Filtra per

Regione Locarnese Italia Leventina Luganese Mendrisiotto Bellinzonese
Categoria Altro Teatro Musica Musei Ballando Arte Appuntamenti Cinema Conferenze
Fuochi d'artificio di Locarno
Lago Maggiore, Locarno
21.00

Sabato 9 luglio, vi attende un battello tribuna per spettacolo pirotecnico realizzato in occasione della rassegna di Eventi di Luci e Ombre .

Affrettatevi e riservate il vostro posto a bordo.

Costo del biglietto:

Adulti              CHF 25.-
Ragazzi 6 /16   CHF 13.-

Per informazioni contattare sales@lakelugano.ch   / 091 222 11 11

 

LuogoLago Maggiore
Indirizzo / ViaLocarno
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Kataklò Athletic Dance Theatre in Back to Dance
Arena Teatro Sociale , Como
21.30

KATAKLÒ ATHLETIC DANCE THEATRE in BACK TO DANCE

Ideazione e direzione artistica Giulia Staccioli
con Gian Mattia Baldan, Matteo Battista, Giulio Crocetta, Carolina Cruciani, Eleonora Guerrieri, Sara Palumbo
Danza contemporanea acrobatica

 

In caso di maltempo lo spettacolo si farà all’interno del Teatro.

LuogoArena Teatro Sociale
Indirizzo / ViaVia Vincenzo Bellini, 22100 Como, Como
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
LIL DEBBIE
Gottardo Arena, Quinto
20.00

La colorata rapper Lil Debbie è una maestra nell'interazione con il pubblico, mescolando stile glamour e spacconeria rap per offrire uno spettacolo dal vivo coinvolgente ed energico. La giovane performer di talento introduce ogni canzone con un aneddoto, chiama gli acquirenti dei biglietti a rappare con lei, e attira la gente dalla folla per ballare sul palco. Il risultato finale è un emozionante spettacolo dal vivo che confonde la linea tra artista e pubblico. Arriva persino a chiedere quali canzoni il pubblico vuole sentire, il che significa che ogni concerto è composto principalmente dai preferiti dei fan come "Squirt", "2 Cups" e "Gotta Ball". Con il suo Young B!tch tour sta toccando le città del Nord America per portare il suo show selvaggio e coinvolgente ai fan entusiasti.

Nata a Oakland, CA nel 1990, Lil Debbie (nata Jordan Capozzi) ha iniziato a rappare in tenera età. Dopo essersi diplomata al liceo ha formato The White Girl Mob con gli amici stretti Kreayshawn e V-Nasty. Nel 2011 tutti e tre si esibirono nel video di debutto di Kreayshawn "Gucci Gucci", che ricevette milioni di visualizzazioni su YouTube e affermò il trio come un gruppo da tenere d'occhio. Più tardi quell'anno è stata licenziata da The White Girl Mob per slealtà, anche se Debbie ha contestato queste affermazioni. Si è ripresa nel 2012 collaborando con il rapper di Houston RiFF RaFF in una serie di canzoni insieme, tra cui "Squirt", "Brain Freeze" e "Michelle Obama". I video di Debbie sono diventati successi virali, ognuno dei quali ha ottenuto oltre 2.000.000 di visualizzazioni su YouTube, e il successo delle canzoni ha contribuito a catapultare la sua carriera.

LuogoGottardo Arena
Indirizzo / ViaQuinto
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Monte Tamaro Music Day
Alpe Foppa, Monte Tamaro, Rivera
11.00

Sabato 9 luglio la giornata è dedicata alla musica dal vivo!

Programma
Manifestazione che avrà luogo solo in caso di bel tempo. I concerti si terranno presso il Ristorante Alpe Foppa.

11:00 Lorenzo De Finti – Matthias Spillmann Duo  ”Lullabies from an Unknown Time”

14:30 Concerto Andrea Bignasca

Lorenzo De Finti e Matthias Spillmann
Il primo appuntamento della giornata è con il Duo Lorenzo De Finti e Matthias Spillmann. Lorenzo De Finti è un pianista Jazz che ha collezionato successi in tutta Europa e negli Stati Uniti d’America ed è il compositore e produttore di diversi spot televisivi per marchi conosciuti. Egli si esibirà con Matthias Spillmann, trombettista e compositore svizzero che ha già pubblicato 7 Album con la sua band MATS-UP. Il gruppo è stato nominato per il German Record Critics’ Award e il BMW World Jazz Award e ha vinto il Moods Blues and Jazz Award.

Andrea Bignasca
Andrea Bignasca è un cantautore Ticinese. La sua carriera da solista inizia nel 2012 e pochi anni dopo apre concerti di nomi del calibro di Everlast, Morcheeba o Gregory Porter. Nel 2015 pubblica il primo album “Gone” e si esibisce nei principali open air svizzeri. Nel 2018 arriva il primo tour all’estero, in Germania. Nello stesso anno pubblica il secondo album “Murder”, mentre il suo terzo album “Keep Me From Drowning” è uscito a marzo 2021.

La partecipazione ai concerti è gratuita, il viaggio in telecabina rimane a carico del partecipante.

LuogoAlpe Foppa, Monte Tamaro
Indirizzo / ViaVia Campagnole 6, Rivera
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Nuova mostra e concerto in piazza
Casa Cantoni / Piazza, Cabbio
18.30

Inaugurazione della nuova mostra e concerto in piazza

Cabbio, Sabato 9 luglio 2022

Ore 18:30, ex scuola (Casa Cantoni)
Inaugurazione della mostra
Stefano Spinelli. Di sguardi sospesi
Presentazione di Mark Bertogliati, curatore del MEVM
Seguirà rinfresco all’aperto

Ore 21:00, Piazza di Cabbio
Concerto
Motus laevus
Suoni d’acqua 2022
Con Tina Omerzo, Edmondo Romano, Luca Falomi, Olmo Andres Manzano Arnove


La mostra
Stefano Spinelli. Di sguardi sospesi
Ex scuola elementare (Casa Cantoni), Cabbio
9 luglio – 6 novembre 2022
martedì-domenica 14:00-17:00

I protagonisti dell’esposizione fotografica di Stefano Spinelli sono richiedenti l’asilo in transito o che tuttora risiedono nelle strutture d'accoglienza a noi vicine. Tutte e tutti loro condividono storie drammatiche, ma anche una straordinaria voglia di vivere. Con i loro sguardi testimoniano questa loro profonda sofferenza, ma anche la speranza di riuscire a trovare un angolo di mondo in cui la vita può anche essere crescita, prospettive, sicurezza. Questo progetto è dedicato a loro e a tutti i migranti, in particolare alla popolazione dell'Afghanistan confrontata a tragedie indicibili. Il lavoro si inserisce nell’ambito della mostra “Pezzi di frontiera. Geografie e immaginario del confine” e nell’ambito di una collaborazione tra il Museo etnografico della Valle di Muggio, il Centro federale d’asilo di Novazzano-Balerna e la Segreteria di Stato della migrazione.

Con il supporto di Spazio Polus e del Centro federale d’asilo di Novazzano-Balerna.


Il concerto
Motus laevus
Concerto per la rassegna Suoni d'acqua 2022

Tina Omerzo (voce, pianoforte, tastiere)
Edmondo Romano (sax soprano, clarinetti, chalumeau, whistle, zurne)
Luca Falomi (chitarra acustica, classica, 12 corde)
Olmo Andres Manzano Arnove (darabouka, tombak, wavedrum, cajon, drumset)

Nel progetto Motus Laevus coesistono in modo naturale suoni e linguaggi musicali di strumenti antichi e moderni, acustici ed elettrici, brani originali e tradizionali, in un melting pot dove la musica world si avvicina al jazz contemporaneo, canti sloveni e cultura europea si fondono con danze nordafricane e orientali, composizioni dell’est dai tempi composti vengono miscelate a scale mediorientali greco turche. In questo “Motus” tutto si evolve e si trasforma ad ogni esecuzione del gruppo.
In concerto melodia e improvvisazione trovano il loro spazio all’interno di composizioni che si distanziano dai cliché e sintetizzano nuovi vocaboli sonori e mondi musicali.

 

In collaborazione con: Associazione Musica nel Mendrisiotto

Entrata: 20.-
AVS, AI e studenti: 15.-
Soci Musica nel Mendrisiotto e soci MEVM: 10.-
Residenti del Comune di Breggia, giovani e studenti CSI: Entrata gratuita
Buvette a disposizione, a cura dell'Associazione Amici di Cabbio

LuogoCasa Cantoni / Piazza
Indirizzo / ViaCabbio
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Suoni d'acqua - YPSILON
Piazza della Chiesa - (In caso di maltempo: Chiesa Parrocchiale di Cabbio), Cabbio
21.00

Motus Laevus

Tina Omerzo voce, pianoforte, tastiere
Edmondo Romano, sax soprano, clarinetti, chalumeau, whistle, zurne
Luca Falomi, chitarra acustica, classica, 12 corde
Olmo Andres Manzano Anorve, darabouka, tombak, wavedrum, cajon, drumset

 

Dopo il primo affascinante concerto con l'omaggio a Morricone di Venerdì scorso, la rassegna Suoni d'Acqua, organizzata da Musica nel Mendrisiotto,  giunge al suo secondo appuntamento dei tre previsti, con un gruppo che delinea lo spirito di questa particolare rassegna estiva che anima alcuni luoghi incantevoli della Valle di Muggio.

Nella rinnovata Piazza di Cabbio, si esibirà il gruppo di artisti genovesi MOTUS LAEVUS.

Motus Laevus in latino ha numerosi significati ed interpretazioni: letteralmente tradotto in movimento inverso può̀ significare anche senso antiorario o “moto sinistro”, anche nell’accezione positiva attribuita dai latini all’oriente.  Tutto e il contrario di tutto, a sottolineare il fatto che le parole, come la musica, racchiudono in se molteplici direzioni e forme, nel tempo e nel luogo, un mondo senza confini. Nel progetto Motus Laevus coesistono in modo naturale suoni e linguaggi musicali di strumenti antichi e moderni, acustici ed elettrici, brani originali e tradizionali, in un melting pot dove la musica world si avvicina al jazz contemporaneo, canti sloveni e cultura europea si fondono con danze nordafricane e orientali, composizioni dell’est dai tempi composti vengono miscelate a scale mediorientali greco turche. In questo “Motus” tutto si evolve e si trasforma ad ogni esecuzione del gruppo.In concerto, melodia e improvvisazione trovano il loro spazio all'interno di composizioni che si distanziano dai cliché e sintetizzano nuovi vocaboli sonori e mondi musicali.
Esce nel giugno del 2020 il loro primo lavoro discografico dal titolo Y distribuito a livello internazionale dalla prestigiosa etichetta di world music Felmay, prodotto dai compositori Pivio e Aldo De Scalzi, distribuito in Italia da Egea Music, curato nelle riprese dallo studio Orange Home Records di Raffaele Abbate e nel mix e mastering da Marco Canepa e dai Motus Laevus. La fenicia lettera Y rappresenta l’incognita, una coordinata, in molte culture è la lettera del rito, l’iniziazione, rappresentazione grafica dell’uomo, simbolo dell’elevazione al cielo, metafora dai mille significati.

 


 ENTRATA 20.- | AVS, AI e STUDENTI 15.- SOCI MUSICA NEL MENDRISIOTTO 10.- | GIOVANI E STUDENTI CSI Entrata gratuita 1 e 15 Luglio

Entrata gratuita per i residenti del Comune di Castel San Pietro

9 Luglio

Entrata gratuita per i residenti del Comune di Breggia Soci Museo etnografico 10.-

IN CASO DI TEMPO INCERTO

Consultare il sito www.musicanelmendrisiotto.com

LuogoPiazza della Chiesa - (In caso di maltempo: Chiesa Parrocchiale di Cabbio)
Indirizzo / ViaCabbio
Prezzo10 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
TIRO OBBLIGATORIO e TIRO FEDERALE IN CAMPAGNA
STAND QUARTINO 714.002/111.905, Quartino
14.00

TIRO OBBLIGATORIO 

sabato 9 Luglio dalle 14:00 alle 17:00

Possibilità pure di eseguire il Tiro Federale in Campagna, entrambi sono GRATUITI

Portare: Form Pisa 1.23, libretto di Tiro, di servizio, pamir, arma personale e documento di legittimazione

Chi non avesse il Form Pisa 1.23 porti comunque il libretto di servizio e di tiro e le altre cose richieste.

Organizzano: Società Tiratori campagna Contone-Quartino e Società Tiratri “La Pianturina” Cadenazzo

LuogoSTAND QUARTINO 714.002/111.905
Indirizzo / ViaVia Pedemonte 16, Quartino
Concerto di Phill Reynolds in val Bavona
Mate y Moka, Cevio
20.00

Concerto di Phill Reynolds alle 20:00, dalle 18 piccolo aperitivo offerto, per chi arriva da lontano bivacco libero qua e là 

LuogoMate y Moka
Indirizzo / ViaCevio
Youtube Vai al link di YouTube
Musica dal vivo
Caffè Bar Festival, Locarno
20.00

Miki Brown Funky Band

LuogoCaffè Bar Festival
Indirizzo / ViaViale Francesco Balli 2, Locarno
Lettura al parco
Parco Scherrer, Morcote
20.30

· Secondo appuntamento con Summer in Morcote

“Le città invisibili” di Italo Calvino, un viaggio lungo 100 anni.

· 

· 

Sabato 9 luglio, nello splendido scenario del Parco Scherrer a Morcote, va in scena lo spettacolo “Le città invisibili” di Italo Calvino, un evento che evoca tante dimensioni, dalla larghezza alla profondità, dall’altezza alla temporalità, dalla storia al sogno, dalle suggestioni ai desideri.

A 100 anni dalla pubblicazione de “Le Città invisibili”, Morcote, uno dei borghi più belli della Svizzera,  le racconta attraverso la voce di Cristina Zamboni affacciandosi in un contesto utopico e surreale quale è il Parco Scherrer.

L’attrice svizzera, accompagnata dal musicista Roberto Pianca, interpreterà 19 città invisibiIi narrandole con le sonorità evocative della chitarra elettrica di Roberto Pianca.

Le Città invisibili di Italo Calvino hanno tutte nomi di donna, sono città surreali, ideali, utopiche, nascono da riflessioni sull’ambiente, sulla condizione umana, sono città ora sospese su trampoli, ora piene di rubinetteria e acqua o di immondizia, parlano di dèi e ninfe, di dirigibili e puma al guinzaglio, si incontrano in un luogo sospeso e senza tempo, tra ideale e reale.

Evento gratuito:   “Le città invisibili” di Italo Calvino

Quando/Ora: 9 luglio 2022  h.20.30

Dove: Terrazza Belvedere 

Parco Scherrer

Riva di Pilastri 20  - Morcote

 

Ticketing: Evento gratuito. Prenotazione consigliata

amicidelparcoscherrer@gmail.com

 

Età consigliata:

Durata: 60 minuti

 

In caso di brutto tempo l’evento verrà organizzato all’interno della Palazzina Indiana situata nel Parco Scherrer.

 

Per prenotarsi e ricevere informazioni scrivere a

amiciparcoscherrer@gmail.com o consultare il sito www.visitmorcote.ch nel quale sarà possibile avere informazioni in merito a tutti gli eventi di Morcote

 

 

 

Cristina Zamboni

Cristina Zamboni un’attrice svizzera. Si forma nel 2005 alla Scuola di teatro Quelli di Grock di Milano. Dal 2006 è voce della Radio della Svizzera italiana e Radio Svizzera Classica. Collabora con  diverse compagnie ticinesi e milanesi a spettacoli teatrali. Nel 2013 fonda la compagnia Hamelin Teatro, che viene selezionata ai Premi del Teatro Svizzero con lo spettacolo “300 grammi di cuore”, a rappresentare le migliori produzioni della scena svizzera. Svolge in contemporanea un percorso di narrazioni, reading teatrali, produzioni cinematografiche e letture musicate ispirate alle grandi viaggiatrici del 900. E’ protagonista del film “Barbara adesso”, presentato alle Giornate del cinema di Soletta e premiato nel 2020 al Vail Film Festival in California, come miglior lungometraggio

 

Roberto Pianca

Nato nel 1984, il chitarrista e compositore Roberto Pianca ha studiato musica al Conservatorio di Amsterdam (NL). Ha suonato e lavorato con una varietà di artisti importanti, tra i quali Joey Baron, Russ Lossing, John O’Gallagher, Mark Ferber, Johannes Weidenmüller, Thomas Morgan, Sienna Dahlen, Franco Ambrosetti, Dado Moroni, Pietro Tonolo, Nils Wogram, Colin Stranahan, Jesse Van Ruller e Savina Yannatou tra i molti altri. Oltre a esibirsi a livello internazionale con il suo gruppo (Rafael Schilt, Glenn Zaleski, Stefano Senni e Paul Amereller) e diversi altri progetti , nel 2008 ha fondato Third Reel, una collaborazione con il sassofonista Nicolas Masson ed il batterista Emanuele Maniscalco (la band, con due dischi all'attivo, è stata inserita nel catalogo della prestigiosa e leggendaria etichetta discografica tedesca ECM Records nel 2013). Pianca ha suonato in svariati clubs e festivals in Svizzera, Liechtenstein, Italia, Belgio, Francia, Germania, Danimarca, Paesi Bassi, Estonia, Portogallo, Spagna, Grecia, Stati Uniti e Canada. Festival come Willisau, Sciaffusa, BeJazz Sommer Bern, Chiasso, Clusone, Enjoy Jazz Festival Heidelberg/Mannheim, Jazz Im Goethe Garten Lisbona, AMR Jazz Festival Ginevra, Empoli, Jazz In Eden Brescia, Sile Jazz e altri. Appare su diversi dischi come sideman e ne ha pubblicati due come leader (Sub Rosa - WideEar Records 2017 e Mono No Aware - Honolulu Records 2021).

 

 

PARCO SCHERRER                                                                                                                                           

Il Parco Scherrer, affacciato sulle acque del Ceresio, ospita una ricca collezione di oggetti particolari provenienti da svariati paesi ed epoche diverse custoditi in ambienti esotici e attorniati da una vegetazione lussureggiante. Nel 1965 il parco fu lasciato al Comune di Morcote dalla vedova Scherrer con l‘esplicito desiderio di aprirlo al pubblico. Viene mantenuto come fu originariamente concepito della famiglia Scherrer, con ulteriori abbellimenti. Si presta magnificamente per manifestazioni di tipo culturale e artistico di notevole successo. Molti non sanno che fa parte altresì della prestigiosa catena dei “Grandi Giardini Italiani”. Dal 2014, grazie alle sue caratteristiche ricostruzioni di edifici e opere in stile Barocco, Rococò e Art Nouveau, è inglobato nei parchi botanici in stile “Follies”

 

MORCOTE (CH) 

Situato sul lago di  Lugano, nel Canton Ticino (Svizzera), Morcote è uno dei più bei villaggi della Svizzera. Le caratteristiche stradine, i portici delle antiche case patrizie, i monumenti architettonici di grande valore, e una vegetazione subtropicale lussureggiante fanno di Morcote la “Perla del Ceresio”, una perla che, nel 2016, si è meritata la nomina a più bel borgo svizzero, ed è iscritta nell'Inventario federale (ISOS) dei borghi da proteggere. Il nome Morcote deriva dal termine protolatino MORA, che indica un’area sassosa, e CAPUT, che sta per testa o fine. MORAE CAPUT significa pertanto fine del monte o della roccia, punta della penisola. La denominazione per l’abitante di Morcote appare per la prima volta in un documento del 926 dc: HABITATOR IN MURCAU. Nel periodo di maggior splendore dell’antico Borgo di Morcò, l’insediamento aveva la forma di un anfiteatro e si estendeva da Vico Morcote fino a Porto Ceresio, chiamato allora Porto Morcote. Uno splendore che continua a incantare svizzeri e turisti provenienti da tutte le parti del mondo.

LuogoParco Scherrer
Indirizzo / ViaRiva di Pilastri 20,, Morcote
EtàPer adulti
Sito webVai al sito
Ballo liscio - Lillo Band
Quadrifoglio, Mendrisio
21.15

Serata di ballo liscio con l'orchestra Lillo

LuogoQuadrifoglio
Indirizzo / ViaVia Borromini 20, Mendrisio
Ascona Music Festival 2022
Chiesa del Collegio Papio, Ascona
20.30

13° Ascona Music Festival: 8 luglio – 2 ottobre 2022
 
ISPIRAZIONE E MUSICA

L’Ascona Music Festival ritorna con appuntamenti che faranno risuonare in noi l’importanza e la necessità dell’Ispirazione.
 
Dedicato a questa essenziale facoltà umana, esplorata in questo caso con compositori che hanno saputo lasciare opere che accompagnano e sostengono la nostra ricerca dell’Ispirazione, il Festival propone 6 eventi a partire dall’8 luglio al 2 ottobre 2022 che si svolgeranno presso il Collegio Papio, la Chiesa Evangelica e la Sala Balint della Fondazione Monte Verità.
Il lago, con la sua magnificenza, contribuisce con uno scenario tra i più adatti alla fruizione di eventi speciali.    
 
Il Festival nato dalla creatività del fondatore e direttore artistico Daniel Levy, negli anni, ha saputo creare un clima professionale che unisce grandi artisti con giovani promesse, ed oltre ai concerti, annuncia anche una Master Class di pianoforte eseguita dallo stesso Maestro Levy.

La Master Class inaugura la ‘Scuola di Musica Vincenzo Scaramuzza’, uno speciale dipartimento dell’Accademia Internazionale di Eufonia, promotrice del Festival. La Master Class si rivolge a musicisti, studenti di pianoforte e giovani pianisti. Daniel Levy è uno dei più rappresentativi e quotati allievi del Maestro Scaramuzza e al sapere della Scuola pianistica, unisce la propria esperienza dei principi dell’Eufonia e dell’Ascolto per aiutare i musicisti a raffinare e canalizzare l’energia ispiratrice quale respiro della Musica e atto trasformatore della vita.

In un clima di importanti trasmissioni non manca un evento per tutti alla Sala Balint, nell’incantevole scenario del Monte Verità: il Concerto Dialogo di Levy sull‘Ispirazione musicale con opere di Bach, Schubert, Schumann e Brahms. Una serata all’insegna dei contenuti esclusivi, più che rari, proposti dal Maestro Levy che espone il tema spiegando a voce e suonando il piano.   

Per chi voglia poi entrare nell’aura musicale dei concerti più tradizionali, la magia del Festival 2022 offre un concerto speciale del Duo Stella e Silvia Cattaneo, con opere di Haydn, Schumann e la celebrazione del bicentenario della nascita dell’ispirato compositore Cesar Franck, con la meravigliosa Sonata per violino.  

Un appassionante recital di pianoforte del Maestro Daniel Levy, dedicato ai magistrali Notturni di Fryderyk Chopin. La connessione Chopin/Levy nei Notturni è decisamente imperdibile!

Completa la panoramica dei concerti il recital ‘Lo Spazio del Suono’ del pluripremiato violoncellista Stephan Rieckhoff, con musiche di Michael Proksch, Bach e Reger.

Spicca inoltre nell’intera struttura del Festival un evento per chi ama anche lo schermo: all’Aula Magna del Collegio Papio: Docufilm e Recital Beethoven.
Il docufilm ‘Respirando con la Musica – La storia di Vincenzo Scaramuzza’ a cura di Maria Pia Cerulo; seguito dal video del Piano Recital di Daniel Levy con Bagatelle e alcuni Adagio delle Sonate per pianoforte di BEETHOVEN.

Un Festival da seguire in ognuna delle sue raffinate produzioni!
 
 
Programma completo dell'Ascona Music Festival 2022: clicca quì

 

LuogoChiesa del Collegio Papio
Indirizzo / ViaVia delle Cappelle 1, Ascona
PeriodoDal 08.07.2022 al 02.10.2022
GiorniTutti i giorni
Info+41763346900
Prezzo56.50 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
PrevenditaAcquista biglietti su Ticketcorner
Goethe sul Gottardo
Passo del Gottardo, Airolo
00.00

Goethe sul Gottardo- Le tappe salienti dei suoi viaggi attraverso la Svizzera

Prima nazionale al Sasso San Gottardo: al Museo Sasso San Gottardo, nel settore "esposizioni" è presentata una mostra permanente dedicata ai viaggi di Goethe al Gottardo.

Goethe visitò tre volte il Passo del Gottardo, contribuendo così in modo significativo alla formazione del "mito del Gottardo". Non solo trovò ispirazione per la scrittura delle sue opere letterarie, ma intraprese anche importanti studi geologici. Ancora oggi, nella sua collezione ci sono oltre cento campioni di minerali e rocce provenienti dal Gottardo! La mostra è incentrata sui resoconti dei suoi tre viaggi fino all'Ospizio San Gottardo. Inoltre, presenta in dettaglio come il più famoso visitatore del Gottardo di tutti i tempi ha viaggiato e come si è informato e abbia ricercato materiale sulla leggenda di Guglielmo Tell.

LuogoPasso del Gottardo
Indirizzo / ViaAirolo
PeriodoDal 04.07.2022 al 16.10.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo20 CHF
Sito webVai al sito
PrevenditaAcquista biglietti
Mostra Fotografica di Marshall Vernet
CasaGalleria.ART, Rovio
10.00

Il 2 luglio dalle ore 10.00 fino alle ore 19.00 Marshall Vernet, fotografo americano che vive a Gstaad nel Canton Berna, è ospite di CasaGalleria.ART per l'inaugurazione della sua mostra personale "NATURARCHITETTONICA".
Natura e architettura, bianco e nero, due binomi indissolubili che contraddistinguono la fotografia di Marshall Vernet, autore americano che attraverso le sue opere fa della natura la più bella forma di architettura. 
In mostra dal 2 luglio al 28 agosto presso CASAGALLERIA.ART, la serie delle più belle immagini naturalistiche dell’autore. Opere che, avulse dal loro contesto geografico, diventano canone di bellezza classica fatta di eterna eleganza che pone chi le guarda ad andare oltre i confini della propria immaginazione alla scoperta di luoghi non luoghi che impressionano per la loro magnificenza. L’ inaugurazione della mostra è prevista il 2 luglio alla presenza dell’artista.

 
Marshall Vernet classe 1956 è newyorkese di nascita. Studia in Europa senza mai separarsi dalla sua macchina fotografica che diventa parte integrante del suo essere artista. La fotografia per lui è una grande passione. Rientra negli Stati Uniti e si trasferisce a Los Angeles lavorando come fotografo a Hollywood. Entra a stretto  contatto con Denzel Washington nel film “Deja Vu”, con Robert De Niro e Wesley Snipes in “The Fan”, con Will Smith e Gene Hackman in “Enemy of the State” e con Keira Knightley e Mickey Rourke in “Domino”. Dopo una lunga esperienza cinematografica, decide di trasferirsi a vivere in Italia dove si dedica completamente alla still photography. 
E' obbligatoria la prenotazione: 079-1373111 - hello@casagalleria.art

 

LuogoCasaGalleria.ART
Indirizzo / ViaRovio
PeriodoDal 02.07.2022 al 28.08.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
FRONTSTAGE - Ritratti sul palco
Sala Maspoli, Morcote
18.00

Sabato 2 luglio arriva a Morcote "FRONTSTAGE - Ritratti sul palco" di Massimo Rana con Paolo Bertazzoni

Alle ore 18.00 la presentazione del libro dedicato ai grandi della musica rock e l'inaugurazione della mostra fotografica in bianco e nero: da David Bowie a Frank Zappa

La mostra è gratuita e sarà visibile tutti i weekend da sabato 2 luglio a domenica 17 luglio 2020

 

____

E’ l’ora di SUMMER IN MORCOTE 2022 

Da sabato 2 a domenica 17 luglio il primo appuntamento è a tempo di rock con “FRONTSTAGE - Ritratti sul palco” di Massimo Rana

Presentazione del libro e inaugurazione della mostra fot ografica dedicata ai protagonisti del mondo del rock: da David Bowie a Frank Zappa

Sabato 2 luglio 2022 si inaugura ufficialmente, a tempo di rock,  Summer in Morcote 2022, la lunga stagione di eventi che caratterizzeranno l’estate 2022 di uno dei borghi più belli della Svizzera. 

Protagonista del primo evento sarà il fotografo milanese Massimo Rana che, insieme al  giornalista Paolo Bertazzoni presenterà, per la prima volta in Svizzera -  dopo Venezia, Brescia e Milano - il suo libro “FRONTSTAGE. Ritratti  sul palco”: una raccolta di 120  scatti inediti in bianco e nero che ritraggono i più grandi personaggi del mondo della musica rock internazionale.

David Bowie, Bruce Springsteen, Frank Zappa, AC/DC, Elton John, U2,  Ramones e tanti altri. Sono solo alcuni dei protagonisti della musica rock immortalati dal fotografo tra gli anni Ottanta e Novanta e diventati oggetto di una straordinario libro e di una mostra fotografica che si svolgerà tutti i weekend dal 2 luglio al 17 luglio 2022 nella sala Sergio Maspoli del Comune di Morcote

Sabato 2 luglio, alle ore 18.00 l’appuntamento è con la conferenza di presentazione del libro “FRONTSTAGE. Ritratti sul palco”. 

A seguire verrà quindi inaugurat a ufficialmente la mostra fotografica, mostra che potrà essere ammirata insieme al fotografo per tutta la durata dell’esposizione: 28 scatti di varie dimensioni, quasi tutte interamente inedite in un bellissimo bianco e nero a tiratura limitata, che sintetizzano una carrellata di 120 artisti e gruppi musicali del panorama internazionale. Fotografie di concerti che per anni sono rimaste nell'archivio di Rana e che, nel maggio 2021 sono state raccolte, selezionate e raccontate prima in un volume e poi in una mostra, sempre con il titolo “FrontStage. Ritratti sul palco”

L’evento del 2 luglio si concluderà con il momento dedicato alla firma delle copie del libro e un breve aperitivo offerto dal Comune di Morcote

 

Jürg Schwerzmann, municipale del Comune di Morcote, ha dichiarato “Morcote è da sempre sinonimo di eventi e musica di qualità. Quest’anno abbiamo deciso di organizzare SUMMER IN MORCOTE 2022 prevedendo numero se iniziative dedicata alla cultura, alla sostenibiltà e alla musica con un occhio di riguardo al mondo del rock” e continua “Dopo il successo dello scorso 30 gennaio 2022 con l’evento “Get Back to Morcote” ideato con Radio Morcote International, abbiamo scelto di organizzare due mostre che raccontano la storia del rock a 360° e la prima è proprio “FRONTSTAGE. Ritratti sul palco”. Morcote ha tra i suoi cittadini Grant Benson, speaker a livello internazionale che ha solcato i mari del  nord con la famosa radio pirata, Radio Caroline, ed ha fondato proprio nel nostro villaggio Radio Morcote International e quindi perchè non approfittare della sua cultura musicale?” e conclude “Tra luglio ed agosto avremo quindi in programma numerose iniziative ed eventi dedicati al rock, ma non solo. Sul nuovo sito  www.visitmorcote. ch, nella sezione EVENTI, sarà possibile consultare e scaricare il programma”. conclude  Schwerzmann.

 

Massimo Rana, ha commentato “Sono molto orgoglioso di presentare il mio libro e la mia mostra a Morcote, uno dei borghi più rock della Svizzera” e continua “per me è un onore e un piacere poter raccontare il mio lavoro in Ticino e sono certo che le persone si appassioneranno ai miei ritratti e alle decine e decine di aneddoti che avrò l’occasione di poter raccontare durante la presentazione nel libro e nel corso delle visite guidate come è accaduto a Milano e a Venezia”.

“Sono stato un fotografo di concerti per molti anni. Ho vissuto momenti folli, sorprendenti e magici da sotto il palco. Ti trovi a scattare mentre sei immerso nell’onda sonora che ti avvolge come l’incenso. Davanti a te ti trovi l’artista che imbraccia la chitarra, madido di sudore...o col microfono tra le dita, o con le guance paonazze e gonfie soffiando in un sassofono... Sul tuo photo pass c’è scritto 'Three songs. No flash!' e questo è l’imperativo da seguire, il tempo che hai a disposizione per fare del tuo meglio”.

 

La mostra “FRONTSTAGE. Ritratti sul palco” è aperta al pubblico e gratuita.

 

Municipio di Morcote

Sala Maspoli

Riva  da Sant Antoni

 

Sabato 2 luglio, in occasione del passaggio degli Swiss Harley Days a Morcote, l’apertura della mostra sarà anticipata alle ore 16.00 invece che le ore 17.00

 

DAATA E ORARI: domenica 2 luglio h.16.00 - 22.00 

domenica 2 luglio h.18.00 presentazione libro e visita guidata con l’autore.

venerdì 8 - sabato 9 - domenica 10 luglio: h.17.00 - 22.00

venerdì 15 - sabato 16 - domenica 17 luglio: h.17.00 - 22.00

 

Massimo Rana

Nasce nel 1962 a Rho e cresce a Pero, nell’hinterland milanese. Dopo aver frequentato l’ITSOS di Milano inizia l’esperienza come Free Lance e la collaborazione con diverse agenzie dedicandosi a due grandi passioni: il reportage sociale e la musica. Sui palchi del “nuovo rock italiano” inizia collaborazioni con gruppi come i Timoria, Underground Life, Elio e le Storie Tese. Con una collaborazione col quotidiano 'Il Manifesto', comincia a poter accedere ai palcoscenici dei più prestigiosi artisti internazionali. Alla fine degli anni ’80 viaggia nell’est Europa realizzando fotoreportage. Nel 1991 durante un reportage a Cipro del Nord, occupata decenni prima dalla Turchia, viene arrestato con l’accusa di spionaggio. Le autorità lo imprigionano e viene condannato a cinque anni di carcere. Grazie ad un escamotage riesce a lasciare il paese e a tornare in Italia. In quel periodo la sua collaborazione con Elio e le Storie Tese è molto feconda e tracce di questa esperienza rimangono nel disco del gruppo che uscirà nel 1992 con il titolo di “Italyan, rum casusu çikti”. All’alba del nuovo millennio, dopo diverse centinaia di concerti alle spalle, realizza che è ora di dire basta. Appende la macchina fotografica al chiodo e rinchiude le sue foto, i suoi negativi, in archivio. Ma dopo tanti anni si riapre l’archivio...

“Ho cominciato il mio lavoro come fotografo di agenzia – spiega Massimo Rana - ma poi grazie ad una collaborazione con un quotidiano, mi sono ritrovato sui palchi dei concerti più importanti che si sono svolti a Milano tra la seconda metà degli anni Ottanta e i primi anni del 2000. Poi, insieme alla mia passione per la musica, diventare un fotografo da concerti il passo è stato breve e in pochi anni mi sono ritrovato con un archivio immenso di immagini. Ognuna di queste foto ha una storia – aggiunge -, e sono il frutto di anni e anni in cui ho calcato il palco in quello spazio quasi irreale che sta tra i fans scatenati e il cantante sul palco. Sono diventato un testimone oculare dotato di obiettivo che entra nell'intimo dell'artista, indaga i suoi sguardi, scruta i suoi gesti e talvolta irrompe nei sentimenti. Così lo scatto che cogli da quella realtà, da quell'unico momento irripetibile viene trasportato in un altro tempo”. Tante storie di cui una in particolare legata a David Bowie. “E' stata una tappa fondamentale del mio lavoro – racconta Rana – e ho sempre amato la sua musica e trovarmi così vicino a questo grande artista nel suo concerto nel 1990 al Palatrussardi è stato davvero il “concerto perfetto”. Dopo la sua scomparsa nel 2016 ho riguardato i negativi di quella serata e mi sono accorto che c'erano scatti che non avevo stampato; fotografie del “duca bianco” mai viste fino a quel momento”.

FRONTSTAGE. Ritratti sul palco - Il volume

Il libro, composto da ben 144 pagine al formato 18x27cm, è edito da CROWDBOOKS è  disponibile sulla piattaforma dell’editore all’indirizzo  https:// crowdbooks.com/it/frontstage- ritratti-sul-palco/  e in tutte le librerie italiane (oltre che in vendita a Morcote durante la mostra)

Massimo Rana nel libro racconta i concerti più emozionanti della sua carriera, corredati da piccoli aneddoti che fanno rivivere gli istanti ritratti. Alcuni “compagni di percorso” hanno contribuito nel raccontare queste fotografie. Musicisti come Omar Pedrini (ex Timoria) e Flavio Ferri (Delta V); giornalisti musicali come Fausto Pirito, Paolo Bertazzoni e Eddi Berni; uno scrittore come Federico Scarioni e un produttore artistico, promoter instancabile di spettacoli dal vivo, musical e show come Claudio Trotta, patron di Barley Arts.

AC/DC, Bryan Adams, B.B. King, Beastie Boys, Bon Jovi, David Bowie, Nick Cave, Chick Corea, Miles Davis, Dire Straits, Elton John, Ben Harper, P.J. Harvey, Iggy Pop, Madonna, Negresses Vertes, Ramones, Bruce Springsteen, Tina Turner, Frank Zappa, sono solo alcuni dei protagonisti della musica live immortalati in questo volume.

FRONTSTAGE. Ritratti sul palco. La mostra

La mostra, promossa dal Comune di Morcote, arriva per la prima volta in Svizzera dopo  Venezia (Galleria ItinerArte) nel settembre 2021, in Val Camonica, Brescia (Museo di Nadro-Ceto) ottobre/novembre 2021 e a Milano a gennaio e febbraio 2022 (Archivio Iginio Balderi)

Si compone di 28 scatti di varie dimensioni, quasi tutte interamente inediti in un bellissimo bianco e nero a tiratura limitata, che sintetizzano una carrellata di 120 artisti e gruppi musicali del panorama internazionale. Fotografie di concerti che per anni sono rimaste nell'archivio di Rana e che, nel maggio 2021 sono state, prima raccolte, selezionate e raccontate nel volume, sempre con il titolo “FrontStage. Ritratti sul palco” e poi attraverso più mostre in giro per l’Italia (dal 2 al 17 luglio a Morcote, in Svizzera)

 

Elenco degli scatti esposti a Morcote

STONE TEMPLE PILOTS - Scott Weiland  / Sesto San Giovanni (MI), PalaSesto, 18/11/1994

AC/DC - Angus Young  / MODENA, "Monsters of Rock", 14/9/1991

Tori Amos  / MILANO, Teatro Nazionale, 29/3/1996

Nick Cave & the BADSEEDS  /  MILANO, Parco Aquatica, "SONORIA '96", 30/6/1996

B.B. King / MILANO, PalaTrussardi, 8/11/1990

Dizzy Gillespie / MILANO, Le Scimmie, 1991

Billy Idol / MILANO, PalaTrussardi, 29/11/1990

David Bowie / MILANO, PalaTrussardi, 14/4/1990

Neneh Cherry / MILANO, Parco Aquatica, "SONORIA '96", 28/6/1996

Jimmy Cliff / MILANO, Rolling Stone, 1/7/1987

Miles Davis / VIAREGGIO, Stadio dei Pini, 29/7/1989

DEVO – Mark Mothersbaugh / MILANO, Rolling Stone, 11/10/1990

Elton John / MILANO, Forum Assago, 6/6/1993

Ben Harper / MILANO, PalaLido, 1/6/1994

RAMONES / MILANO, PalaTrussardi, 22/1/1996

Joe Jackson / MILANO, Teatro Smeraldo, 17/2/1995

Lenny Kravitz / MILANO, PalaTrussardi, 16/3/1996

MANO NEGRA - Manu Chao / MILANO, Rolling Stone, 10/4/1990

Pat Metheny / MILANO, Arena Civica, 11/7/1990

Les NEGRESSES VERTES – Helno / VARESE, Giardini Estensi, "L'Altro Jazz '91", Luglio 1991

Sinead O'Connor / MILANO, PalaTrussardi, 2/11/1990

 Siouxsie & the BANSHEES / MILANO, City Square, 10/10/1991

R.E.M. - Michael Stipe / MILANO, Forum Assago, "Green world tour", 15/6/1989

Bruce Springsteen / TORINO, Stadio Comunale, “Human Rights Now!”, 8/9/1988

Ravi Shankar / MILANO, 1991

Sting / MILANO, Arena Civica, 20/4/1988

Tina Turner / MILANO, PalaTrussardi, 3/5/1990

Frank Zappa /  MILANO, PalaTrussardi, 2/6/1988

 

LuogoSala Maspoli
Indirizzo / ViaRiva da S. Antoni 10, Morcote
PeriodoDal 02.07.2022 al 17.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
FRONTSTAGE - Ritratti sul palco
Morcote, Morcote
18.00

David Bowie, Bruce Springsteen, Frank Zappa, AC/DC, Elton John, U2,  Ramones e tanti altri. Sono solo alcuni dei protagonisti della musica rock immortalati dal fotografo Massimo Rana tra gli anni Ottanta e Novanta e diventati oggetto di un libro e di una mostra che si terrà dal 2 al 17 luglio 2022 (ogni weekeend) nella sede del Comune di Morcote (Sala Maspoli) Riva da S.Antoni, 10

FRONTSTAGE - RITRATTI SUL PALCO ... Da Milano a Morcote 

28 scatti, quasi tutti inediti in un bellissimo bianco e nero a tiratura limitata che sintetizzano una carrellata di 120 artisti e gruppi musicali del panorama internazionale. Fotografie di concerti storici che potranno essere ammirate dal 2 al 17 luglio 2022 a Morcote 

“FRONTSTAGE. Ritratti sul palco”

Sala Maspoli, Comune di Morcote

Riva da S.Antoni 10, Morcote

LuogoMorcote
Indirizzo / ViaRiva da S. Antoni 10, Morcote
PeriodoDal 02.07.2022 al 17.07.2022
GiorniVe Sa Do
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Suoni d'acqua
Mendrisiotto, Castel San Pietro
21.00

I musicisti che animano la stagione estiva Suoni d’Acqua, sono selezionati, oltre che per l’indubbia qualità artistica, anche per appartenere a un’area di artisti fantasiosi e immaginifici, compositori, improvvisatori e creatori di nuovi percorsi sonori e ardite mescolanze, all’insegna dell’incontro: di generi, culture, esperienze, processi creativi.

In questi quattordici anni di storia dell’amatissima rassegna estiva di Musica nel Mendrisiotto, sono stati selezionati alcuni luoghi che meglio consentono l’integrazione degli spazi dal punto di vista acustico, paesaggistico e logistico, con la tipologia di concerti che vengono rappresentati.

L’affezionato pubblico di Suoni d’Acqua ama questi momenti di scambio e una rappresentazione del concerto che abbatta ogni barriera e che favorisca la condivisione.

 

Il tre concerti si svolgono nel mese di Luglio, a cadenza settimanale, a Castel San Pietro (alla Masseria Cuntitt) Cabbio (nella nuova e rinnovata piazza della chiesa), e Monte (nella Piazzetta della Chiesa).
 

Quest’anno Suoni d’Acqua ospiterà:

 

 

 

 

 

Venerdi 1 Luglio ore 21

Castel San Pietro Masseria cuntitt

(In caso di maltempo: Scuola Elementare di Rancate)

 

INSEGUENDO QUEL SUONO

 

Alessandro De Rosa, voce narrante

Fausto Beccalossi, fisarmonica

Claudio Farinone, chitarra

 

 

Spesso considerata come elemento di semplice abbellimento, la musica per il cinema rischia di ricoprire un ruolo di secondo piano all'interno della produzione filmica. Ennio Morricone è stato invece il compositore che ha reso la musica l'elemento protagonista, conferendole autorevolezza. Una esperienza professionale e di vita ricca e a tratti ancora misteriosa che lo ha portato ad interagire con tutti i contesti che il XX secolo potesse offrire ad un musicista (dal Conservatorio a Darmstadt, dalle sessioni come turnista, alla musica scritta e improvvisata, dal cinema alla sala da concerto passando per il mondo discografico, le canzoni, il teatro, la radio e la televisione). Quali sono i segreti che si celano dietro il suo percorso? In che modo il Maestro è divenuto un’icona riconosciuta e riconoscibile in tutto il mondo attraverso la sua musica?

Raccontare Ennio Morricone non significa discutere solamente del suo fecondo e straordinario rapporto col cinema, ma può spalancare ampie riflessioni sulla musica, sulla società e la cultura del suo e del nostro presente. Discutere la modernità, l’oggi. Un importante percorso per assumere prospettiva ed orientarsi anche attraverso il percorso formativo, artistico e di vita di questo Maestro conosciuto in tutto il mondo, ripercorrendo alcune delle sue intramontabili pagine musicali.

 Alessandro De Rosa, compositore e scrittore, è coautore insieme ad Ennio Morricone di "Inseguendo quel suono" (Mondadori Libri, 2016-2020-2021), autobiografia ufficiale del Maestro romano in forma di conversazioni tradotta in svariate lingue tra le più parlate al mondo, da Morricone stesso definito il più significativo libro che lo riguarda. Nello spettacolo a tre voci, attraverso filmati inediti e spezzoni di film, Alessandro racconta alcuni tratti salienti della vita e dell'opera del Maestro, creando un filo rosso con le interpretazioni di Fausto Beccalossi e Claudio Farinone, che rileggono alcuni passi più o meno noti del suo percorso musicale, plasmandoli sui loro strumenti.

 

 

 

 

Sabato  9 Luglio ore 21

Cabbio Piazza della Chiesa

(In caso di maltempo: Museo Etnografico della Valle di Muggio)

 

YPSILON

 

Motus Laevus

 

Tina Omerzo voce, pianoforte, tastiere
Edmondo Romano, sax soprano, clarinetti, chalumeau, whistle, zurne
Luca Falomi, chitarra acustica, classica, 12 corde
Olmo Andres Manzano Anorve, darabouka, tombak, wavedrum, cajon, drumset

 

Motus Laevus in latino ha numerosi significati ed interpretazioni: letteralmente tradotto in movimento inverso può̀ significare anche senso antiorario o “moto sinistro”, anche nell’accezione positiva attribuita dai latini all’oriente.  Tutto e il contrario di tutto, a sottolineare il fatto che le parole, come la musica, racchiudono in se molteplici direzioni e forme, nel tempo e nel luogo, un mondo senza confini. Nel progetto Motus Laevus coesistono in modo naturale suoni e linguaggi musicali di strumenti antichi e moderni, acustici ed elettrici, brani originali e tradizionali, in un melting pot dove la musica world si avvicina al jazz contemporaneo, canti sloveni e cultura europea si fondono con danze nordafricane e orientali, composizioni dell’est dai tempi composti vengono miscelate a scale mediorientali greco turche. In questo “Motus” tutto si evolve e si trasforma ad ogni esecuzione del gruppo.In concerto, melodia e improvvisazione trovano il loro spazio all'interno di composizioni che si distanziano dai cliché e sintetizzano nuovi vocaboli sonori e mondi musicali.
Esce nel giugno del 2020 il loro primo lavoro discografico dal titolo Y distribuito a livello internazionale dalla prestigiosa etichetta di world music Felmay, prodotto dai compositori Pivio e Aldo De Scalzi, distribuito in Italia da Egea Music, curato nelle riprese dallo studio Orange Home Records di Raffaele Abbate e nel mix e mastering da Marco Canepa e dai Motus Laevus. La fenicia lettera Y rappresenta l’incognita, una coordinata, in molte culture è la lettera del rito, l’iniziazione, rappresentazione grafica dell’uomo, simbolo dell’elevazione al cielo, metafora dai mille significati.

 

Venerdi 15 Luglio ore 21

Monte Piazzetta della chiesa

(In caso di maltempo: Scuola Elementare di Rancate)

 

MEDITERRANEO BATTENTE

 

Giovanni Seneca voce, chitarra classica e battente composizioni e arrangiamenti
Anissa Gouizi voce, percussioni

 

Musiche e canti ispirati alle diverse culture del mediterraneo e al dialogo tra i popoli. Nello spettacolo, s’intrecciano composizioni originali a canti tradizionali che abbracciano l'insieme delle tradizioni mediterranee in varie lingue e dialetti: arabo, ladino, greco, serbo-croato, napoletano, pugliese, abruzzese e marchigiano. In un continuo vagare e mescolarsi di suggestioni musicali idealmente ispirate al mare e al mediterraneo, si incontrano suoni e colori diversi. Protagoniste sono le voci e le corde del mediterraneo. Di particolare interesse l’utilizzo della chitarra battente, tipica della tradizione del sud Italia fin dal XIV secolo. Il suono di questo antico strumento è inconfondibile ed è diametralmente opposto a quello delle normali chitarre ed è più simile ad un clavicembalo o un saz. E’ ancora molto usato nella musica tradizionale, ma attraverso le composizioni di Seneca approda a  nuove sonorità che ne esaltano la sua anima antica e popolare al tempo stesso. Nelle composizioni originali e negli arrangiamenti presentati troviamo riferimenti e citazioni che provengono da diverse aree geografiche e musicali. Il viaggio musicale nel mediterraneo parte dalle sonorità del sud Italia e passando   per i Balcani, la Grecia, la Turchia e il Maghreb, approda fino alla Spagna. La voce versatile di Anissa e le percussioni si fondono con le corde interpretando alcune canzoni tradizionali riarrangiate per questo duo.

LuogoMendrisiotto
Indirizzo / ViaCastel San Pietro
PeriodoDal 01.07.2022 al 15.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Apertura doposcuola inclusivo
Mendrisio, Mendrisio
10.00

Apertura doposcuola inclusivo aperto a tutti, anche per chi presenta DSA,ADHD,APC,Disturbi del linguaggio e autismo. Il doposcuola è aperto a bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni.  A livello trasversale, vuole sviluppare maggiormente autonomia, autostima, motivazione all'apprendimento e competenze disciplinari oltre a promuovere obiettivi specifici per migliorare le diverse neurodiversità. Il doposcuola sarà a Mendrisio, Lugano e Bellinzona. Per chi abitasse lontano è possibile un pacchetto flessibile o un potenziamento online molto efficace. Se vuoi, Puoi! Il doposcuola è condotto da Giovanna Bagutti, tutor dell'apprendimento in DSA, ADHD, docente SE con master in autismo, esperienza approfondita nel seguire e supportare bambini di scuola elementare e medie. Per maggiori informazioni: g.baguttigmail.com

LuogoMendrisio
Indirizzo / ViaMendrisio
PeriodoDal 30.06.2022 al 30.06.2023
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
Festival Como Città della Musica
Arena del Teatro Sociale, Como
21.00

Torna all’Arena del Teatro Sociale di Como il Festival Como Città della Musica, dopo due anni passati in altri luoghi.

Questa quindicesima edizione è intitolata Prediletti dalle stelle, citazione tratta da L’elisir d’amore, opera che inaugura il Festival, ma che vuole riferirsi alle stelle in maniera più ampia: dalla volta celeste e al cielo notturno che faranno da splendida cornice ai nostri spettacoli, fino alle stelle del cinema con un richiamo a Charlie Chaplin nell’immagine e un leitmotiv cinematografico che si intreccerà nella programmazione.

 

Come ormai da dieci anni, il Festival inaugura con 200.Com Un progetto per la città, giunto all’ottava edizione. Il titolo scelto per quest’opera partecipativa del Teatro Sociale di Como è ancora una volta L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, in scena mercoledì 29 giugno, venerdì 1 e sabato 2 luglio. A dirigere Orchestra 1813, coro e cantanti professionisti ci sarà la Direttrice Azzurra Steri. La regia è di Manuel Renga che ha studiato l’Arena, trasformandola in “un set cinematografico che ci ricorda le ambientazioni e i personaggi di Modern times di Charlie Chaplin o di Animal crackers dei Fratelli Marx”. Protagonisti i cantanti AsLiCo vincitori e finalisti delle passate edizioni del Concorso per giovani cantanti lirici: Claudia Urru (Adina), Nico Franchini (Nemorino), Lodovico Filippo Ravizza (Belcore) e Matteo Mollica (Dulcamara).

 

Giovedì 7 luglio torna ad esibirsi nella sua città d’adozione la regina della musica africana Fatoumata Diawara, impegnata in un tour internazionale. Accompagnata dalla sua band, presenterà Fenfo, l’album che le è valso due nomination ai Grammy Awards nel 2019. Audacemente sperimentale ma rispettoso delle sue radici, è un disco che la definisce come la voce della giovane donna africana, orgogliosa della sua eredità, ma con una visione che guarda con sicurezza al futuro e con un messaggio universale.

 

Si passa poi alla musica classica venerdì 8 luglio. In questa serata il celebre violinista comasco Davide Alogna si esibirà insieme all’AYSO Orchestra (Apulian Youth Symphony Orchestra), guidati dalla bacchetta della Direttrice Teresa Satalino. In programma le musiche di L. Bernstein, J. Brahms, F. Mendelssohn, I. Stravinskij.

 

Ampio spazio avrà la danza.

Primo appuntamento sabato 9 luglio con Kataklò Athletic Dance Theatre, la più importante compagnia italiana di physical theatre, torna sulle scene inneggiando alla ripartenza: we are Back to Dance! L’atletismo e la poesia che hanno reso la compagnia ambasciatrice del Made in Italy nel mondo, tornano sulle scene ad ammaliare e a diffondere vitalità.

Domenica 10 luglio è in programma uno spettacolo acrobatico, comico e musicale, che richiama il cinema. Sulle travolgenti note della colonna sonora del leggendario film di John Landis, i Black Blues Brothers fanno rivivere uno dei più grandi miti pop dei nostri tempi a colpi di piramidi umane, limbo col fuoco, salti acrobatici con la corda e nei cerchi. I cinque artisti kenioti sono strabilianti equilibristi, sbandieratori, saltatori e acrobati col fuoco. Ogni oggetto di scena diventa uno strumento per acrobazie mozzafiato e coinvolgimento costante del pubblico.

Mercoledì 13 luglio la Compagnie Hervé Koubi chiude la danza con Boys don’t cry, creazione del 2018 di Hervé Koubi, artista francese di origine algerina che ha creato la sua compagnia nel 2000 ottenendo un rapido successo a livello internazionale. Lo spettacolo alterna momenti di contemporanea, hip-hop e di parlato, e racconta cosa significa scegliere di diventare ballerino quando sei un ragazzo, specialmente quando provieni da Paesi dove la differenza di genere pesa ancora tanto sui destini individuali.

 

La settimana successiva vedrà in Arena giovedì 14 luglio Oblivion summer show, uno spettacolo degli Oblivion, gruppo comico che ama giocare con la musica e il teatro, una sorta di Spotify vivente che spazia dai Queen a Gianni Morandi. Faranno passare agli spettatori una piacevole e divertente serata in musica.

 

Venerdì 15 luglio La lunga Notte Jazz inonderà la città di musica jazz. In arena si esibirà Bebo Ferra Voltage Trio, accompagnato dall’icona del jazz internazionale Enrico Rava, special guest. Prima e dopo il concerto, dalle 18.30 alla 1 di notte, sarà possibile assistere alla jam session di numerose band in diverse parti della città, da Piazza San Fedele a Piazza Volta, passando per l’Aeroclub, l’Ostello Bello, e per chiudere infine a Giulietta al Lago. Il 23 maggio verrà pubblicato un bando per dare la possibilità a tutti i musicisti jazz di partecipare alla notte.

 

Gli ultimi due eventi in Arena sono in collaborazione con MyNina Spettacoli.

Samuele Bersani sceglie Como per dare via al suo Cinema Samuele Tour Estate, sabato 16 luglio. Un tour che attraverserà l'Italia e porterà la musica di uno degli artisti più amati di sempre in un incontro di suoni e immagini tra le note e le storie dei suoi album precedenti, in una versione completamente riarrangiata, e quelle del suo ultimo apprezzatissimo disco. La scaletta è il racconto in note di trent'anni di carriera, ma anche, e soprattutto, di quelle delle “sale” del suo ultimo album, da ascoltare e guardare come un film.

Chiude il Festival domenica 17 luglio Alla scoperta di Morricone, omaggio al celebre nome italiano del cinema. Il tributo unico dell’Ensemble Symphony Orchestra, diretta dal Maestro Giacomo Loprieno, alle musiche del grande compositore italiano si arricchisce di nuove pagine in gran parte meno conosciute ma di grande bellezza nello sconfinato repertorio del M° Morricone per dar vita a questo nuovo spettacolo. Non solo un concerto, ma un percorso di parole, suggestioni e performance solistiche che guidano lo spettatore attraverso i decenni che hanno reso grande il cinema e la musica italiana e internazionale.

 

SOSTENIBILITÀ

Insieme al fil rouge cinematografico, non può mancare il grande tema della sostenibilità, molto caro alla Presidentessa AsLiCo Simona Roveda. La sostenibilità questa volta sarà soprattutto sociale.

 

Una collaborazione per noi molto importante è con la Piccola Casa Federico Ozanam, che accoglie e assiste da 90 anni bisognosi senza fissa dimora, in via prevalente uomini anziani e soli, in difficoltà economiche. Impegnata in percorsi di reinserimento sociale dei suoi ospiti, la Piccola Casa ha dato il via al progetto “Social Street Food”, una soluzione originale di formazione, inserimento lavorativo e relazione con la cittadinanza attiva. Il pubblico potrà quindi trovare in Arena l’Ape car Solidale, un servizio bar, interamente gestito da volontari Ozanam insieme ai suoi ospiti.

 

Per raggiungere il concerto alla Torre del Baradello, si potrà partecipare ad una passeggiata organizzata da Slow Lake Como e il Parco Spina Verde, tra storia, natura, curiosità, e infine musica, con partenza dal Teatro. Un tour che permetterà di attraversare fisicamente la storia di Como connettendo due dei suoi simboli, il Teatro Sociale e il Castello Baradello, attraversando la città fino al Parco Spina Verde, un autentico cuore verde, un parco protetto ma quasi urbano, una natura a tratti selvaggia eppure così vicina e così indissolubilmente legata alla città.  La passeggiata sarà tenuta dalle guide di Slow Lake Como, anima turistica a cui il parco ha affidato l’incarico di gestione delle attività al Baradello, che punta a valorizzare il patrimonio storico, culturale, gastronomico e ambientale del Lago di Como, attraverso un turismo rispettoso e sostenibile.

 

Come da tradizione, oltre all’Arena c’è in programma Intorno al Festival, rassegna gratuita molto apprezzata dal pubblico che si ritrova così a scoprire e ri-scoprire luoghi particolarmente affascinanti della nostra città e del nostro lago.

Dall’alba al tramonto, dai parchi, agli hotel, passando per le piazze centrali della città, fino al Parco Negretti, in periferia, con spettacoli per bambini, concerti d’opera, cori, musica classica e jazz… il leitmotiv è sempre il cinema, che prende piede nella musica.

Un ringraziamento particolare ai partner con cui è stato possibile fare rete e creare questi Intorno: gli hotel Sheraton Lake Como e Hilton, i bar Ostello Bello e Giulietta al Lago, Associazioni e Enti come Aero Club Como, EXPOMUS/AMRe-Play.

 

Una nuova collaborazione è con Como Lake Cocktail Week, l’evento che trasforma Como e il suo Lago in un palcoscenico su cui si celebra l’Arte della Mixology e del Food Pairing, coinvolgendo più di 30 Cocktail Bar sparsi per il centro storico, nei ristoranti e negli hotel di lusso che si affacciano sul Lago di Como. In programma dal 30 giugno al 4 luglio, non solo la concomitanza di date la legano al Festival, ma anche il tema scelto, Like a Movie: il cinema diventa storytelling di incantevoli scorci del Lago riletti in cocktail che accompagneranno gli ospiti in un tour alla scoperta dei luoghi di celebri pellicole. In occasione di L’elisir d’amore, nelle serate del 29 giugno, 1 e 2 luglio, il cocktail bar @home metterà in lista Elisir, un low alcohol drink dedicato all’opera di Donizetti.

LuogoArena del Teatro Sociale
Indirizzo / ViaComo
PeriodoDal 29.06.2022 al 17.07.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo20 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Elementi non razionali della natura umana
Porticato della Biblioteca Salita dei Frati, Lugano
18.00

Dal 25 giugno al 13 agosto 2022 l’Associazione Amici dell’Atelier Calcografico (AAAC) di Novazzano presenta nel Porticato della Biblioteca Salita dei Frati (BSF) a Lugano una personale di Isabella Ciaffi. Nata a Pescara nel 1952 e cresciuta a Bologna, l’artista è un’apprezzata interprete dell’incisione contemporanea. Oltre a una serie di opere recenti all’acquaforte e a puntasecca, la mostra comprende una selezione di libri d’artista stampati e cuciti da Isabella Ciaffi nel suo laboratorio.

LuogoPorticato della Biblioteca Salita dei Frati
Indirizzo / ViaSalita dei Frati 4 A, Lugano
PeriodoDal 25.06.2022 al 13.08.2022
GiorniMe Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Esposizione. Esci dall’atelier ed entra nel cubo
Biblioteca cantonale, Bellinzona
08.00

La mostra itinerante dell’Associazione svizzera degli scultori del legno giunge nel Ticino, la prima tappa a Palazzo Franscini (10 giugno-13 luglio) e poi a LaFilanda (15 luglio-31 agosto). Nelle torri formate da cubi di diverse dimensioni saranno esposte oltre 40 opere di scultori, per illustrare la varietà delle loro creazioni a partire da un’unica materia: il legno.

Elenco degli scultori: https://www.holzbildhauerverband.ch/cubes-aktuell/holzbildhauer-innen/


Orari di apertura: lunedì 8.00-21.00; martedì-venerdì 10.00-19.00; sabato 9.00-13.00. Chiusura nei giorni festivi.

LuogoBiblioteca cantonale
Indirizzo / ViaViale S. Franscini, 30 a, Bellinzona
PeriodoDal 10.06.2022 al 13.07.2022
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Festeggiamo 75 anni di Locarno Film Festival
Locarnese e Valli, Locarno
21.30

I film del Festival sotto le stelle della regione

In occasione del 75° anniversario del Locarno Film Festival la regione del Locarnese e Valli offre alla popolazione un’interessante occasione d’incontro e di avvicinamento al Festival, opportuno omaggio al di fuori dei dieci giorni dell’avvenimento cinematografico nazionale per eccellenza. Nasce così l’idea di proporre una rassegna di cinema all’aperto itinerante, portando l’esperienza del grande schermo in otto suggestive località della regione.

 


Programma

Le seguenti proiezioni avranno inizio alle ore 21:30, dopo una breve presentazione del progetto e del Locarno Film Festival:

Venerdì 3 giugno 2022 – Lido di Locarno
Little Miss Sunshine, di Jonathan Dayton e Valerie Faris

Venerdì 10 giugno 2022 – Portigon di Minusio
Europa ’51, di Roberto Rossellini


Venerdì 17 giugno 2022 – Piazza di Sonogno
American Graffiti, di George Lucas

Sabato 25 giugno 2022 – Lido di Tenero
I basilischi, di Lina Wertmüller

Venerdì 1 luglio 2022 – Piazza di Cevio
Il legionario, di Hleb Papou

Venerdì 8 luglio 2022 – Meriggio di Losone
Das Leben der Anderen, di Florian Henckel von Donnersmarck

Sabato 16 luglio 2022 – Centro Sociale Onsernonese a Russo
I soliti ignoti, di Mario Monicelli

Venerdì 22 luglio 2022 – Sagrato di Vira-Gambarogno
Magnificent Obsession, di Douglas Sirk

A queste otto proiezioni seguiranno due proiezioni all’aperto proposte dal LocarnoKids in collaborazione con Ascona:

Mercoledì 27 luglio 2022 – Piazza Torre Ascona
Nachtwald, di André Hörmann

Giovedì 28 luglio 2022 – Piazza Torre Ascona
Wolf Children - Ame e Yuki i bambini lupo, di Mamoru Hosoda

 


Eventuali spostamenti in caso di maltempo verranno puntualmente segnalati sul sito web e sui canali social (Facebook e Instagram)


Selezione dei film

La selezione dei film è a cura del Direttore Artistico del Locarno Film Festival, Giona A. Nazzaro, il quale propone alla popolazione otto entusiasmanti titoli che hanno fatto la storia del Festival e che continuano a suscitare grandi emozioni a qualsiasi eta?.

I film saranno mostrati in lingua originale (italiano, francese, tedesco o inglese) e sottotitolati in italiano, in maniera da rendere l’esperienza accessibile al pubblico della regione.


Partecipa e vinci !

Durante tutte le serate tra il pubblico verra? estratta una persona che ricevera? un abbonamento generale, gentilmente offerto dal Locarno Film Festival, per partecipare alla 75esima rassegna del Locarno Film Festival che si terra? dal 3 al 13 agosto.

Inoltre sui canali social verranno proposti dei concorsi per poter vincere ulteriori entrate al Locarno Film Festival.

 

Inoltre il progetto è reso possibile grazie alla stretta collaborazione con gli Amici del Cinema del Gambarogno, il Cinematografo Ambulante, il Locarno Film Festival, Radio Ticino e il PalaCinema Locarno e grazie alla preziosa sponsorizzazione da parte di enjoyARENA e della Fondazione Cultura nel Locarnese.

Maggiori informazioni:
- Sito web: www.festeggiamo.ch
- Facebook: @festeggiamo.ch
- Instagram: festeggiamo.ch

Date: dal 03.06.2022 al 28.07.2022
Luogo: diversi luoghi del Locarnese e Valli
Orari: 21:30

Entrata: libera

LuogoLocarnese e Valli
Indirizzo / ViaLocarno
PeriodoDal 03.06.2022 al 22.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Back to human contact
Via Luigi Favre, Balerna, Balerna
20.00

"Back to human contact" è il tema del bando rivolto ad artiste e artisti di tutte le nazionalità, per la realizzazione di tre murales presso la sede del Gruppo a Balerna. Le candidature dovranno pervenire entro il 30 luglio attraverso il sito street-art-ecsa.ch. Gli autori dei tre progetti vincitori riceveranno anche un premio in denaro di 2'000 franchi ciascuno. In giuria, tra gli altri, anche il duo di street artist ticinesi Nevercrew. 

Il Gruppo ECSA – attivo nella fornitura di prodotti petroliferi, materie prime chimiche e articoli per tutte le esigenze industriali (lubrificanti, dispositivi di sicurezza sul lavoro, materiali vernicianti, ecc) – in collaborazione con la galleria d’arte Artrust, ha invece promosso un bando di concorso dedicato a writer e street artist emergenti per la realizzazione di tre murales presso la propria sede in Via Luigi Favre a Balerna.

 L’avviso è volto a selezionare tre idee progettuali per la realizzazione di altrettante opere da eseguire sui muri esterni che delimitano la sede del Gruppo.

«Abbiamo deciso di lanciare questo bando per dare spazio e sostegno ad artisti emergenti nell’ambito del writing, del graffitismo o di altre forme di arte urbana – afferma Luca Zingone CMO di ECSA Group – Per farlo abbiamo messo a disposizione questi nostri spazi, situati frontalmente alla ferrovia, e pertanto in grado di garantire anche un’elevata visibilità alle opere, una volta che queste saranno realizzate».

«Il Gruppo ECSA e il mondo dell’arte hanno una relazione di lunga durata che affonda le radici nei suoi oltre 100 anni di storia. Avere l’opportunità di rendere questa passione un’occasione di espressione creativa per giovani artisti ci rende molto orgogliosi» continua Luca Zingone.

Il titolo e tema del bando è “Back to Human Contact”: «Chiederemo ai partecipanti di proporci progetti che possano raccontare, nelle forme che ognuno di loro riterrà più opportune, – aggiunge Zingone - il tema del contatto umano ritrovato dopo il periodo pandemico e della sua importanza nelle relazioni tra persone. Ci piace l’idea di “incidere” sui muri della nostra azienda un pezzo di storia che ha segnato le vite di tutti».

La partecipazione al bando è aperta alle artiste e agli artisti di qualsiasi nazionalità o provenienza. Le candidature dovranno pervenire entro il 30 luglio 2022, esclusivamente attraverso il form di iscrizione pubblicato all’indirizzo street-art-ecsa.ch (dove sono pubblicati anche tutti i dettagli e il regolamento completo del bando).

I progetti ricevuti saranno poi messi al vaglio di una Giuria che selezionerà i tre vincitori, che oltre a poter realizzare la loro opera – nei mesi di settembre e ottobre - riceveranno anche un premio in denaro di 2'000 franchi.

Tra i membri della giuria, l’affermato duo di street artist ticinesi Nevercrew, Christian Rebecchi e Pablo Togni. Accanto a loro Luca Zingone, CMO di ECSA Group, Patrizia Cattaneo Moresi, Direttrice di Artrust SA, Enrico Centonze, Direttore Artistico Grimmuseum di Berlino e Nicholas Felappi, Capo Dicastero Cultura Comune di Balerna.

 

Per maggiori informazioni: street-art-ecsa.ch

LuogoVia Luigi Favre, Balerna
Indirizzo / ViaBalerna
PeriodoDal 02.06.2022 al 30.07.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Philip Rolla - where I came from
Rolla.info, Bruzella
14

where I came from, ventesima esposizione organizzata dalla Fondazione Rolla è un omaggio al suo fondatore. Una mostra particolare nata da una lunga riflessione su se stesso e sul proprio passato fatta proprio da Philip Rolla. Questi anni, segnati dalla malattia e dall’isolamento, hanno portato Philip a passare in rassegna quelle carte chiuse nei cassetti che tutti noi accumuliamo durante la nostra vita. Tra tanti ricordi e sorprese ha trovato dei negativi risalenti al 1972. Scatti della sua California, dei luoghi dove ha trascorso l'infanzia e a cui sono legati tanti ricordi. Luoghi che già nel 1972 erano mutati, per lo più logorati dal tempo e dall’incuria, ma che racchiudono, per lui, un’immutata dignità da ricordare...

Philip Rolla questa volta non mostra una parte della propria collezione ma una parte della propria vita.

Philip Michael Rolla è nato nel 1938 a Madrone, in California, una piccola cittadina agricola della Santa Clara Valley. Dopo la laurea alla Santa Clara University in ingegneria ed economia, ha capito che il suo destino non era quello di lavorare per una grande azienda americana e ha deciso di partire per l’Europa.
Nell’autunno del 1962 si è recato a Torino e ha lavorato come apprendista presso la casa automobilistica di Frank Reisner fino al 1965. L’anno dopo si è trasferito nel Canton Ticino, collocazione ideale per la vicinanza a tre grandi laghi e la vicinanza al costruttore di barche comasco Angelo Molinari, la cui amicizia e i cui insegnamenti sono stati fondamentali. Questo ha reso Il Ticino il luogo perfetto per sviluppare ulte- riormente il suo interesse per la propulsione marina ed è lì che ha fondato la Rolla Propellers.
In Ticino ha stretto amicizia con architetti e artisti - tra cui Dolf Schnebli, Pierino Selmoni, Flavio Paolucci e molti altri - grazie ai quali ha ampliato la sua conoscenza dell’arte contemporanea internazionale. Insieme alla moglie Rosel- la, a metà degli anni ‘90 comincia a collezionare inizialmen- te arte minimalista, e poi fotografia. Nel 2008 i coniugi Rolla hanno raggiunto un accordo con il comune di Bruzella, dove risiedono, per l’utilizzo dell’ex asilo come museo privato dedicato alla fotografia.

Entrata libera
ogni seconda domenica del mese
dalle ore 14 alle 18
e sempre su appuntamento

Contatti:
contact@rolla.info
+41 77 4740549

LuogoRolla.info
Indirizzo / ViaBruzella
PeriodoDal 21.05.2022 al 30.10.2022
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Dove i fiumi si incontrano - Caffè letterari
Camping Bellinzona, Bellinzona
20.00

«Dove i fiumi si incontrano» . Caffè letterari openair


Torna il ciclo di incontri letterari «Dove i fiumi si incontrano» (lanciato con questa nuova formula nel 2021) con autori e musicisti di casa nostra introdotti e moderati da Laura Ferraro. Fra gli obiettivi del progetto sono in primo piano la promozione della creazione artistica locale ed il sostegno alla produzione culturale.

Le tre serate in programma sono nate dalla collaborazione di Ondemedia con Lazy Day e si svolgeranno sulla terrazza del Camping Bellinzona (Via San Gottardo 131, Bellinzona-Arbedo) facilmente raggiungibile da ogni direzione poiché strategicamente situato nei pressi dell’uscita nord dell’autostrada A2. L’intento è di creare dei momenti distensivi e di condivisione per turisti, campeggiatori e indigeni, tra viaggiatori e locals, offrendo una pregiata occasione di socialità in un ambiente gradevole e rilassato.

Sono molto gradite le prenotazioni al numero 091 829 11 18 a cui sarà opportuno rivolgersi in caso di condizioni meteo incerte. Inizio alle ore 20.00. Grazie al sostegno della Fondazione Gianfe e della Città di Bellinzona si mantiene la gratuità dell’entrata.

Il programma, le date e gli artisti:

- mercoledì 4 maggio 2022 (data di riserva in caso di condizioni meteo avverse, 8 giugno 2022)
Margherita Coldesina (poetessa e attrice) con Raissa Aviles (cantante).


 - mercoledì 29 giugno (data di riserva in caso di condizioni meteo avverse, 6 luglio 2022)

Tommaso Soldini (poeta, scrittore) con Ariele Morinini (scrittore).

- mercoledì 24 agosto (data di riserva in caso di condizioni meteo avverse, 31 agosto 2022)

Fabio Pusterla (poeta, scrittore) con Leo Pusterla (musicista).

LuogoCamping Bellinzona
Indirizzo / ViaVia San Gottardo 131, Bellinzona
PeriodoDal 04.05.2022 al 31.08.2022
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Sessantesimi
Canvetto Luganese, Lugano
08.30

Esposizione fotografica di Paul Nicol al Canvetto Luganese

Vernissage sabato 30.04.2022 ore 17.00

LuogoCanvetto Luganese
Indirizzo / ViaVia R. Simen 14 b, Lugano
PeriodoDal 26.04.2022 al 03.09.2022
GiorniMa Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Due passi tra i libri. Angoli di mondo.
Vie paese Manno, Manno
00.00

La Biblioteca Portaperta di Manno presenta un percorso letterario all'aperto e invita a fare due passi lungo le vie del paese, andando alla ricerca di suggerimenti di lettura. Distribuiti in 18 postazioni, brevi estratti da romanzi permettono di scoprire storie che raccontano la vita, le persone e i luoghi in cui sono ambientate.

LuogoVie paese Manno
Indirizzo / ViaManno
PeriodoDal 23.04.2022 al 24.10.2022
GiorniSa Do
EtàDai 16 anni.
Sito webVai al sito
Doposcuola inclusivo: potenziamento scolastico
Mendrisio, Mendrisio
12.00

SONO APERTE LE ISCRIZIONI 2022/23!

Il doposcuola è aperto a tutti, dai 6 ai 14 anni, anche per chi presenta caratteristiche di DSA,ADHD, APC, Plusdotazione, disturbi del linguaggio e autismo.

Gli obiettivi primari sono sviluppare maggiormente autonomia, autostima, competenze disciplinari e motivazione all'apprendimento.

Il doposcuola può essere svolto a gruppi, a coppie e singolo, anche in modalità online.

Il doposcuola si terrà nel Mendrisiotto, nel Luganese e nel Bellinzonese.

Per maggiori informazioni: g.bagutti@gmail.com

LuogoMendrisio
Indirizzo / ViaMendrisio
PeriodoDal 21.04.2022 al 21.08.2023
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
Etàdai 6 anni
Facebook Vai al link di facebook
"Sono nato in una nuvola" Jean Arp
Fondazione Marguerite Arp, Locarno
14.00

Esposizione "Sono nato in una nuvola" Jean Arp. Con opere di Jean Arp, Sophie Taeuber-Arp, Alexander Calder, Marcel Jean, Frederick Kiesler, Hans Richter.

LuogoFondazione Marguerite Arp
Indirizzo / Viavia alle Vigne 46, Locarno
PeriodoDal 17.04.2022 al 30.10.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Le molte facce del contagio
Castelgrande, Bellinzona
10.00

Un semplice virus ha messo in luce il difficile equilibrio tra isolamento forzato per evitare il contagio e l'umano desiderio di contaminarsi di idee, cultura e relazioni. Lungo il percorso dell'esposizione "Le molte facce del contagio" scopriremo come tutti noi siamo uno splendido miscuglio di esseri razionali che si affidano alla medicina moderna e allo stesso tempo siamo impregnati di quegli istinti ancestrali alimentati dalle paure delle pandemia. Esploreremo le visioni di un tempo e di oggi, le rappresentazioni sociali delle malattie e le loro conseguenze sulla società con un fil rouge indelebile: lo sviluppo della scienza che ha permesso di compiere passi decisivi nella lotta alle grandi epidemie. Tra giochi, postazioni interattive e testimonianze video, scopriremo le molte facce del contagio.

LuogoCastelgrande
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 09.04.2022 al 06.11.2022
GiorniTutti i giorni
Prezzo CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Cine Museo 65 - Apertura stagionale
iGrappoli, Sessa
10.00

Cine Museo 65, Sessa - ottava stagione
dal 9.4. al 29.10.2022


Il Cine Museo 65 a Sessa è aperto nell'ottava stagione
ogni sabato dal 9 aprile al 29 ottobre con i seguenti orari 10-12 / 14-18
e tutti i giorni, su richiesta, è possibilie prenotare una visita guidata.

Vintage 1922-1987.
Un’esposizione che introduce alla storia del cinema fai-da-te,
con una vasta gamma di filmati amatoriali, cineprese, proiettori e
altri apparecchi che hanno fatto la storia.

Collezione Rolf Leuenberger con oltre 2000 oggetti.

https://www.cine-museo.ch/

LuogoiGrappoli
Indirizzo / Viavia Grappoli 12, Sessa
PeriodoDal 09.04.2022 al 29.10.2022
GiorniSa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Esposizioni a Casa Cantoni, sede del MEVM
Casa Cantoni, Cabbio
14.00

Casa Cantoni, stagione 2022
29 marzo – 6 novembre
Martedì-Domenica
14:00-17:00

A Casa Cantoni la riapertura è fissata per martedì 29 marzo: saranno di nuovo visibili   la mostra permanente “Il Museo nel territorio” (che invita alla scoperta della valle presentando il plastico e le sezioni Acqua nascosta, Nevèra e Roccolo), il tavolo tattile Touch! - Valle di Muggio, e l'esposizione temporanea “Pezzi di frontiera. Geografie e immaginario del confine” (un viaggio attraverso la complessità e i numerosi volti dei confini, dalle espressioni materiali nel territorio ai riflessi nell’immaginario collettivo).

 

Nuova sezione

“Dalla reinvenzione della frontiera
al confine metaforico”


Nell’ambito dell’esposizione
Pezzi di frontiera. Geografie e immaginario del confine

 

Dopo i lavori di quattro fotografi esposti tra il 2020 ed il 2021 e raccolti nel titolo Il mio confine, verranno presentate le opere di due affermati artisti ticinesi: PAM Paolo Mazzuchelli (1954) e Marco Scorti (1987).

Nella grande tela Fuochi nella pianura, dal formato orizzontale e realizzata con tecniche miste, PAM - che ha vissuto nel Mendrisiotto in diversi periodi della sua vita - fa emergere la memoria dei racconti d’infanzia in cui la presenza del confine fa parte della quotidianità. Il secondo lavoro di PAM - Ciao Medas - realizzato espressamente per Casa Cantoni nei primi mesi del 2022, si inserisce in un insieme di opere portato avanti negli ultimi anni dal titolo Ancora una stagione per riflettere, in cui l’artista ricorda gli amici scomparsi attraverso un impellente bisogno di esprimere con il disegno e la scrittura la condivisione dei pensieri e delle riflessioni sul senso dell’esistenza umana.

Rileggendo diversi momenti chiave e alcuni maestri della storia del genere pittorico del paesaggio, da diversi anni Marco Scorti ha elaborato un proprio stile rimanendo sostanzialmente fedele all’uso di colori e pennelli in senso tradizionale ed in chiave naturalistica e figurativa. Tuttavia questo apparente naturalismo è accompagnato da una costante riflessione sul senso del fare pittura, del dipingere con dei materiali consueti e del costruire degli spazi all’interno di questo procedimento. Spazi e luoghi dall’apparenza reale ma che di fatto diventano immaginari, in un sottile gioco tra verità e fantasia, mìmesis e illusione. Nei sei lavori preparati per Casa Cantoni Scorti reinventa un confine non ben definito tra luoghi selvaggi e paesaggi in cui la presenza umana diventa più palpabile.

Mostra
a cura di Ivano Proserpi

Casa Cantoni, 29 marzo - 6 novembre 2022

LuogoCasa Cantoni
Indirizzo / ViaCabbio
PeriodoDal 29.03.2022 al 06.11.2022
GiorniMa Me Gi Ve Sa Do
Prezzo8 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Caccia al tesoro #cercalaregione
laRegione, Bellinzona
00.00

Una delle missioni de laRegione è di parlare di luoghi, storie e personaggi del nostro territorio. Un cantone che offre molto, riempie quotidianamente le nostre pagine, ma che spesso non conosciamo per davvero.
E allora eccoci per (ri)trovare insieme 12 luoghi, nei 12 mesi, da scoprire con 12 indizi. Ogni primo del mese su tutti i nostri canali, il quotidiano cartaceo, l’app nera, la nostra newsletter quotidiana e le nostre pagine social di Facebook e Instagram, pubblicheremo un poetico indizio che ti porterà alla ricerca di un luogo ticinese, da immortalare!

Tutte le informazioni su www.laregione.ch/cercalaregione 

30 anni de laRegione
Correva l’anno 1992 quando “l’Eco di Locarno” e “il Dovere” decisero di unire le forze in un unico progetto giornalistico e continuare a narrare con impegno e professionalità la cronaca del nostro cantone. Fu così che a partire dal 14 settembre di quell’anno, laRegione (Ticino) è entrata a far parte della nostra quotidianità.

Per festeggiare insieme quest’importante traguardo, durante tutto l’anno vi proporremo iniziative, progetti e proposte per ridare a voi, le nostre lettrici e i nostri lettori, quello che in questi anni di presenza sul territorio avete dato a noi. Con le vostre storie, le battaglie politiche, le speranze, i dibattiti, i momenti bui e le rinascite. 30 anni insieme che in cui ci avete permesso di raccontarvi.

State con noi in questo viaggio, lungo tutto il 2022, per (ri)scoprire il nostro territorio, dare un nuovo volto all’arte, per nuovi approfondimenti e piacevoli momenti di condivisione. Tanti concorsi, giochi e offerte per divertirci e pensare con fiducia al futuro che ci attende!

LuogolaRegione
Indirizzo / Viavia ghiringelli 9, Bellinzona
PeriodoDal 17.02.2022 al 31.12.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Lugano - Guided City Walk
Lugano centro, Lugano
10.00

Un’interessante passeggiata alla scoperta della nuova stazione di Lugano, della Cattedrale recentemente restaurata e della città vista dall’alto.
Il percorso proseguirà successivamente tra le vie storiche per scoprire una Lugano diversa con gli occhi di chi ci vive.

Prendetevi tempo per fotografare i palazzi storici e i rigogliosi parchi, per scoprire l’ampia offerta culturale e scambiare due chiacchiere con i locali.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Lugano Region tourist offices
6900 Lugano
+41 58 220 65 04
ffs@luganoregion.com
www.luganoregion.com 

Ritrovo ore 10:00 (Info Point Lugano Region c/o stazione FFS Lugano) e arrivo ore 12:00 (centro Città).

INFORMAZIONI
Ritrovo Stazione FFS di Lugano alle 10:00
Gruppi a partire da 8 persone non sono ammessi
Massimo 25 persone per tour 
Possibilità di organizzare tour su richiesta.
La gita sarà guidata prevalentemente in due lingue.
La gita può venir cancellata in caso di cattivo tempo.
Livello di difficoltà di passeggiata: facile.

 

Copyright immagine: Svizzera Turismo

LuogoLugano centro
Indirizzo / ViaPiazzale della Stazione, Lugano
PeriodoDal 12.02.2022 al 29.10.2022
GiorniSa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Lezioni di canto, pianoforte/tastiera e beat box
Lugano, Lugano
14.00

Incantando propone lezioni di canto, tastiera/pianoforte e beat box. Le lezioni online o in presenza a Lugano sono pensate per essere dinamiche, divertenti, flessibili ed empatiche volte a sviluppare maggiormente le capacità di ogni studente. La didattica è fortemente personalizzata ai diversi stili, alle diverse personalità e caratteristiche individuali.                                                                                                                                                          I corsi attivati sono: Canto Pop, Rock, Jazz e Lirico, Pianoforte e Tastiera, Beat box e Body percussion. 
Per gli alunni più meritevoli è prevista la produzione di un inedito e i saggi/concerti a seconda dell’evoluzione pandemica saranno svolti online o in presenza a Lugano.
L’ammissione ai corsi è prevista a partire dai 6-7 anni (fascia di età a cui solamente è dedicata la durata di 30’), mentre a partire dagli 8 anni è possibile svolgere lezioni di 45’ o 60’.
Il primo incontro conoscitivo di circa 30’ è gratuito. Le tariffe variano a seconda della modalità d'insegnamento: 35 CHF online, 40 CHF in presenza (per 60'). Vi aspettiamo!

Per maggiori informazioni: Massimiliano Pascucci

Email: incantand@gmail.com

https://incantando.online/INCANTANDO/CONTATTI.html

LuogoLugano
Indirizzo / ViaLugano
PeriodoDal 09.08.2021 al 09.08.2022
GiorniTutti i giorni
Info0789294070
Etàdai 6 anni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
L'universo di Riccardo Cordero 2021 / 2022
Alpe Foppa, Monte Tamaro, Rivera
08.30

Biennale «Una montagna d’arte», iniziativa della Monte Tamaro SA e della Fondazione Egidio e Mariangela Cattaneo presenta, in collaborazione con Lugano Region:

L’universo di Riccardo Cordero 2021 / 2022

Inoltrarsi nei meandri e nello spirito comunicativo delle creazioni artistiche, sebbene il loro messaggio si presenti allettante, non risulta facile. Paradossalmente, molte volte è il linguaggio silenzioso e misterioso delle opere e della loro indovinata presentazione ciò che realmente seduce tanto i non iniziati come gli specialisti, i curiosi come gli appassionati al fascino dell’arte. E proprio questo accade con Riccardo Cordero grazie alla dozzina di sculture monumentali disseminate con perizia nello splendido anfiteatro del Monte Tamaro.

L’universo di Riccardo Cordero è una mostra che manifesta il desiderio e l’impegno connessi alla ricerca di un’originalità per la scultura, anche monumentale, in una dimensione ambientale.

 

Accessibile secondo gli orari della Telecabina Monte Tamaro:
Aprile - giugno
08:30 - 17:00

Luglio - agosto
08:30 - 18:00

Settembre - novembre
08:30 - 17:00

LuogoAlpe Foppa, Monte Tamaro
Indirizzo / ViaVia Campagnole 6, Rivera
PeriodoDal 01.04.2021 al 06.11.2022
GiorniTutti i giorni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Nuova esposizione del Museo etnografico della Valle di Muggio
Casa Cantoni , Cabbio
14.00

Esposizione temporanea Pezzi di frontiera. Geografie e immaginario del confine. Il percorso espositivo accompagnerà il visitatore in un viaggio lungo i confini geografici, culturali e immaginari partendo dalle molteplici testimonianze presenti nella Valle di Muggio e ampliando lo sguardo al Mondo.

Le novità nell’allestimento e nell’offerta didattica saranno numerose. Visitabile da martedì a domenica dalle 14.00 alle 17.00. Fino al 2023.

LuogoCasa Cantoni
Indirizzo / ViaCabbio
PeriodoDal 09.06.2020 al 30.10.2022
GiorniMa Me Gi Ve Sa Do
Prezzo8 CHF
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
MODIFICHE EVENTI
Per qualsiasi modifica, eliminazione o annullamento per gli eventi presenti in agenda, scrivere a agenda@tio.ch
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved