Cronaca
Che brutta storia! Un taxista ticinese insultato come un cane da colleghi italiani a Linate mentre aspetta un cliente fuori dall'aeroporto: "Non puoi caricare qui! Vai fuori dai co... Via, veloce! Tornatene in Svizzera!" Video
Alla fine, che male faceva quel taxista, che aspettava un cliente su prenotazione? Quando in Ticino è pieno di taxisti italiani che fanno servizio in quella zona grigia denominata NCC, che sta per “noleggio con conducente”… Ma scene del genere, soprattutto a Linate, pare siano all'ordine del giorno
MILANO – Insulti, insulti pesanti, davvero una brutta scena quella che è accaduta ieri sera all’aeroporto milanese di Linate. E che è stata filmata da un lettore che l’ha inviata a liberatv.

Un taxista ticinese si ferma sulla corsia destinata al carico, davanti alle porte degli arrivi, in attesa di caricare un suo cliente. A quel punto gli si fanno incontro alcuni colleghi italiani che iniziano a insultarlo: “Non puoi caricare qua, tornatene in Svizzera, via, vattene, fuori dai co… Vai fuori dai co… via, vai via! Fuori dai co… Via, veloce, vai via, vattene via! Se io vado in Svizzera a prendere i miei clienti mi fanno un c… così!”.

Magari il taxista non avrebbe dovuto fermarsi in quel punto, va bene, ma la scena è sgradevole, carica di rabbia, e si conclude con qualche spintone, senza fortunatamente sfociare in atti di violenza. E poi, alla fine, che male faceva quel taxista, che aspettava un cliente su prenotazione? Quando in Ticino è pieno di taxisti italiani che fanno servizio in quella zona grigia denominata NCC, che sta per “noleggio con conducente”… Ma scene del genere, soprattutto a Linate, pare siano all'ordine del giorno. In più, il taxista in questione dispone anche dell'autorizzazione per trasportare clienti in Italia.

Chiaro: la concorrenza gioca brutti scherzi ed esaspera gli animi…

emmebi


Pubblicato il 27.10.2017 11:08

Guarda anche
Cronaca
Il nuovo svincolo di Mendrisio, quello che porta ai centri commerciali, costringendo gli automobilisti a una lunga ‘circonvallazione’ su via Penate, non ha portato solo benefici. Alcuni negozianti della zona sono esasperati e furibondi, denunciano forti perdite sulla cifra d’affari e hanno lanciato una petizione
Cronaca
L'uomo ha fatto riferimento al documentario realizzato dallo chef stellato nel 2017. Prima che rimuovesse il filmato, le immagini hanno fatto il giro del web
Cronaca
Il procuratore della contea di Carver ha chiuso le indagini sulla scomparsa del cantautore statunitense senza colpevoli. Non esistono, infatti, prove su chi procurò gli antidolorifici oppiacei. GUARDA IL VIDEO
Cronaca
Erano passate da poco le 15.15 di giovedì quando il ragazzo, per causa che l’inchiesta coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier dovrà stabilire, è stato urtato da un treno in transito senza fermata