Bar Sport
Eventmore racconta una bella storia di incontro tra medicina e sport. Gli organizzatori del convegno sui linfomi hanno messo a disposizione una struttura coperta per i partecipanti alla StraLugano
L'azienda: "Un gesto concreto che sancisce e stimola la collaborazione tra eventi stessi e tra committenti e fornitori, ma soprattutto una forma di ringraziamento nei confronti della Città"
LUGANO - "Notizie che fanno bene allo spirito imprenditoriale e collettivo. Come quella di cui ora EventMore ha il piacere di raccontare".

Così la direzione di Eventmore racconta in una nota stampa che...

"In occasione della Stralugano di questo fine settimana, il popolo degli sportivi necessita di un punto di ristorazione, area premi, raccolta. Un’area ampia, protetta ed ospitale nella quale anche le famiglie al completo, potranno trovare ristoro e condividere le emozioni di uno dei momenti sportivi più importanti per la Città di Lugano. La struttura (pavimentazione, copertura, ecc.), è stata gentilmente offerta dagli organizzatori di ICML - International Conference on Malignant Lymphoma e da EventMore che ne ha seguito la messa in opera.

ICML, congresso medico internazionale in agenda per il mese di giugno, considerata la prossimità del suo evento, ha dato la priorità alla costruzione della tensostruttura ala sud, nella cornice verde di Parco Ciani. L’allestimento va eseguito con anticipo poiché lunedì 22 maggio, inizieranno gli allestimenti tecnici interni; una struttura vuota e inutilizzata quindi questo fine settimana. La direzione ICML ha invece deciso di offrire installazione agli ospiti della Stralugano. Un gesto concreto che sancisce e stimola la collaborazione tra eventi stessi e tra committenti e fornitori ma soprattutto una forma di ringraziamento nei confronti della Città. Una dimostrazione di grande spirito sportivo, nel senso più ampio".

Per informazioni sugli eventi in programma protagonisti della notizia: http://www.stralugano.ch e http://www.lymphcon.ch
Progetto tecnico Parco Ciani a cura di EventMore www.eventmore.ch


Pubblicato il 19.05.2017 14:58

Guarda anche
Bar Sport
La vicenda, da cronaca "green" più che "rosa", si sarebbe potuta probabilmente risolvere in modo meno formale, spiegando a voce il problema alle interessate. Perché è difficile pensare che, come auspica il finale della lettera, quel rimbrotto rimanga “senza strascichi”…
Bar Sport
Il responsabile dei direttori di gara ticinese denuncia e dettaglia la crisi del settore: "All’ultimo corso per arbitri se ne sono iscritti 19. Quelli che hanno concluso positivamente il programma non erano più di 7….Spesso ci troviamo a dovere accettare situazioni improponibili con la necessità di richiedere agli arbitri di dirigere 2 o 3 partite in un fine settimana"
Bar Sport
L'ANALISI - Ora è il tempo dei processi. Si faranno tanti discorsi, conditi da luccicanti buoni propositi da vendere all’opinione pubblica, ma alla fine cambierà poco o nulla. Per fare la rivoluzione servono i rivoluzionari o i soldi: l’Italia non ha né l'una e né l'altra cosa. Quel poco che si può fare però va fatto
Bar Sport
In merito a quanto pubblicato in data odierna sul settimanale Il Caffè e ripreso in seguito da altre testate giornalistiche, l’Hockey Club Lugano ha inviato oggi alcune precisazioni. Ecco la nota stampa.