e non mettono il broncio.
 
Immediata l'indignazione in rete per un elenco che, secondo i critici, ondeggia tra sessismo e razzismo. Un'indignazione talmente fragorosa da costringere i vertici della RAI a scusarsi. "Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito a #Parliamonesabato", ha twittato il direttore di Rai Uno, Andrea Fabiano. 
 
Ancora più severo il commento della presidente della televisione Monica Maggiorni: "Quello che vedo è una rappresentazione surreale dell’Italia del 2017: se poi questo tipo di rappresentazione viene fatta sul servizio pubblico è un errore folle, inaccettabile. Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna e mi scuso. 


Pubblicato il 20.03.2017 12:24

Guarda anche
Quarto Potere
‘Arena/Reporter’ va in onda nel classico studio di ‘Arena’, ma l’impostazione è diversa, anche per la presenza di Christa, che ha il ruolo di raccogliere e filtrare le opinioni dei telespettatori che arrivano via social o via mail
Quarto Potere
L'ingegnere agroalimentare: "All'interno di questa potente macchina mediatica locale, si siano macinati e delegittimati tanti colleghi, i quali in buona fede, sia che lavorino per il cantone, che per la grande distribuzione, che per dei "concorrenti", hanno e continuano ad operare in modo onesto per la salvaguardia della salute dei consumatori"
Quarto Potere
Il Consigliere Nazionale leghista commenta l'assemblea di sabato e il discorso di Luigi Pedrazzini: "Il presidente ha lanciato la battaglia alla “scellerata” iniziativa ricorrendo a toni da crociata: “Un confronto epocale, dal cui esito potranno dipendere le sorti della vita democratica”. Perbacco! Forse qualcuno farebbe bene a tornare con i piedi per terra"
Quarto Potere
Riuniti in assemblea i 160 soci CORSI in rappresentanza di 242 voti, hanno adottato un’importante risoluzione volta a sottolineare l’impegno della Società cooperativa per la radiotelevisione della Svizzera di lingua italiana per la difesa del servizio pubblico: in preparazione all’impegno volto a contrastare l’iniziativa popolare No-Billag