Cronaca
Pazzesco a Locarno! Un'auto viaggia sul prato che separa la strada dal muraglione della rotonda di piazza Castello. E per di più contromano! Un utente di Facebook pubblica il video: "Non ci posso credere!" Video
“Non ci posso credere! – ha commentato giustamente l’utente di Facebook -. Ogni giorno c'è ne una nuova. Questo non è un tagliaerba del comune pensi un altro imbecille nella rotonda di Piazza Castello a Locarno!”
LOCARNO - Cioè, no dai… Ma non è vero!!! E invece sì, all’elenco di clamorose follie stradali, alcune delle quali conclusesi tragicamente, si aggiunge quella filmata oggi a Locarno da un utente di Facebook (e chissà quante ne succedono di cui non abbiamo notizia o testimonianza).

Il video mostra una utilitaria Renault che percorre il prato che separa il muraglione dalla strada all’interno della rotonda di piazza Castello. In contromano per giunta!!! Come si sia messo in quella situazione è un mistero che sarà probabilmente svelato dalla videosorveglianza.

“Non ci posso credere! – ha commentato giustamente l’utente di Facebook -. Ogni giorno ce ne è una nuova. Questo non è un tagliaerba del comune pensi un altro imbecille nella rotonda di Piazza Castello a Locarno!”.




Pubblicato il 02.05.2018 21:06

Guarda anche
Cronaca
Il pilota della Swisshelicopter era da poco decollato dalla base dell’aeroporto di Magadino. Stava effettuando con il passeggero lo stesso volo di prova che abbiamo fatto lunedì scorso. Si sorvola un tratto di lago, poi la diga della Verzasca, e si entra nella Valle
Cronaca
Le ricerche da parte della polizia per individuare il pilota del drone sono state subito avviate e questi è stato rintracciato presso la diga della Verzasca. Si tratta di uno svizzero 42enne domiciliato nel canton Lucerna verrà denunciato all'Ufficio federale dell'aviazione
Cronaca
Distratto dai commenti degli utenti che partecipavano alla live non si accorge dell'arrivo di un altro veicolo in senso opposto. Lo schianto frontale è stato inevitabile
Cronaca
Durante la Conferenza episcopale italiana, il Santo Padre ha inoltre dichiarato: "Nei seminari esistono tendenze che sono profondamente radicate e che si declinano in veri e propri atti omosessuali"