Cronaca
Superciuk al volante... Giovane turgoviese ubriaco fradicio semina il panico in autostrada. E quando la polizia lo raggiunge esce dall'auto con in mano una bottiglia di vodka. Aveva più del 2 per mille. E la mamma dei cretini...
È accaduto giovedì scorso in autostrada nella zona di Bellinzona. Alla centrale sono arrivate diverse segnalazioni. Poi il giovane si è fermato sulla corsia d'emergenza e la polizia lo ha fermato. Ma non era interrogabile
BELLINZONA – Un giovane turgoviese è stato fermato giovedì scorso dalla polizia dopo aver seminato lo scompiglio in autostrada. Alla centrale sono arrivate diverse chiamate di automobilisti che segnalavano un pazzo al volante nella zona di Bellinzona. I testimoni, come ha riferito il Quotidiano della RSI, hanno segnalato un’auto che sfrecciava a velocità elevatissima, con tanto di sorpassi sulla destra.

Nel frattempo il giovane si era fermato sulla corsia di emergenza e quando la polizia lo ha raggiunto è uscito dall’auto conuna bottiglia di vodka in mano. La prova dell’alcol ha accertato un tasso superiore a un milligrammo per litro d’aria espirata, quindi più del due per mille. Ormai si sa che la mamma dei cretini è sempre incinta...

L’uomo, che è difeso da Giovanni Augugliaro, non era neppure interrogabile ed stato sentito solo la mattina successiva, dopo avere trascorso la notte in ospedale.
E ora il procuratore pubblico Moreno Capella potrebbe decidere di rinviarlo a giudizio alle Assise Correzionali.



Pubblicato il 18.04.2017 19:35

Guarda anche
Cronaca
Sono previste precipitazioni intense durante la notte e fino a domattina. La Polizia ha diramato un allarme meteo, raccomandando prudenza. Si temono frane, allagamenti e piene dei corsi d’acqua, in particolare nelle valli
Cronaca
Le zone maggiormente colpite saranno la valle Maggia, la valle Verzasca, la valle Leventina e la valle di Blenio, con una fase più intensa dei temporali tra le 23.00 di questa sera e le 12.00 di domani mattina
Cronaca
Merzari dopo il nostro articolo: "Come associazione Buskers vogliamo assolutamente collaborare con giovani ticinesi. Capisco il discorso di coloro che vi hanno segnalato il caso, e lo posso condividere sul principio. Ma ribadisco: vogliamo dare lavoro ai giovani di Lugano. Credo anch’io molto nei talenti ticinesi…”
Cronaca
Sicuramente ci sarà il solito ‘buon motivo’ a sostegno della scelta di puntare sulla Colla Collective… Come ci furono buoni motivi in occasione delle feste di Natale a Bellinzona, altro caso simile che fece scalpore. Ma, sinceramente, dei soliti buoni motivi non ce ne frega più nulla. Ci limitiamo a riferire la delusione di chi ci scrive. Poi, veda chi deve vedere…