Cronaca
05.11.2019 - 14:270

'Non fate i bravi', il diario che raccoglie gli ultimi mesi di Nadia Toffa: "Il vero viaggio è quello dell'anima, il resto è di passaggio"

Il 7 novembre esce il libro edito da Chiarelettere che raccoglie i pensieri dell'ex conduttrice de Le Iene. "Respira, ridi, sogna. E poi arrabbiati. Fai paura alla paura e affrontala"

ITALIA – “Mi nasconderò in un pezzo di vetro, minuscola particella di un desiderio sprecato, mai espresso. Rimarrà in sospeso nel pianeta dei pensieri. Mi troverete là”. Sono le ultime parole del libro scritto prima di morire da Nadia Toffa, in uscita a metà settimana e intitolato ‘Non fate i bravi’, i cui testi "scritti nei giorni del silenzio mi sono stati consegnati da Nadia", spiega la mamma Margherita Toffa.

Nadia Toffa è morta lo scorso 13 agosto dopo aver combattuto contro il cancro. Ora, a distanza di quasi tre mesi dalla morte, gli ultimi pensieri della ‘iena’ hanno dato vita a un libro. Un libro (edizioni Chiarelettere) che racconta gli ultimi mesi di vita della Toffa. Citazioni, ricordi, consigli, aforismi. Nadia ha cercato di raccogliere con energia tutto quello che le passava in mente nel libro che dai prossimi giorni sarà disponibile nelle librerie. Energia che da sempre è stato un tratto distintivo della Toffa. E lei lo sa, lo ha riconosciuto: “Ho energia da far impallidire la Via Lattea”, scrive.

Poi i consigli a tutti: “Senti i profumi, respira, consolati, ridi, colleziona sogni, colleziona nuvole. Incrocia le braccia e dondolati”. Ma anche: “Arrabbiati. Fai paura alla paura. Accecala. Affrontala”.

Grida silenziosa – quelle della Toffa – di chi sa che un brutto male sta per stroncargli la vita. “Il vero viaggio – scrive – quello dell’anima, il resto è di passaggio. Ha una data di scadenza. Stammi vicino e non avere paura. Una piccola parte della vita sono eventi che accadono, tutto il resto è come reagisci. E io mi butto per non buttare la vita”.

Quella che non è riuscita a sconfiggere la giornalista è una malattia bastarda e dolorosa, che non guarda in faccia a nessuno. “Il dolore ci rende più profondi e più forti. Non deve sopraffarci, dobbiamo girargli intorno. Non arrendetevi mai prima del traguardo. Io voglio un bene inesauribile alla vita, che è leggera come la pietra pomice. Sembra pesante, ma galleggia”.

La Toffa ha dedicato qualche riga anche agli haters, quelli che sul web l’hanno derisa e insultata per la sua malattia. “Sono scimmie che saltellano qua e là, fogna a cielo aperto. Che olezzo assordante”. Ma “ci vendicheremo diventando amici dei nostri nemici...”.

‘Non fate i bravi’ uscirà giovedì 7 novembre.

Tags
nadia toffa
toffa
ultimi mesi
nadia
anima
vita
passaggio
paura
viaggio
resto
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved