Tech
Il Media Markt raddoppia. Domattina alle 6 in punto aprono le porte del nuovo centro di Sant'Antonino. Lucibello ringrazia Zali per "la celerità nelle procedure di autorizzazione", e applica l'iniziativa "Prima i nostri": "Abbiamo assunto 15 collaboratori, tutti residenti, tra i quali due cinquantenni senza lavoro"
Il direttore dell'azienda in Ticino: "Un milione di investimenti sul territorio e un messaggio positivo all'economia in un momento di difficoltà"
Foto: TiPress/Samuel Golay
SANT’ANTONINO - “I clienti hanno deciso: sì al raddoppio!”. La pubblicità non si riferiva ovviamente alla galleria del San Gottardo, ma al Media Markt, che domattina, giovedì 29 settembre, inaugura il suo secondo punto vendita in Ticino: oltre al negozio di Grancia c’è ora quello di Sant’Antonino. E non sarà un’apertura qualsiasi: le porte del Media Markt si apriranno alle 6 in punto, prima ancora che spunti l’alba, e ai primi clienti verranno proposte “offerte imbattibili e il PlayStation VR Experience Tour”.
Il nuovo centro, diretto da Marco Alberti, dà lavoro a 15 persone e si articola su una superficie di circa mille metri quadrati.

Enzo Lucibello, direttore dell’azienda in Ticino, snocciola i dati salienti, mettendo l’accento sul fatto che l’apertura del nuovo negozio è un messaggio positivo all’economia in un momento difficile.

“Abbiamo investito oltre un milione di franchi sul territorio, scegliendo per la maggior parte aziende locali – dice -, abbiamo assunto 15 residenti, non abbiamo utilizzato una nuova superficie ma uno spazio preesistente, che rientra nel comparto commerciale pianificato a Sant’Antonino. Ringrazio a questo proposito le autorità comunali e cantonali, in primis il ministro Claudio Zali, per la celerità con cui hanno evaso la domanda di insediamento, segno che quando si collabora si possono realizzare cose positive”.

Abbiamo avuto moltissime richieste di impiego, aggiunge Lucibello: “Oltre duemila, e abbiamo assunto anche due cinquantenni, perché riteniamo giusto che anche chi rimane senza lavoro in un’età critica abbia il diritto di ritrovare un impiego”.
Alla domanda “avete chiesto o ottenuto dei sussidi per queste assunzioni”, risponde: “Assolutamente no. Non abbiamo chiesto alcun aiuto al Cantone”.

Insomma, Lucibello ha applicato alla lettera i principi dell’iniziativa “Prima i nostri”.

Il Media Markt di Sant’Antonino è uno dei primi negozi specializzati in elettronica di consumo a utilizzare in Svizzera il concetto di “superficie compatta”: l’assortimento è completo ma la superficie commerciale è ridotta grazie all’esposizione dei soli prodotti principali per ogni categoria di merce. Ma i clienti potranno accedere, attraverso uno touchscreen, all'intera offerta di Media Markt.

emmebi



Pubblicato il 28.09.2016 17:33

Guarda anche
Tech
La giornalista, firma di punta del Fatto e opinionista televisiva, scrive un duro j'accuse contro il padrone di Facebook: "Caro Mark, io su di te ho maturato due certezze: quella che tu chiami “difesa della libertà di espressione” ci sta privando della libertà di frequentare Facebook senza sentirci costantemente aggrediti. Tu giri con sedici guardie del corpo, noi siamo un miliardo e mezzo e a difenderci hai messo un cecchino orbo che spesso sbaglia bersaglio e spara alla vittima. Pensaci, prima del prossimo morto sulla coscienza"
Tech
Una mucca fotografata a Cambridge ha ricevuto lo stesso trattamento degli esseri umani. David Shariatmadari si è accorto della curiosità e ha pubblicato la foto con un tweet diventato virale commentando: "Bello vedere Google prendere sul serio la privacy di una mucca"
Tech
"Preoccupato per la sicurezza stradale, il TCS avverte dei pericoli legati alla distrazione provocata da un'utilizzazione incosciente di questa applicazione"
Tech
Se da noi il fenomeno non diventerà – speriamo – virale, in America si sono già registrate scene di delirio collettivo, che rischiano di genere momenti di caos o di causare incidenti, come testimoniano i filmati allegati
  • Le più lette