Cronaca
Ennesima rissa televisiva di Vittorio Sgarbi. Lui insulta tutti: ma questa volta gli ospiti e il conduttore non ci stanno e viene lasciato in studio da solo Video
Questa volta il critico d'arte si è scatenato durante la trasmissione Bianco e Nero, in onda su La7. GUARDA IL VIDEO
ROMA - Ennesima bagarre televisiva con protagonista Vittorio Sgarbi. Ormai un appuntamento quasi settimanale sui vari canali della tv italiana.
 
Questa volta il critico d'arte si è scatenato durante la trasmissione Bianco e Nero, in onda su La7. Il tema del dibattito che ha acceso l'ira di Sgarbi, è quello della legittima difesa: in particolare legato all'ormai noto episodio di cronaca del ristoratore di Lodi. 
 
Sgarbi, schierato a favore dell'esercente che ha ucciso un ladro rumeno, si è infiammato cominciando ad insultare gli altri ospiti in studio. In particolare la giornalista Luisella Costamagna,
 
Il conduttore Luca Telese ha provato a contenere l'ira di Sgarbi ma senza grandi risultati, tanto da sventolargli il cartellino giallo: “Se devi continuare così, ti alzi e te ne vai”. Ma questo non ha fatto che accrescere la reazione del critico, che gli ha replicato a brutto muso: “Io non me ne vado da nessuna parte. Te ne vai tu di qua. Non mi hai fatto finire una frase che stavo leggendo. Vuoi vedere che non la finisci tu la frase? Stai zitto! Taci!”. 
 
A risolvere temporaneamente la rissa verbale è stata la giornalista Luciana Castellina, che a proposto "di andarcene tutti“. E così Castellina, Izzo e Costamagna hanno effettivamente lasciato lo studio. Ma solo per il tempo della pubblicità….
 


Pubblicato il 20.03.2017 16:22

Guarda anche
Cronaca
Al momento, di sicuro, ci sono 100 persone evacuate da Bondo, mentre gli escursionisti che si trovavano nella capanne sono stati tratti in salvo con l’elicotteri. In Val Bondasca si registrano 12 edifici fortemente danneggiati o distrutti
Cronaca
Secondo la Procura federale il soggetto è passato da una visione moderata a radicale dell'Islam. Soggetto che fa parte della Lega dei musulmani in Ticino (e in base al Registro di commercio dispone di potere di firma all’interno dell’associazione). Ma il presidente non vuole allontanarlo
Cronaca
Gli imputati arrestati in Ticino hanno precedenti per furti commessi con modalità simili anche in Italia e Germania. Dopo aver trascorso un mese in carcerazione preventiva, i quattro imputati sono stati nel frattempo rilasciati. Nei confronti di due di loro è stato emesso un decreto d'accusa. Gli altri due imputati sono invece in attesa di giudizio.
Cronaca
Inoltre, stipulando l’abbonamento annuale tutto incluso (Fitness+Spa+Splash) durante i due giorni di Open Days, riceverete 2 mesi e un massaggio da 25' in omaggio: abbonamento a CHF 1'290.- per 14 mesi (invece di 12 mesi)