Bar Sport
Restituito il borsone rubato a Jani Lajunen. Dopo l'appello del club la sacca è stata fatta ritrovare questa mattina davanti alla Resega: ora l'attaccante dell'HCL può tornare ad allenarsi
Il presunto autore del furto, avvenuto martedì scorso a Biasca dopo la partita amichevole tra i Ticino Rockets e il Lugano, ha messo fine alla sua stupida bravata
Foto HCL
LUGANO - Il presunto autore del furto del borsone di Jani Lajunen, avvenuto martedì scorso a Biasca dopo la partita amichevole tra i Ticino Rockets e il Lugano, ha messo fine alla sua stupida bravata.

Il borsone con il materiale di gioco personale dell’attaccante finlandese e soprattutto tutti i pattini in sua dotazione, è stato infatti trovato questa mattina presto davanti al palazzo di Via Chiosso 7 a Porza dove hanno sede gli uffici dell’Hockey Club Lugano.

Il no. 24 potrà pertanto scendere regolarmente in pista questa sera alla Resega contro gli ZSC Lions: inizio della gara alle ore 19.45 con entrata gratuita.

Pubblicato il 11.08.2017 10:19

Guarda anche
Bar Sport
Secondo la ricostruzione del Club il furto è avvenuto dopo la partita amichevole di martedì sera a Biasca contro i Ticino Rockets. Il borsone è stato depositato da Lajunine nel pullman della squadra prima di recarsi a cena con la squadra. Ma all'arrivo alla Resega non c'era più
Bar Sport
È accaduto prima del gran premio di MotoGP disputato a Brno, in Repubblica Ceca. Protagonisti il campione italiano e la ministra delle Politiche Regionali del governo ceco Karla Slechtova. GUARDA IL VIDEO
Bar Sport
Dopo l'interruzione del match ieri sera a Cornaredo, il Lugano dovrà ricominciare daccapo la partita che a metà tempo stava vincendo contro il San Gallo. È assurdo. Un campionato professionistico che si disputa nel cuore dell’Europa, cioè nel regno dell’Uefa, non può affidare alla meteorologia i risultati
Bar Sport
Il cinque volte campione del mondo, prima di dedicarsi al trampolino ufficiale, ne ha scelto un altro....GUARDA IL VIDEO