Viaggi e vacanze
In vacanza ci vai...prima di andarci! Per la prima volta in Ticino test con gli occhiali virtuali in agenzia per scoprire la meta di un viaggio prima di prenotarlo
Dal 4 al 6 maggio 2017 nelle filiali Hotelplan di Bellinzona e Lugano sarà possibile visitare virtualmente la meta tanto sognata o quella del prossimo viaggio. Per la fase di test sono a disposizione immagini di camere di hotel, giri in città o escursioni come, ad esempio, un safari con gli husky nell’Europa del nord, ma anche molte destinazioni in tutto il Mondo. Gli occhiali virtuali consentono di essere partecipe di quanto sta vedendo. Ecco come prenotarsi
PAZZALLO - Dal 4 al 6 maggio 2017 nelle filiali Hotelplan di Bellinzona e Lugano, per la prima volta in Ticino, sarà possibile visitare virtualmente la meta tanto sognata o quella del prossimo viaggio. Grazie agli occhiali virtuali, infatti, le persone che vorranno sperimentare questa nuova opportunità, potranno immergersi in un’altra realtà, con un effetto davvero realistico.

 


Indossando gli occhiali virtuali, infatti, si viene proiettati in paesi e luoghi da scoprire, si possono visitare camere d’albergo e cabine di nuove navi da crociera, ma anche fare un giro di una metropoli o una città sconosciuta. In questo modo è possibile "toccare con mano" la meta prima ancora di prenotare.

 

Per la fase di test sono a disposizione immagini di nuove navi da crociera, camere di hotel selezionati, giri in  città o escursioni come, ad esempio, un safari con gli husky nell’Europa del nord, ma anche molte destinazioni in Europa, Oriente, Sudamerica e Africa che sapranno affascinare anche i più curiosi. Gli occhiali virtuali consentono, a chi li indossa, di essere partecipe di quanto si sta vedendo. Le immagini in 3D – attualmente sono a disposizione 150 diversi filmati – sono state appositamente create da un’azienda specializzata nel settore turistico. Gli occhiali modello “Samsung Gear”, sono collegati a uno smartphone e il consulente di vendita programma con un “Samsung Tablet” la destinazione prescelta per poi far partire le immagini.

 

“Attraverso l’esperienza degli occhiali virtuali possiamo mettere a disposizione dei nostri clienti una nuova tecnologia che consente di vivere le emozioni di un viaggio prima ancora di averlo prenotato. Le sensazioni vissute con questa tecnologia innovativa sono sicuramente un valore aggiunto che si affianca alla consulenza dei nostri collaboratori e alle tradizionali brochure cartacee”, afferma Kurt Eberhard, CEO Hotelplan Suisse. “Dopo questa fase di test, che abbiamo scelto di condurre in un numero selezionato delle nostre filiali in Svizzera, incluso anche il Ticino, valuteremo se dotare le nostre agenzie di viaggio di questo ulteriore, importante strumento”, conclude Kurt Eberhard.

 

Da giovedì, 4 maggio a sabato, 6 maggio 2017, gli occhiali virtuali saranno disponibili nelle seguenti filiali di Hotelplan: Bellinzona: Viale Stazione 8A – tel. 091 820 25 25; Lugano: Via P. Peri 6 – tel. 091 910 47 27; Lugano: Via E. Bossi 1 – tel. 091 913 84 80

 

Chi fosse interessato può prenotare già da ora “il giro virtuale” telefonando in agenzia. A tutti i clienti che visiteranno le filiali verrà consegnato un omaggio in collaborazione con Migros Ticino e melectronics.



Pubblicato il 02.05.2017 18:06

Guarda anche
Viaggi e vacanze
La Colonia di Cerentino accoglie bambini tra i 6 e i 13 anni, per due settimane nel mese di luglio. Il primo turno è previsto dal 2 al 15, il secondo dal 16 al 29
Viaggi e vacanze
L'avventura di due giovani ticinesi: "Con qualche emozione saliamo sul treno che da Locarno ci porterà a Trieste. Assieme a noi ci sono due biciclette e quattro piccole borse con tutto l’occorrente indispensabile…"
Viaggi e vacanze
Torniamo a viaggiare con i testi del concorso organizzato in collaborazione con Globus Gateway e ci immergiamo fra le vie di Berlino con il racconto inviato da Raoul Ghisletta
Viaggi e vacanze
Ecco "Menhir" il racconto di viaggio del vincitore del concorso lanciato da Liberatv in collaborazione con Globus Gateway: "Mi stava quasi venendo da piangere, pensando a quegli strani ricordi dalla forma fallica capaci di unirci una volta ancora..."