Cronaca
Rocco (Cattaneo) e Michele (Gilardi) s'incontrano ad Avegno. E nasce il Centro Valle. L'imprenditore: "Ho detto: facciamo uno studio per capire se l'operazione sta in piedi. Ma poi ho pensato che gli studi li fanno i politici quando non sanno decidere"
Ad Avegno, alle porte della Vallemaggia, è nato un grande progetto. Si chiama Centro Valle e ha preso le mosse dalla ristrutturazione dell’ex segheria Margaroli, articolandosi su un’area di 13’000 metri quadrati. Il progetto è nato dall’incontro tra l’imprenditore Rocco Cattaneo, patron del gruppo City, e l’avvocato Michele Gilardi, promotore dell'operazione
AVEGNO - Ad Avegno, alle porte della Vallemaggia, è nato un grande progetto. Si chiama Centro Valle e ha preso le mosse dalla ristrutturazione dell’ex segheria Margaroli, articolandosi su un’area di 13’000 metri quadrati. Il progetto è nato dall’incontro tra l’imprenditore Rocco Cattaneo, patron del gruppo City, e l’avvocato Michele Gilardi, promotore dell'operazione.

“Le idee imprenditoriali partono da persone che si entusiasmano e che credono nell’economia”, ha detto Cattaneo durante l’inaugurazione. E ha aggiunto: “Michele mi ha detto: Rocco ci crediamo in pochi, ma può funzionare… Inizialmente ho risposto ‘facciamo uno studio per capire se sta in piedi…’. Ma poi ho pensato che gli studi sono quelli che fanno i politici quando non sanno decidere. Così io e il mio gruppo di siamo accodati”.

E Gilardi ha replicato: “Cattaneo non si è accodato. Ha messo in moto la locomotiva ed è partito tirando il treno. E sono bastate alcune strette di mano”.

Sia come sia, tranne gli edifici esistenti risanati lungo il confine nord, tutto quanto sorgeva sul terreno della vecchia segheria è stato demolito per far posto a quattro nuove entità distinte: uno stabile espositivo–amministrativo, una stazione di benzina con shop e bar un capannone industriale–artigianale e un autolavaggio. Il complesso ospiterà una volta terminato un ufficio postale, una lavanderia e una tipografia, e altri contenuti in base a chi deciderà di affittare gli spazi.

Sull’intera area esistono due entrate veicolari, una all’estremità est e l’altra all’estremità ovest, e un collegamento diretto alla pista ciclabile. È stata eliminata la rete di recinzione verso la strada cantonale dando all’intero complesso una connotazione più ‘pubblica’ e di libero accesso.

Il Centro offre oltre 100 posteggi, 2 per auto elettriche, 6 per camper a pagamento, una zona per sosta autobus. Il nuovo shop è stato realizzato con una struttura prefabbricata in legno e comprende una zona di vendita di prodotti food e non food, un bar con terrazza esterna e 44 posti interni, mentre la stazione di servizio è composta da due pompe doppie per complessivi 4 posti di rifornimento.




Pubblicato il 08.03.2018 12:33

Guarda anche
Cronaca
Incredibile fatto di cronaca avvenuto ieri sera. In manette finiscono un 38enne, una 42enne, un 19enne e un 17enne cittadini svizzeri domiciliati in un cantone romando
Cronaca
L'editore: "I fatti qui descritti dovrebbero almeno in qualche modo turbare la coscienza a chi non ha altre aspirazioni nella vita che accumulare denaro"
Cronaca
Intervista con il sergente maggiore Marcel Luraschi, da 23 anni alla Polizia Lacuale, della quale è capo: "Purtroppo al giorno d’oggi poche persone prestano le dovute attenzioni. Possiamo sicuramente affermare che gran parte dei fiumi in Ticino non sono luoghi a rischio, ma è l’essere umano che si mette in situazione di difficoltà con i suoi comportamenti"
Cronaca
È successo la scorsa notte intorno alle 2.30. La donna ha riportato ferite ad una mano e all'addome mentre l'uomo allo stomaco