Politica e Potere
12.10.2016 - 00:030
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:41

Le Iene irrompono in via Monte Boglia alla caccia di Bignasca su 'Prima i nostri'. Lui: "Da quando è stata lanciata l'iniziativa, tre anni fa, non ho più assunto frontalieri". Poi arriva un suo dipendente e l'inviato gli fa: "Sei frontaliere?". Lui: "Sì".

Il coordinatore della Lega preso in castagna dall'inviato Gaetano Pecoraro: “Hai capito il leghista imprenditore? In politica prima i nostri, in azienda prima gli altri…”

LUGANO – Le Iene sono arrivate a Lugano per realizzare un servizio sul voto su ‘Prima i nostri’. E il servizio è andato in onda ieri sera, martedì, su Italia1. A parte la solita retorica sugli svizzeri xenofobi, merita menzione l’irruzione dell’inviato Gaetano Pecoraro nel bunker di via Monte Boglia alla ricerca del leader leghista Attilio Bignasca. L’inviato delle Iene riesce a ottenere un’intervista con il coordinatore della Lega e, con un documento in mano, gli dice: "Lei si è battuto per Prima i nostri ma la sua ditta è piena di frontalieri...".
Bignasca: “Da 55 anni lavoro coi frontalieri, ma da quando è stato lanciato il referendum che era tre anni fa non ho assunto nessuno”.
Voce fori campo di Pecoraro: “Ma poco prima di lasciare l’ufficio arriva lui…” (un dipendente di Bignasca, ndr). Pecoraro si rivolge al dipendente e gli chiede: “Sei frontaliere?” e lui risponde “Sì”.
A questo punto interviene Bignasca: “Eh, lui è uno degli ultimi assunti”.
Pecoraro: “Ah, allora continuate ad assumerli…”. Imbarazz, tremend imbarazz…
Bignasca: “Da quant’è che sei qui? Tre mesi, quattro?”…
Poi si rientra in studio e la Iena fa: “Hai capito il leghista imprenditore? In politica prima i nostri, in azienda prima gli altri…”.

Il servizio da via Monte Boglia prosegue con una breve intervista serrata al direttore del Mattino, Lorenzo Quadri, che dice: “La libera circolazione se l’aboliscono mi fanno un favore tanto l’Europa è fallita. Il nuovo frontalierato lavora nelle banche e nelle assicurazioni. Questo è il problema”.
E con Maroni che difende i frontalieri come la mettiamo?, gli chiede la Iena.
“Ognuno fa il leghista a casa propria”, risponde Quadri.


Potrebbe interessarti anche
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved