Pane e vino
Pranzo di Pasqua, le proposte del Lungolago di Locarno. Dal capretto al vitello, due menu all'insegna della primavera
Non avete ancora deciso come festeggiare la Pasqua? Non avete voglia di spadellare? Volete godervi una bella giornata di sole pranzando a due passi dal lago? Allora le proposte del ristorante Lungolago di Locarno fanno per voi
LOCARNO – Non avete ancora deciso come festeggiare la Pasqua? Non avete voglia di spadellare? Volete godervi una bella giornata di sole pranzando a due passi dal lago? Allora le proposte del ristorante Lungolago di Locarno fanno per voi. Il team di Bruno D’Addazio ha studiato due menu per il pranzo pasquale.

Il primo prevede il tradizionale capretto al forno, preceduto da un’insalata con asparagi e seguito da una coppetta di fragole con gelato alla vaniglia. La variante, prevede, in alternativa al capretto un medaglione di vitello con spugnole. Due menu basati su prodotti primaverili, insomma. Il primo 36, il secondo a 39 franchi.

Pubblicato il 13.04.2017 12:51

Guarda anche
Pane e vino
“Dopo l’esperienza dei primi due anni abbiamo tentato di fare ancora meglio selezionando un’accurata gamma di nuove birre premium dalla Svizzera e da tutto il mondo”, spiega il direttore dell’azienda di bibite, Lele Coduri
Pane e vino
Tre serate all’insegna della birra e delle atomosfere bavaresi: da giovedì 19 a sabato 21 ottobre. E per il patron, Bruno D’Addazio, si tratta della FESTA tutta in maiuscolo. Insomma, uno degli eventi più belli, se non il più bello, del suo Lungolago
Pane e vino
Il presidente della Rassegna, Antonio Florini spiega che prodotti di quella marca vengono venduti anche in Ticino, ma non del tipo scelto dagli organizzatori. E che, comunque, i piattini in omaggio sono una goccia nel mare di una manifestazione che genera un indotto di 1 milione e mezzo di franchi. E che per il settore rappresenta una boccata d’ossigeno. Tutto giusto e tutto vero. Ma…
Pane e vino
Più che una rassegna gastronomica è un evento settimanale che da qualche tempo è entrato nell’agenda della ‘Fattoria’ e resterà in calendario ogni giovedì fino a dicembre. Lo chef, Fabrizio Fontana, propone tre variazioni, da declinare in menu o in singole portate