Il medico: “Vogliamo far capire al paziente che è al centro della nostra attenzione, insegnargli ad essere un paziente: non vogliamo che si abbandoni nelle mani di un medico, ma che sia protagonista della propria guarigione, anche nell’affrontare l’intervento… E queste secondo me non sono sole le nuove frontiere dell’anestesiologia, ma anche quella della medicina generale e d’urgenza”
La presidente della Commissione sanitaria del Gran Consiglio: "Il percorso è appena iniziato ma difficilmente la politica potrà ignorare questo rapporto. Il parere è stato sottoscritto dal professor Raffaele Rosso e dagli altri primari, non è che stiamo parlando proprio degli ultimi arrivati…"
Intervista al dottor William Pertoldi, responsabile del nuovo ambulatorio di Moncucco: "Alcuni pensano di poter gestire il 90enne come se fosse un adulto. Noi non dobbiamo solo occuparci del paziente ma anche delle famiglie. Da una parte la difficoltà maggiore è quella di non banalizzare certe problematiche, dall’altra dobbiamo essere capaci di far capire che determinate situazioni croniche, non possono essere risolte. L'obbiettivo è la qualità di vita"
Una commissione composta dai primari dell'Ente ospedaliero e del Cardiocentro - coordinati dal professor Rosso - afferma che l'istituto di Tiziano Moccetti dovrà mantenere la sua indipendenza anche dopo il 2020, quando scadrà la convenzione con l'EOC
Il Consigliere Nazionale UDC: "Sentire dalla bocca del professor Moccetti in televisione che si è sentito umiliato, credo rappresenti una sconfitta per tutto il sistema socio sanitario ticinese. È un’affermazione che dovrebbe far riflettere tutti”"
“È qui che voglio vivere”. Con questo slogan Tertianum vuole definire che nelle sue strutture si offre casa a persone con un proprio vissuto, casa dove potranno continuare a vivere secondo le proprie abitudini ed esigenze mantenendo un elevata qualità di vita
Lettera del papà del Cardiocentro: "Ora vedremo, se e in quale modo, tutto questo sentimento popolare verrà recepito dall’Ente ospedaliero. Quello che io chiedo all’EOC è chiarezza. Una chiarezza che purtroppo è venuta a mancare in tutti questi anni e anche nei tempi più recenti. Preferisco che mi dicano “vogliamo disfare il Cardiocentro”, piuttosto che continuare su questa strada fatta di rinvii e tentennamenti"
Migliaia e migliaia di click. Centinaia di condivisioni sui social. E un'ondata di post, e-mail, sms e telefonate da parte dei lettori per esprimere sostegno al Cardio e al suo fondatore. Eccone alcuni
Video
Lettera al papà dell'ospedale del cuore: sento il dovere, e il piacere, di porgertela questa mano, come tu l’hai stretta a me quando mi trovavo in quel girone orgiastico della sofferenza che sono le cure intense. Soltanto chi l’ha vissuto, chi si è fatto squartare per sopravvivere, conosce il valore immenso di risvegliarsi a casa, con le persone di casa, con la lingua di casa, con la vista sui luoghi di casa
Questa nuova TAC migliora significativamente la sicurezza del paziente poiché riduce l’irradiazione (raggi X) di oltre il 50%, aumentando al contempo il livello di precisione
Non pretendo si lavori gratuitamente, precisa il lettore, "ma se Pharmasuisse e Consiglio Federale non considerassero “servizio d’urgenza” l’apertura di una farmacia di picchetto dalle 18.30 alle 22.00, ci sarebbe già un bel contenimento delle spese sanitarie"
Il grande economista bolognese ha tenuto una 'lezione' alla Clinica Luganese: "Il fine di un ospedale ‘profit’ e di uno ‘non profit’ è identico: curare le persone. La differenza sta nella missione, vale a dire nella scelta del metodo, e nell’identità, nelle regole di governance, insomma”
Per soddisfare i bisogni dei prossimi anni (2020-2025) la Clinica Luganese Moncucco intende realizzare uno stabile di 4 piani posato su pilastri che prevede una parziale copertura dei parcheggi già esistenti. La realizzazione di un autosilo permetterà inoltre di liberare l’area della ex Clinica San Rocco, sulla quale iverrà realizzato un parco a disposizione della popolazione
Il dolore cronico viene definito come un dolore persistente, che non guarisce entro un tempo prestabilito. I pazienti affetti da questa tipologia di dolore corrono il rischio di cadere all’interno di un vero e proprio circolo vizioso in cui il dolore fisico e la depressione si alimentano a vicenda
A settembre aprirà ufficialmente i battenti alla Clinica Luganese il nuovo Centro per la cura del dolore. Mentre la struttura sta affrontando la fase di rodaggio, abbiamo discusso con il dottor Lorenz Wagner, responsabile del nuovo Centro, del male per antonomasia al centro del progetto e che prima o poi nella vita ci tocca tutti di affrontare: il dolore
  • Le più lette
Gallery
Il Gruppo Operativo Salute e Ambiente ricorda che, in caso di periodi di canicola estrema, anche le persone che godono di buona salute possono soffrire di forti disagi
Le raccomandazioni della Lega contro il cancro per vivere un'estate in serenità e sicurezza. Ogni anno in Svizzera si ammalano circa 2450 persone di melanoma. Con alcuni piccoli accorgimenti è possibile ridurre i rischi.
Gli allergici sono invitati alla prudenza per il problema delle reazioni crociate. Il Centro Allergie Svizzera raccomanda di consultare il medico in caso di dubbi o sospetti
Se esposte a temperature elevate e per un periodo di tempo prolungato, anche le persone che godono di buona salute possono soffrire di forti disagi. In questi casi il corpo non riesce infatti a dissipare il calore in eccesso, e potrebbero emergere patologie serie come il colpo di sole e il colpo di calore
A questo tema sarà dedicata la puntata di ‘Bazzi Tuoi’ in onda questa sera alle 18 su Radio Fiume Ticino, con il presidente dell’Ordine dei medici, Franco Denti, e l’infettivologo Christian Garzoni. Seconda parte: Juve-Real, chi tifa e chi gufa…
Il medico Vincenzo Puppo: "Sapere che l’orgasmo vaginale non esiste sarà una liberazione anche per i maschi, non ci saranno più ansie da prestazione, perché non è il pene quello che conta, quindi non sono importanti neanche le sue dimensioni..."
Il medico: “Utilizziamo il ‘Right eye’ prevalentemente nella diagnosi e nel trattamento delle commozioni cerebrali dei giocatori di hockey”, spiega il dottor Marco Marano, specialista FMH in ortopedia e traumatologia all’Ars Medica di Gravesano, nonché uno dei team doctor dell’Hockey Club Lugano
Con poco meno di 200 letti, la Clinica Luganese Moncucco rappresenta oggi la struttura privata più grande del Ticino e, anche nel confronto con gli ospedali pubblici, risulta una delle maggiori strutture del Cantone