Cronaca
Esclusivo: il video dell'arresto del rapinatore bloccato dalla polizia dopo aver esploso un colpo di pistola in un ufficio cambi di Chiasso. L'uomo viene immobilizzato dagli agenti mentre sul posto arrivano i rinforzi
La rapina è avvenuta in Corso San Gottardo e l'allarme tempestivo ha permesso a una pattuglia della Polizia cantonale ed a una della Polizia comunale di arrestare il malvivente all'esterno dell'ufficio
CHIASSO – L’arresto in diretta… Un lettore di liberatv si trovava nei pressi dell’ufficio cambio di Chiasso preso di mira oggi pomeriggio verso le 14,30 da un bandito armato e ha avuto la prontezza di filmare con il cellulare la scena del suo arresto.



La rapina è avvenuta in Corso San Gottardo e l'allarme tempestivo ha permesso a una pattuglia della Polizia cantonale ed a una della Polizia comunale di arrestare il malvivente all'esterno dell'ufficio. L’uomo ha tra l’altro esploso un colpo di pistola all’interno dell’edificio ma nessuno è rimasto ferito.

Eventuali testimoni che hanno notato movimenti sospetti nelle vicinanze del negozio sono pregati di contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.




Pubblicato il 01.06.2017 17:50

Guarda anche
Cronaca
Coloro che si rifanno alla dottrina estrema del salafismo che vuole riportare l’islam ai primordi sono in continuo aumento nel paese, una crescita esponenziale considerato che nel 2011 erano 3.850, nel 2015 8.350 e nel 2017 10.000
Cronaca
Angioni traccia un quadro del rischio terrorismo in Europa dopo l'ultimo attentato a Barcellona. Il problema, spiega, non è l'Isis: "È la sua influenza ideologica che rischia di permanere anche qualora dovesse essere fisicamente eliminato. La sua eliminazione fisica non risolverà il problema, anche perché abbiamo imparato che queste organizzazioni e queste sigle cambiano ma il problema resta"
Cronaca
Oggi per lo storico capo della Scientifica è stato l'ultimo giorno di lavoro. Nasconde la nostalgia dietro una frase lapidaria: “Da oggi si cambia. Tutto qui…”. Niente lacrimucce, bando alla commozione... Ma siamo certi che oggi quei 37 anni gli sono passati davanti agli occhi come la pellicola di un film, con il loro carico di ricordi, di successi, di sconfitte, di immagini, di volti, di incontri…
Cronaca
Il caso è stato segnalato da un passeggero che si è accorto del problema questa mattina all'alba mentre aspettava il primo treno per Locarno