ULTIME NOTIZIE News
Coronavirus
08.12.2020 - 18:550

Natale e Capodanno in dieci, negozi e ristoranti chiusi alle 19 e la domenica. Le proposte di Berna ai Cantoni: la decisione venerdì

Il Consiglio Federale ha mandato in consultazione ai Cantoni un pacchetto di misure restrittive per la fine dell'anno

BERNA – Nella seduta straordinaria dell’8 dicembre, il Consiglio federale si è occupato della situazione epidemiologica in Svizzera, che sta peggiorando in modo evidente. Per migliorarla rapidamente ha previsto una procedura a tappe. Nella seduta dell’11 dicembre intende unificare e rafforzare i provvedimenti adottati a livello nazionale. Se la situazione dovesse continuare a peggiorare, il 18 dicembre prenderà ulteriori provvedimenti.

La situazione epidemiologica è ulteriormente peggiorata negli ultimi giorni. Il numero delle infezioni resta elevato e continua a crescere, l'occupazione dei letti nei reparti di terapia intensiva è alta. Alla fine di novembre il valore di riproduzione era superiore a 1: in media 100 persone infette ne infettano quindi più di 100 altre. Questo significa che i casi stanno di nuovo aumentando in modo esponenziale. Inoltre, anche nella Svizzera francese la tendenza si è invertita: il numero delle infezioni cala molto meno rapidamente rispetto a pochi giorni fa. Le temperature in calo e il brutto tempo hanno probabilmente contribuito ad accelerare l'evoluzione dei contagi.

Colloqui con i Cantoni che presentano un andamento sfavorevole

Il Consiglio federale è estremamente preoccupato per come sta evolvendo la situazione. Dopo la seduta del 4 dicembre, la presidente della Confederazione e il capo del Dipartimento federale dell'interno hanno avuto un colloquio con i Cantoni che presentano un andamento epidemiologico sfavorevole. Questi ultimi condividono prevalentemente le preoccupazioni del Consiglio federale: considerano problematica la situazione e sottolineano in particolare che il personale degli ospedali e delle case di cura è esausto.

Ulteriori provvedimenti: avviata la consultazione

Negli ultimi giorni diversi Cantoni hanno adottato o annunciato provvedimenti. Il Consiglio federale si prefigge di unificarli e rafforzarli. Nella sua seduta dell'11 dicembre intende adottare ulteriori provvedimenti che entreranno in vigore il 12 dicembre 2020 e lo resteranno fino al 20 gennaio 2021. Ai Cantoni sottopone per consultazione le seguenti proposte:

- chiusura alle 19.00 e la domenica delle strutture della ristorazione, dei negozi, dei mercati e delle strutture per il tempo libero e le attività sportive;
- eventi privati limitati a cinque persone di due economie domestiche; fanno eccezione i festeggiamenti con fino a 10 persone consentiti dal 24 al 26 e il 31 dicembre 2020;
- divieto di manifestazioni pubbliche, ad eccezione delle feste religiose e delle assemblee di organi legislativi;
- divieto di qualsiasi attività culturale (incluse le attività in ambito scolastico). Le manifestazioni nel settore professionale con la presenza di pubblico sono vietate, ad eccezione di quelle trasmesse in streaming senza pubblico.

Se la situazione dovesse peggiorare ulteriormente la settimana prossima, nella sua seduta del 18 dicembre il Consiglio federale potrebbe adottare provvedimenti di più ampia portata, quali la chiusura delle strutture della ristorazione e dei negozi.

Al vaglio indennità per i settori maggiormente colpiti

Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale delle finanze di studiare, in collaborazione con il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca, il Dipartimento federale dell'interno e il Dipartimento federale di giustizia e polizia, una serie di provvedimenti per eventuali indennità da versare ai settori economici più colpiti e di sottoporgli le proposte corrispondenti entro il 18 dicembre. Nella sua seduta dell'11 dicembre il Consiglio federale terrà un primo dibattito sull'argomento.

Potrebbe interessarti anche
Tags
consiglio
cantoni
domenica
consiglio federale
berna
proposte
ristoranti
situazione
seduta
federale
News e approfondimenti Ticino
© 2023 , All rights reserved