L’ambasciata, fa sapere l’ambasciatore, Hein Walker-Nederkoorn, “nel senso di un gesto umanitario, in collaborazione con la Segreteria di Stato della migrazione, ha deciso di facilitare il viaggio in Svizzera della famiglia”. Arriveranno la moglie, un fratello e le figlie, di 16 e 20 anni
Il presidente di Gastroticino ci scrive: "Questa "terrazza ticinese" era arredata con poster ufficiali di Ticino Turismo e all’interno dello stand campeggiava anche il marchio VITI, con tanto di boccalini rossoblù! Ma al posto del vino ticinese servivano Merlot del veneto......"
Il passaggio di proprietà è stato deciso di comune accordo, in seguito alla volontà reciproca di permettere al Management operativo di raggiungere la quasi totalità delle partecipazioni di EVENTMORE. È inoltre frutto della consapevolezza che le piccole-medie imprese devono costantemente rivedere i processi strategici
La showgirl senza freni sullo scandalo sessuale che ha travolto Hollywood: "Una può sottrarsi tranquillamente alle proposte indecenti. Con me ci provò un regista italiano molto famoso: si presentò con un perizoma rosso....Trovo osceno che tutte le attrici in blocco abbiano denunciato Weinstein. E’ uno schifo, una vergogna…"
Dopo le rivelazioni pubblicate ieri da Liberatv, parla l'ex dipendente della società di sicurezza al centro dello scandalo: "Al ristorante di Cresciano il proprietario ospitava gli asilanti ed è stato chiesto a me di occuparmi dei pasti. Ma non lavoravo per il Cantone: non ho avuto contratti né contatti con nessuno"
Nel filmato, girato domenica e postato online, si vede una rissa tra i calciatori. Il caso sul tavolo della Federazione. Il presidente Biancardi: "Abbiamo chiesto all'arbitro di redigere un rapporto su questo evento". GUARDA IL VIDEO
Scott Rosenberg rompe il muro di ipocrisia di Hollywood sullo scandalo sessuale. Ecco la traduzione integrale del suo post: "Per me, se il comportamento di Harvey è la cosa più disgustosa che uno possa immaginare, al secondo posto (di poco) c’è l’attuale ondata di condanne"
Scoppiettante intervista con l'esperta: "Le denunce dello scandalo vanno valutate caso per caso. Se non c'è coazione non si può parlare di stupro. Non penso che nessuno sia caduto dalle nuvole sentendo la storia di un produttore cinematografico che ha goduto di vantaggi sessuali da parte di alcune attrici che ha fatto lavorare”
Intanto la RSI ha contattato il Ministero pubblico, che "nega di aver già ricevuto il dossier preparato dal Cantone e smentisce che si riapra l’inchiesta sulla credibilità del testimone". La RSI ha pure contattato Morini: ci ha confermato di “ricevere 250 euro al mese d’invalidità” e che questa prestazione “era nota a tutti. Non pensavo dovesse dichiarare un simile importo”
Video
La notizia arriva da Ladispoli, comune dell’hinterland romano. I malviventi hanno spezzato all'animale le gambe e il bacino: probabilmente non tornerà più a camminare
Di Morini parla un documento riservato al vaglio del Governo e trasmesso nella giornata di ieri anche alla Magistratura. Il documento parla delle prestazioni assistenziali percepite da Morini, che è domiciliato a Como, in Italia
L'uomo è presunto autore di usura per mestiere subordinatamente usura, appropriazione indebita, falsità in documenti e coazione nei confronti di alcuni dipendenti
L'attrice italiana al quotidiano La Stampa: "La cosa più sconvolgente sono le accuse delle donne italiane, la criminalizzazione delle vittime delle violenze. Ma ora questi uomini, questi mostri, dovranno avere paura così come noi, ogni volta che li abbiamo incontrati, che siamo rimaste da sole con loro, ne abbiamo avuta"
E adesso non c’è più nemmeno lui… Ilario Fidanza si è spento oggi sul mezzogiorno alla Clinica Hildebrand di Brissago, dov’era ricoverato da alcuni giorni al termine di una malattia che l’ha colpito qualche mese fa e, settimana dopo settimana, se l’è portato via, nonostante ripetuti segnali di ripresa. Aveva 74 anni
Il caso è quello che abbiamo sollevato ieri: il Comando aveva chiesto di installare una tettoia sopra una delle entrate dell’edificio che, essendo a tetto piatto, quando piove causa disagi per chi entra e chi esce
Il processo è conseguente all’opposizione interposta contro i decreti d’accusa per il titolo di omicidio colposo emessi nei confronti degli interessati dal Ministero pubblico nell’aprile scorso
Avevano soltanto chiesto di installare una tettoia. Avete presente quelle strutture di plexiglas o di altri materiali simili che, montate su un’intelaiatura di metallo, evitano a chi entra o a chi esce di bagnarsi quando piove? E invece...
Gallery
Andrea Ghiringhelli: “A parte i rigurgiti del populismo dilagante, è sorprendente come pure alcuni esponenti del liberalismo ticinese si ergano indignati a reclamare le dimissioni dal Gran Consiglio della deputata socialista. Ciò che colpisce è la miopia di tutti i paladini della legalità ad oltranza..."
L'ultimo saluto di Loris agli amici: "Ora è arrivato il momento. Porto con me l’amore che ho ricevuto e lascio questo scritto augurandomi che possa scuotere un po’ di coscienze ed essere di aiuto alle tante persone che stanno affrontando ogni giorno un vero e proprio calvario"
Si tratta di Anour Hannachi, fratello di Ahmed, che è stato ucciso dopo aver accoltellato a morte due cugine di 20 e 21 anni. Ma la mente dell’attentato non era lui, bensì l’altro fratello Anis, arrestato sabato scorso a Ferrara e con alle spalle un addestramento jhiadista in Siria e in Iraq
Il Corriere della Sera lo definisce un personaggio chiave e radicalizzato. Gli accertamenti in corso diranno quanto ampia sia la «rete» che i tre fratelli (l'attentatore più i due finiti in carcere) erano riusciti a tessere nell’ambiente fondamentalista. E soprattutto se stessero pianificando nuove azioni
I due arrestati, colpiti da un ordine di cattura internazionale, hanno cercato rifugio in Ticino dove sono giunti alcuni giorni fa. Sabato scorso a Ferrara era stato arrestato Anis Hannachi, fratello dell'attentatore, che secondo gli inquirenti italiani avrebbe indottrinato il fratello provocandone la radicalizzazione
L'ipotesi di reato nei confronti dei due è di rapina. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Moreno Capella
Si dovrà ora appurare le eventuali responsabilità degli arrestati in relazione ad altre truffe avvenute in Ticino e nel resto della Svizzera con le medesime modalità. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Paolo Bordoli
Rossi era stato arrestato venerdì in Venezuela mentre tentava di entrare in un carcere nello Stato di Aragua per realizzare un'inchiesta