Politica e Potere
"Il Festival delle cadreghe": Il PPD cannoneggia sulla nomina di Roberta Pantani nel CdA. "Abile Solari a mettere il bavaglio alla Lega. Ne è passata di acqua sotto i ponti dai tempi della Carovana della Libertà del Nano e dalla guerra alla partitocrazia arraffa arraffa..."
"Grande operazione di alchimia deve perciò aver fatto Marco Solari per convincere la barricadiera Roberta Pantani, notoriamente tanto allergica alle cadreghe, a sedersi anche lei al tavolo"
Foto: TiPress/Gabriele Putzu
BELLINZONA - "Abile il buon Solari a mettere il bavaglio alla Lega (perché se non di bavaglio, di cosa si tratta?)". Il PPD non lesina critiche alla nomina della consigliera nazionale e municipale di Chiasso Roberta Pantani nel Consiglio di amministrazione del Festival del film. La stoccata arriva oggi in un articoletto sul settimanale del partito, Popolo e Libertà. Titolo: "Il festival delle cadreghe".

"Giuliano Bignasca, la vera anima del Movimento di via Monte Boglia, definiva il Festival di Locarno una “sacca di clientelismo strasussidiata” - scrive il PPD -. Grande operazione di alchimia deve perciò aver fatto Marco Solari per convincere la barricadiera Roberta Pantani, notoriamente tanto allergica alle cadreghe, a sedersi anche lei al tavolo. Oddio, nulla di male a dare una mano (?) al Festival, ma è certo che ne è passata di acqua sotto i ponti dai tempi della Carovana della Libertà del Nano e dalla guerra alla partitocrazia arraffa arraffa...".




Pubblicato il 21.04.2017 09:01

Guarda anche
Politica e Potere
"Sappiamo che Darwin Airlane SA - che è di Ethiad come la compagnia italiana - opera in regime di semi esclusiva in Italia su alcune tratte concesse in “sharing” dall’Alitalia stessa. La conseguenza di un “grounding” di Alitalia potrebbe cosi incidere negativamente anche sull’operatività della Darwin Airline SA stessa. Il Municipio sta seguendo la vicenda?"
Politica e Potere
Prima i Nostri: continua il bisticcio a distanza tra il partron di Medacta e l'UDC. "Un piccolo particolare: ci sono aziende che nel 2016 e nel 2017 pagheranno tasse aziendali e sugli stipendi di 18 milioni di franchi", contrattacca l'imprenditore
Politica e Potere
Erano insieme nel Comitato che ha promosso l'iniziativa e ora litigano di brutto. Ieri l'affondo del patron di Medacta, oggi la risposta dei due democentristi: "Imprenditori che minacciano di continuo di levare le tende dal nostro Cantone se solo si osa richiamarli a una sacrosanta responsabilità sociale"
Politica e Potere
Il segretario di Stato: "L’esperienza ha dimostrato quanto la Svizzera abbia beneficiato economicamente nel trascorso quindicennio di relativa apertura dei mercati dell’UE. E’ soltanto perché i vicini stanno per altri versi peggio che ancora attività economiche decidono di insediarsi in Svizzera, o almeno di non lasciarla"