Filtra per

Regione Luganese Bellinzonese Locarnese Mendrisiotto Altri cantoni (Svizzera)
Categoria Teatro Conferenze Musica Arte Cinema Altro Manifestazioni
Dieci / Parte seconda
Teatro Foce, Lugano
19.00

SOLOinscena

3+4+9+6= DIECI
Ricordati di santificare le feste - Onora il padre e la madre - Non desiderare la donna d'altri - Non commettere atti impuri

Il recital sarà dedicato in particolare alle donne

Dieci come i comandamenti, i racconti colgono situazioni di vita che formano un quadro agghiacciante della Napoli d'oggi: da angolazioni tutte diverse disegnano una mappa del dolore, della violenza, delle assurde condizioni in cui una metropoli vive al limite dell'intollerabile. Scene veloci, ricche di dettagli, che raccontano fatti a volte atroci in una maniera calma, quasi ovattata, come a sottintendere che quei fatti non sono eccezionali ma normale amministrazione. L'eleganza di questi racconti ha perfino qualcosa di eccessivo, di imbarazzante, perché si potrebbe scambiare per indifferenza morale, dato che rappresenta il male e la crudeltà con uno stile plastico, con parole messe tutte al posto giusto. E invece lo stile oggettivo, "alto" per non dire prezioso, dà potenza e capacità rappresentativa, fa sì che i fatti parlino da soli senza bisogno di commenti e di giudizi.
Pubblicato nel 2007 da Adelphi, “Dieci” di Andrej Longo ha ottenuto numerosi riconoscimenti tra i quali il premio Bagutta, il Premio Nazionale di Narrativa Bergamo e il premio Piero Chiara.

e.s.teatro
Recital dai racconti di Andrej Longo
Con: Emanuele Santoro e Roberto Albin
Produzione: e.s.teatro, Lugano
Durata: ca. 80’

LuogoTeatro Foce
Indirizzo / ViaLugano
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Il Passo del S. Gottardo e gli alpi
Biblioteca cantonale Bellinzona, Bellinzona
18.30

Il ruolo ricoperto dal Passo del San Gottardo per il transito delle persone e il trasporto delle merci attraverso la Leventina è ampiamente noto; forse meno conosciute sono invece le dinamiche della transumanza verticale per lo sfruttamento degli alpi e ancor meno note sono le ripercussioni che i cambiamenti climatici (con la Piccola era glaciale dal XIV al XIX secolo) hanno avuto sulla storia dei transiti alpini delle nostre terre.

Grazie al volume di Fabrizio Viscontini, che ripercorre la storia della Degagna di Osco dal medioevo ai giorni nostri, sarà possibile contestualizzare nove secoli di storia locale nella grande storia della Via delle genti. Gli statuti di Osco del 1237 sono infatti «il primo atto ufficiale» del traffico commerciale attraverso il San Gottardo, e fino alla costruzione della strada carrozzabile da Chiasso al San Gottardo, terminata nel 1830, la popolazione locale è vissuta grazie a due risorse fondamentali: il trasporto delle merci a dorso di cavallo o di mulo lungo la mulattiera e il carico degli alpi, tra i quali l’alpe di Cruina nella Valle Bedretto e quella di Santa Maria sul Passo del Lucomagno, situate a notevole distanza dal villaggio.

Interverranno: Paolo Ostinelli, storico, professore di storia del medioevo nell’Università di Zurigo e direttore del Centro di dialettologia e di etnografia; Roberto Leggero, docente–ricercatore per il Laboratorio di Storia delle Alpi (LabiSAlp) dell’Università della Svizzera italiana; Fabrizio Viscontini, storico, autore del volume; Stefano Vassere, direttore delle Biblioteche cantonali.

In collaborazione con: Degagna Generale di Osco

LuogoBiblioteca cantonale Bellinzona
Indirizzo / ViaViale S. Franscini 30 a, Bellinzona
EtàPer adulti
La società-fabbrica
CPT (SPAI-MPT), Locarno
20.00

LA SOCIETÀ FABBRICA – Digitalizzazione delle masse e human engineering

La fabbrica è diventata la forma e la norma di organizzazione del mondo e del nostro dover vivere. Una società-fabbrica – organizzata, comandata e sorvegliata appunto come una fabbrica – in cui ognuno è operaio/forza-lavoro, sia quando svolge un lavoro di produzione o di consumo o di generazione di dati per il Big Data. E a governare la società trasformata in fabbrica sono imprenditori e manager e algoritmi – i nuovi meneur des foules con le loro sofisticate tecniche di human engineering. Perché il tecno-capitalismo ci vuole produttivi e consumativi a produttività e a pluslavoro crescenti, per la massimizzazione del profitto privato del tecno-capitale. 

Con l’omonimo titolo del libro del sociologo Lelio Demichelis, lunedì 4 marzo alle 20.00 nell’aula magna della CPT di Locarno (SPAI-MPT), la SINISTRA UNITA propone l’evento “LA SOCIETÀ-FABBRICA”, invitando lo stesso autore e professore di sociologia presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi dell’Insubria a presentare il suo saggio e ad offire un momento di riflessione attorno ad un tema di estrema attualità.

L’evento è gratuito e seguirà un momento conviviale.

LuogoCPT (SPAI-MPT)
Indirizzo / ViaVia alla Morettina 3, Locarno
Info0763430897
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Lunedì Jazz
Bar Incontro, Muralto
20.00

JazzClub Locarno ha il piacere di presentare:

Concerto e jam session con:

 

Elmar Kluth Pianoforte
Achille Giglio Contrabbasso
Gianni Masotti Batteria

 
Seguirà la nostra tradizionale JAM

 

OFFERTA LIBERA

INFO E PRENOTAZIONE AL NUMERO
078 791 60 36


Vi aspettiamo numerosi

LuogoBar Incontro
Indirizzo / Viavia Municipio 2, Muralto
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Formazione pittorica e gustosa cena, con Marina
Enigma Bar Ristorante, Rancate
19.00

Formazione pittorica con la pittrice Marina (su Instagram potete trovarla come @positiffart) dalle 19:00 ed a seguire una gustosa cena, a base di pesce in compagnia dei compagni "di classe".

Il tutto su prenotazione; scrivendoci direttamente un email, all'indirizzo info@barenigma.ch, contattandoci sulla nostra pagina instagram @enigmabarristorante oppure contattandoci tramite il numero +41 79 378 70 73.

LuogoEnigma Bar Ristorante
Indirizzo / ViaRancate
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Progetto Brahms - 1
Auditorio Stelio Molo - RSI, Lugano
20.30

Johannes Brahms: Sinfonia n. 1 e Concerto per Pianoforte n. 1


Pianoforte: Davide Cabassi
Direzione: Yuram Ruiz
Orchestra Le Nove


La musica di Johannes Brahms è caratterizzata da una costante intensità di fondo dalla quale emergono toccanti melodie che rimangono impresse in chi ascolta.


Davide Cabassi è un pianista di fama internazionale che si distingue per la sua versatilità. Accanto alla densa carriera concertistica e discografica ha ideato diversi progetti musicali di importanza sociale e culturale.


Yuram Ruiz, direttore d’orchestra e violoncellista, ha diretto numerose orchestre in tutta Europa. Si dedica ad ogni brano con profondo studio, ricerca del dettaglio e grandissima energia.


L’Orchestra Le Nove è gestita e composta da giovani musiciste e musicisti di talento. Nei prossimi due anni presenterà le 4 sinfonie e altre opere di Brahms. Il Progetto Brahms è il seguito della rassegna Le nove di Beethoven, culminata al LAC Lugano nel 2023 con la “Nona”.

LuogoAuditorio Stelio Molo - RSI
Indirizzo / Via Via Guglielmo Canevascini 3, Lugano
Prezzo5 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
PrevenditaAcquista biglietti su Prenotazione biglietti
Hallelujah: Leonard Cohen, a journey, a song
GranRex, Locarno
18.30

Regia, soggetto e sceneggiatura: Daniel Geller, Dayna Goldfine;
fotografia: Daniel Geller;
musica: Leonard Cohen, John Lissauer;
produttori: Daniel Geller, Danya Goldfine.
Interpreti: Leonard Cohen, John Cale, Jeff Buckley, Steve Berkowitz.
v.o. inglese; st. francese; colore e bianco e nero; 118’ – documentario musicale

Nel percorso artistico di Leonard Cohen un suo brano è diventato un manifesto, Hallelujah, ed il film della coppia Daniel Geller, Dayna Goldfine, fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, cerca di ricostruirne la nascita e capirne la straordinaria diffusione. Questo inevitabilmente abbraccia l’intera carriera del cantante di origini ebree, un’origine importante da sottolineare perché nel suo caso ricca di spiritualità e fede. Una genesi musicale complessa, piena di ostacoli, dall’insicurezza giovanile allo scontro con produttori poco lungimiranti a fiutare il capolavoro, ma anche di amici fidati e persone entusiaste. Lo schema del documentario è quello classico, con l’uso del materiale d’archivio raccolto tra le performance in concerto e le dichiarazioni rilasciate in quaranta anni, e le interviste a figure legate professionalmente a Cohen, quali John Cale, John Lissauer, Sharon Robinson, Rufus Wainwright, Hal Willner, materiale strutturato per farne emergere lo spessore umano, legato a filo doppio con il cuore del poeta ispirato dei tempi universitari, dotato già di grande talento nel comporre dei versi.
Dai reading in facoltà al pubblico piazzato a bordo palco il passo non è lungo, le parole del racconto rievocano l’approccio quasi mistico, l’abnegazione, il tentativo di ricercare quanto di buono ci passa davanti. L’elaborazione di Hallelujah è durata ben sette anni. Approvato per la produzione da Leonard Cohen poco prima del suo ottantesimo compleanno nel 2015, il film accede a una vasta gamma di materiali d’archivio mai visti prima, tra cui taccuini personali, diari e fotografie, filmati di performance e registrazioni audio e interviste estremamente rare. Il tempo della narrazione è cronologico, parte dagli esordi per arrivare ai saluti, consegnati alla leggenda da un album oscuro e premonitore, You Want It Darker, uscito a pochi giorni dalla morte, un intervallo molto ampio da riempire di ricordi, vicende e casualità, un mosaico multicolore tormentato da qualcosa di indefinito, un’inquietudine esistenziale, il bisogno di amare e farsi amare, i modi educati, la gentilezza congenita. Un viaggio, come recita il titolo, tra gioie e dolori, prima di staccarsi dal suo autore e diventare un brano diffuso
in ogni dove. Si contano a centinaia le versioni, su tutte la cover struggente di Jeff Buckley arrivata a superare l’originale come notorietà ed il potere di generare altri discepoli tra generi diversi della galassia musicale, dal gospel, al rock al blues. (elaborato a partire dal testo di www.sentieriselvaggi.it)

LuogoGranRex
Indirizzo / ViaVia Bossi 2, Locarno
Info0792302593
Prezzo12 / 10 CHF
Sito webVai al sito
Verso l'orizzonte freddo
Osteria L'Uliatt, Fondazione Diamante, Chiasso
09.15

Fotografie di Patrizia Mazza

Patrizia Mazza è nata e cresciuta a Melano. dopo le scuole dell'obbligo e l'apprendistato di commercio inizia a lavorare nell'amministrzaine  comunale. Inizia poi un percorso universitario ed ottiene unalicenza in scienze politiche presso l'Università di Ginevra e in segiuto un master in Informazione Documentaria.

Il viaggio ha sempre fatto parte della sua vita e si avivcina alla fotografia, in modo passivo, grazie a un compagno fotografo. Solo negli ultimi sei anni iniza a fotografare in modo attivo e continuativo, prima solo animali e poi paesaggi e particolari.

Da sempre affascinata dall'estremo Nord e dall'estremo Sud del mondo con la fotografia cerca di rendere "immortali" paesaggi e particolari effimeri, così effimeri da sparire anche nel giro di qualche minuto.

LuogoOsteria L'Uliatt, Fondazione Diamante
Indirizzo / ViaVia dei Fontana da Sagno 3, Chiasso
PeriodoDal 01.03.2024 al 24.05.2024
GiorniLu Ma Me Gi Ve
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Archivi del Novecento: "Lo sguardo parziale"
Studio 2 RSI e Auditorium USI, Lugano
18.00

Quattro serate pubbliche ideate e promosse da Rete Due e dall’Istituto di studi italiani dell’USI con la collaborazione di RSI Archivi e del Forum per l’italiano in Svizzera.

Quattro incontri dedicati da una parte al ruolo degli Archivi RSI nell’epoca dei social media e della cancel culture, e dall’altra alle immagini che, reciprocamente,
Svizzera e Italia hanno recepito e proiettato l’una dell’altra, in un contesto che ha visto la definizione della propria identità realizzarsi attraverso le analogie, le differenze e un processo di integrazione anche conflittuale.

Maggiori dettagli su rsi.ch/eventi

29 febbraio: Università di Basilea - Kollegienhaus, Aula 116
Italianità plurale
con Matilde Gaggini Fontana e Nelly Valsangiacomo
in collaborazione con il Forum per l’italiano in Svizzera

11 marzo: Lugano, USI - Auditorium
L’Italia vista dalla Svizzera
con Stefano Prandi e Fabio Pusterla

18 marzo: Lugano-Besso, RSI - Studio 2
Come ci guarda il passato
con Olmo Giovannini e Vincenzo Matera

25 marzo: Lugano, USI - Auditorium
La Svizzera vista dall’Italia
con Marco Maggi

Tutte le serate sono a ingresso libero.

Conduzione: Massimo Zenari, RSI Rete Due

LuogoStudio 2 RSI e Auditorium USI
Indirizzo / ViaLugano
PeriodoDal 29.02.2024 al 25.03.2024
GiorniLu Gi
Sito webVai al sito
Salvataggio anfibi Ticino
Ticino, Bellinzona
20.00

Durante la migrazione primaverile verso i luoghi di riproduzione, rane e rospi rimangono spesso vittime della strada. A fine inverno, i volontari e le volontarie del WWF posano le barriere lungo i tratti stradali interessati dall'attraversamento degli anfibi e spostano gli individui da un lato all'altro della carreggiata. Il lavoro di volontariato è fondamentale per tenere aggiornati i dati statistici sulla popolazione degli anifibi in Ticino.

 La migrazione degli anfibi sta per iniziare. 

WWF e Centro di Coordinamento per la Protezione degli Anfibi e dei Rettili in Svizzera (Karch) rinnovano quindi, a tutti gli utenti della strada, l'appello alla prudenza e al rispetto affinché questi animali, protetti dalla legge poiché minacciati d’estinzione e preziosi anelli della catena biologica, non siano vittime della strada.

Un appello è rivolto anche alla popolazione. Azioni di salvataggio degli anfibi sono organizzate in diverse località della Svizzera italiana, ma questo è possibile solo grazie all’impegno di volontari e volontarie.

I luoghi di migrazione pattugliati sono:

Meride, Somazzo, Castel San Pietro, Riva San Vitale, Figino, Barbengo, Caslano, Muzzano (Sorengo e Piodella), Origlio, Lumino, Camorino, Magadino, Locarno, Vogorno e Lodano. 

Cerchiamo inoltre volontari/volontarie per raccogliere informazioni sulla strada cantonale che da Molinazzo di Monteggio porta a Ponte Tresa (zona Madonna del Piano).

 

per info e iscriversi: https://events.wwf.ch/campagna-per-la-natura/Salvataggio_anfibi_240301

LuogoTicino
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 22.02.2024 al 30.04.2024
GiorniTutti i giorni
Info0794621896
EtàPer adulti
Sito webVai al sito
Insectopia, la mostra minigolf
Minigolf Garden Indoor, Quartino
10.00

Grandi e piccini alla scoperta di questi incredibili animali in taglia xxl!

Quest’anno, INSECTOPIA si installa al MINI-GOLF INDOOR GADREN di Quartino nel cantone Ticino, per la gioia delle famiglie! Tuffati in un universo immaginario dove tutti questi piccoli animali che ci fanno a volte rabbrividire diventano, per il tempo di una visita, più grandi di te. Non c’è da preoccuparsi, sono innocui, anzi, ti invitano a un viaggio nel mondo minuscolo per imparare di più sulla loro vita.

LuogoMinigolf Garden Indoor
Indirizzo / ViaQuartino
PeriodoDal 09.02.2024 al 20.05.2024
GiorniTutti i giorni
Prezzo8-16 CHF
EtàPer famiglie
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Famiglie: esplorando il passato e il futuro
Biblioteca cantonale, Bellinzona
08.00

In occasione della trentesima edizione dell’Anno internazionale della Famiglia (1994-2024), Pro Familia Svizzera italiana ha inaugurato alla Biblioteca cantonale di Bellinzona un’esposizione fotografica itinerante che illustra le importanti conquiste nelle politiche familiari ottenute in Svizzera e nel cantone Ticino. In una sorta di viaggio nel tempo, i visitatori possono ripercorrere oltre 150 anni di sfide tra ruoli familiari e lavoro: dall’industrializzazione e dal modello di famiglia borghese di fine Ottocento si passa alla società dei consumi e alla diffusione del modello della madre-casalinga nel secondo dopoguerra, per poi toccare i temi della scelta della maternità e dei nuovi status per donne e giovani alle soglie del nuovo millennio e giungere infine a interrogarsi sui modelli e sui ruoli familiari che la società attuale ha rimesso in gioco.

L’obiettivo della mostra è quello di stimolare riflessioni utili a operare scelte più consapevoli e lungimiranti per favorire la conciliabilità tra famiglia e lavoro: nella classe politica, nelle aziende, nelle istituzioni, tra i cittadini.

La mostra è visitabile fino al 15 marzo 2024, secondo gli orari di apertura della Biblioteca cantonale di Bellinzona

A corollario dell’esposizione fotografica, Pro Familia Svizzera Italiana propone una serie di eventi aperti al pubblico: 

7 marzo, ore 17:30 | Conferenza “Lavoro, famiglia e tempo libero: sono davvero inconciliabili?” organizzato da Centro Ergoterapia Pediatrica CEP. In parallelo verrà proposto il laboratorio per bambini “Pari o dispari!” che propone attività divertenti sui temi delle pari opportunità, la parità salariale e la ripartizione equa dei compiti domestici.

8 marzo, alle 12.30 e alle 13:30 | Visite guidate alla mostra per celebrare la Giornata internazionale della Donna organizzate da Pro Familia Svizzera Italiana in collaborazione con Rachele Santoro, Delegata per le pari opportunità. Si evidenzierà in particolare l’evoluzione dei diritti delle donne e ci si confronterà su ulteriori sviluppi attesi.

9 marzo, ore 10:00 | Caffè narrativo “Famiglia e emigrazione” organizzato da Associazione Rete caffè narrativi.

11 marzo, ore 18:00 | Serata pubblica per aziende e datori di lavoro “La conciliabilità come fattore di attrattiva del mercato del lavoro regionale: la Città ci crede!” organizzato dai partner della piattaforma Vita-Lavoro in collaborazione con la Città di Bellinzona.

In concomitanza con gli eventi verranno proposte delle visite guidate alla mostra fotografica.
Per ulteriori informazioni e iscrizioni “Scopri il calendario degli eventi”.

LuogoBiblioteca cantonale
Indirizzo / ViaViale S. Franscini, 30 a, Bellinzona
PeriodoDal 25.01.2024 al 15.03.2024
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Lost in the Jungle
Centro Esposizioni , Lugano
10.00

Siete pronti a perdervi nella giungla? Dal 26 dicembre al 10 marzo Lost in the Jungle sbarcherà al Centro Esposizioni di Lugano. Oltre 3’000m2 di puro divertimento per tutta la famiglia.

Dopo i successi di Zurigo e Basilea, Lost in the Jungle e Losty arrivano finalmente anche in Ticino. Un incredibile labirinto conduce attraverso il parco giochi tematico di oltre 3.000 metri quadrati, dove ci si può immergere nella giungla più profonda e scoprire tante curiosità.

Da lontano si sente il richiamo delle scimmie, degli elefanti... ma quale strada porterà lì? Più ci si addentra nella giungla e maggiore è il divertimento: la realtà virtuale, un’altalena magica e l’area Tarzan, ma non finisce qui! Il labirinto porta
anche alla stanza con gonfiabili, un luogo pensato come momento di divertimento e condivisione per tutta la famiglia, e all’oasis, dove si può nuotare in una piscina riempita da oltre 200'000 palline!

Lost in the Jungle è un parco tutto da scoprire, vi aspetta al Centro Esposizioni di Lugano a partire dal 26 dicembre: perfetto per trascorrere una giornata spensierata in famiglia durante queste giornate invernali!

Maggiori informazioni: www.lostinthejungle.ch

LuogoCentro Esposizioni
Indirizzo / ViaVia Campo Marzio, Lugano
PeriodoDal 26.12.2023 al 24.03.2024
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Caravaggio und seine Zeit
MESSE BASEL, Basilea
11.00

Per la prima volta in Svizzera una mostra straordinaria che espone più di 60 opere originali del genio esponente del naturalismo.

"Caravaggio e il suo tempo - tra naturalismo e classicismo" porta a Basilea le opere di un artista senza tempo, alcune provenienti direttamente dalla Galleria degli Uffizi di Firenze!

Maggiori informazioni: www.caravaggio.ch

LuogoMESSE BASEL
Indirizzo / ViaBasilea
PeriodoDal 20.12.2023 al 07.04.2024
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
MODIFICHE EVENTI
Per qualsiasi modifica, eliminazione o annullamento per gli eventi presenti in agenda, scrivere a agenda@tio.ch
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved