Cronaca
Tutta nuda per le strade di Bologna! La passeggiata nudista di una 26enne valdostana lascia increduli passanti e polizia. Lei spiega: "L'ho fatto per vincere le mie paure. È stato lo psicologo a suggerirmelo” Video
La 26enne, “perfettamente lucida”, secondo quanto riferito dalla polizia, aveva indosso solo un paio di ciabatte e una borsa a tracolla di tela con dentro gli abiti, il portafoglio e i documenti. La passeggiata “nudista”, infatti, non è stata affatto improvvisata dalla giovane. Ma le costerà 3'300 Euro di multa. GUARDA IL VIDEO
BOLOGNA - Una passeggiata completamente nuda per le vie di Bologna come “cura” psicologica. Sembra paradossale ma è proprio questa la versione che la bella 26enne valdostana protagonista della vicenda, ha fornito agli agenti della polizia che l’hanno fermata mentre vagava per le vie del capoluogo emiliano.

 

Una storia estiva che sta trovando spazio sui quotidiani italiani. La ragazza, a passo svelto, come dimostrano i video postati in rete dai molti passanti che l’hanno incontrata, si è fatta un giro in via San Donato, via Irnerio e al parco della Montagnola, per poi essere intercettata dagli agenti nei pressi della stazione ferroviaria.

 

La 26enne, “perfettamente lucida” secondo quanto riferito dalla polizia, aveva indosso solo un paio di ciabatte e una borsa a tracolla di tela con dentro gli abiti, il portafoglio e i documenti.

 

La passeggiata “nudista”, infatti, non è stata affatto improvvisata dalla giovane. Come lei stessa ha riferito agli increduli poliziotti “l'ho fatto per vincere le mie paure.È stato lo psicologo a suggerirmelo”.

 

Nessun altra spiegazione. Quando gli agenti l’hanno lasciata andare, la ragazza è ripartita come se nulla fosse accaduto per una nuova passeggiata. Questa volta vestita, naturalmente. Anche perché il primo giretto le costerà 3’300 euro di multa. Non proprio a buon mercato come cura…



Pubblicato il 29.07.2017 14:46

Guarda anche
Cronaca
Nel filmato, girato domenica e postato online, si vede una rissa tra i calciatori. Il caso sul tavolo della Federazione. Il presidente Biancardi: "Abbiamo chiesto all'arbitro di redigere un rapporto su questo evento". GUARDA IL VIDEO
Cronaca
Scott Rosenberg rompe il muro di ipocrisia di Hollywood sullo scandalo sessuale. Ecco la traduzione integrale del suo post: "Per me, se il comportamento di Harvey è la cosa più disgustosa che uno possa immaginare, al secondo posto (di poco) c’è l’attuale ondata di condanne"
Cronaca
Scoppiettante intervista con l'esperta: "Le denunce dello scandalo vanno valutate caso per caso. Se non c'è coazione non si può parlare di stupro. Non penso che nessuno sia caduto dalle nuvole sentendo la storia di un produttore cinematografico che ha goduto di vantaggi sessuali da parte di alcune attrici che ha fatto lavorare”
Cronaca
Intanto la RSI ha contattato il Ministero pubblico, che "nega di aver già ricevuto il dossier preparato dal Cantone e smentisce che si riapra l’inchiesta sulla credibilità del testimone". La RSI ha pure contattato Morini: ci ha confermato di “ricevere 250 euro al mese d’invalidità” e che questa prestazione “era nota a tutti. Non pensavo dovesse dichiarare un simile importo”