Salute e Sanità
Clinica Luganese, radiografia di una delle principali realtà ospedaliere ticinesi e delle sue specialità, dalla geriatria alla chirurgia bariatrica, dall'oncologia alla traumatologia... Con al centro il paziente e il principio del 'no profit'
Con poco meno di 200 letti, la Clinica Luganese Moncucco rappresenta oggi la struttura privata più grande del Ticino e, anche nel confronto con gli ospedali pubblici, risulta una delle maggiori strutture del Cantone
LUGANO - Con poco meno di 200 letti, la Clinica Luganese Moncucco rappresenta oggi la struttura privata più grande del Ticino e, anche nel confronto con gli ospedali pubblici, risulta una delle maggiori strutture del Cantone.

Malgrado la natura privata, sottolineano i vertici dell’istituto, che ieri hanno illustrato il bilancio dello scorso anno, “la Clinica garantisce un servizio di interesse pubblico a tutta la popolazione ticinese che si rivolge al suo personale curante per ricevere prestazioni sanitarie. Prestazioni che sono sempre orientate alla ricerca della migliore efficacia ed efficienza. Il rispetto rigoroso dei principi del No Profit sono una garanzia ulteriore per tutti i pazienti”.

Non sono però solo le dimensioni e la natura giuridica a fare la differenza, si legge nella nota stampa. “I pazienti che si rivolgono alla Clinica e ai suoi medici curanti, sanno infatti di poter contare su una rete di specialisti che assicurano una presa a carico dei loro problemi di salute a 360 gradi nelle principali specialità: chirurgia, ortopedia e traumatologia, medicina interna, geriatria, oncologia e immunoreumatologia.

Per decisioni prese in passato, la Clinica Luganese Moncucco non si occupa di ostetricia e di pediatria e, da quest’anno, la Clinica non svolge più nemmeno interventi chirurgici di carattere ginecologico, lasciando tale compito ad altri istituti con i quali collabora.

Questa decisione è stata presa per permettere uno sviluppo di specializzazioni chirurgiche in settori in cui la casistica è già elevata, quali la chirurgia del tratto gastro-intestinale (chirurgia viscerale), l’otorinolaringoiatria (dove è stato rafforzato il team medico, con l’integrazione del dottor Thomas Roth) e l’urologia. In quest’ultimo settore, le competenze acquisite e i volumi di attività registrati hanno portato la Clinica ad ottenere il riconoscimento quale polo specialistico unico nel Sottoceneri nella nuova pianificazione ospedaliera”.

Ecco come la direzione e il Consiglio di amministrazione della clinica hanno riassunto il bilancio delle singole specialità mediche.

Sviluppo della rete di cura

La creazione, alcuni anni fa, di un servizio di cure intensive riconosciuto dalla rispettiva società svizzera di specialità, ha permesso di alzare l’asticella della complessità degli interventi eseguiti in Clinica e di prendere a carico in ambito internistico delle patologie e delle casistiche sensibilmente più complesse, oltre ad avere influenzato positivamente la sicurezza di tutti i pazienti che vengono curati nella struttura. Assieme al Cardiocentro Ticino, la Clinica è l’unico istituto privato del Ticino che dispone di un reparto di cure intensive, aperto non solo ai pazienti ospedalizzati in Clinica ma anche a pazienti inviati da altre strutture che non dispongono di questo servizio.

Centro di referenza per la chirurgia bariatrica complessa

L’impegno che la Clinica, da ormai più di un decennio, dedica allo sviluppo di servizi di cura di elevata qualità ha permesso nel 2016 di ottenere un risultato più che lusinghiero e di cui ci si può dire particolarmente fieri: l’ottenimento del riconoscimento del mandato quale centro di referenza per la chirurgia bariatrica complessa.
La Clinica Luganese Moncucco, dallo scorso anno, è dunque l’unico istituto del Ticino in cui è possibile eseguire interventi complessi di chirurgia bariatrica, branca della chirurgia che si occupa del trattamento dei pazienti affetti da obesità. Grazie a questo riconoscimento, i ticinesi che necessitano di un intervento di questo tipo non devono più obbligatoriamente spostarsi fuori cantone.

La medicina interna

Particolarmente importante in termini di attività di cura è stato negli ultimi anni lo sviluppo del settore internistico, a dimostrazione che le competenze e l’approccio terapeutico adottato trovano la soddisfazione dei pazienti e dei loro medici curanti.
Nel campo della medicina interna la Clinica Luganese Moncucco vanta una lunga tradizione, che ha sempre saputo rinnovare, offrendo in particolare una grande attenzione all’ammalato. Imedici internisti che operano all’interno della Clinica garantiscono a tutti i pazienti di essere seguiti da un medico esperto che coordina le decisioni diagnostiche e terapeutiche, condivise puntualmente con specialisti che costituiscono un’ampia rete di consulenti nelle principali sotto-specialità. Nel corso degli ultimi anni questa rete si è notevolmente sviluppata con aggiunte importanti in particolare nel campo della cardiologia, della pneumologia e, da ultimo, della neurologia con l’arrivo, nel 2016, della dottoressa Monika Raimondi.

La geriatria, da oltre dieci anni un fiore all’occhiello

La geriatria rappresenta da più di un decennio un fiore all’occhiello della Clinica. Grazie ad un approccio multidisciplinare, basato su un coinvolgimento attivo di medici, personale curante, terapisti e assistenti sociali, in questo reparto si riesce a mantenere una grande attenzione a tutte le dimensioni della malattia; garantendo così un’ottimale risposta ai crescenti bisogni di una popolazione che tende a invecchiare. Con un migliaio di pazienti all’anno il Centro di geriatria della Clinica Luganese Moncucco rappresenta un punto di riferimento a livello cantonale, ma anche nazionale, per la cura di persone anziane e fragili.

L’inserimento a fine 2016 di due nuovi geriatri, che si sono affiancati ai tre già presenti in Clinica, contribuirà in modo sostanziale a sviluppare le possibilità di cura e favorirà una ancora più stretta collaborazione con tutti i centri di competenza della Clinica che sono confrontati con il trattamento specialistico di pazienti anziani e fragili: con l’oncologia (che sta sviluppando percorsi di cura specifici per i “grandi anziani”), con la traumatologia (che tratta in modo puntuale i postumi delle cadute, garantendo l’avvio precoce di un percorso riabilitativo che tiene conto anche della prevenzione) e con la chirurgia.

Il Centro di competenza di oncologia

Importante, infine, è la crescita del Centro di competenza di oncologia che da alcuni anni sta sviluppando la rete interna di cura dei pazienti affetti da tumori, integrando nel miglior modo possibile anche le risorse presenti sul territorio. Questo lavoro ha ottenuto lo scorso anno un importante riconoscimento: il certificato Swiss Cancer Network, che conferma in particolare il rispetto di criteri di qualità e la garanzia ai pazienti di una gestione multidisciplinare delle cure.

Lavori di ristrutturazione e di riorganizzazione dei reparti di cura

L’anno che si è da poco concluso è stato caratterizzato anche dai lavori di ristrutturazione dei reparti di cura, intervento terminato nel dicembre 2016 con la riconsegna al personale curante e ai pazienti di spazi completamente rinnovati e più funzionali. I miglioramenti sono importanti e giustificano gli inconvenienti che i pazienti hanno purtroppo dovuto sopportare e per i quali la Clinica si scusa. Nei prossimi due anni si procederà a completare la ristrutturazione, intervenendo nel blocco operatorio e in alcuni altri locali che si trovano al piano terreno e al piano interrato.

La fine dei lavori di ristrutturazione, in dicembre, ha consentito di avviare la riorganizzazione del settore delle cure: sono così stati creati nuovi reparti dedicati ai pazienti che dispongono di un’assicurazione complementare. Questo ulteriore intervento permetterà di confermare l’elevata qualità dei servizi offerti a tutti i pazienti, testimoniata dagli eccellenti risultati che la Clinica ha ottenuto nell’indagine di soddisfazione dei pazienti promossa dall’Associazione Nazionale per lo sviluppo della Qualità in ospedali e cliniche (ANQ), e di garantire parallelamente ai pazienti di classe privata e semi-privata dei servizi aggiuntivi nel campo delle prestazioni alberghiere.

Le ottimizzazioni logistiche permetteranno anche di migliorare ulteriormente il grado di economicità delle prestazioni erogate e di consolidare così la posizione della Clinica Luganese Moncucco sia a livello cantonale che nazionale.

A parità di attività svolta, la Clinica risulta già oggi essere uno degli istituti che generano i costi minori.




Pubblicato il 07.04.2017 14:56

Guarda anche
Salute e Sanità
Gli allergici sono invitati alla prudenza per il problema delle reazioni crociate. Il Centro Allergie Svizzera raccomanda di consultare il medico in caso di dubbi o sospetti
Salute e Sanità
Se esposte a temperature elevate e per un periodo di tempo prolungato, anche le persone che godono di buona salute possono soffrire di forti disagi. In questi casi il corpo non riesce infatti a dissipare il calore in eccesso, e potrebbero emergere patologie serie come il colpo di sole e il colpo di calore
Salute e Sanità
A questo tema sarà dedicata la puntata di ‘Bazzi Tuoi’ in onda questa sera alle 18 su Radio Fiume Ticino, con il presidente dell’Ordine dei medici, Franco Denti, e l’infettivologo Christian Garzoni. Seconda parte: Juve-Real, chi tifa e chi gufa…
Salute e Sanità
Il medico Vincenzo Puppo: "Sapere che l’orgasmo vaginale non esiste sarà una liberazione anche per i maschi, non ci saranno più ansie da prestazione, perché non è il pene quello che conta, quindi non sono importanti neanche le sue dimensioni..."