TiPress/Samuel Golay
ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
16.03.2023 - 15:000
Aggiornamento: 16:26

2022 da record per BancaStato. Il Cantone riceverà un versamento straordinario di 3 milioni

Nonostante un contesto di mercato caratterizzato da incertezze, il Gruppo ha raggiunto risultati eccellenti che costituiscono un primato. Cieslakiewicz:"È la conferma che la nostra strategia è vincente, anche in un contesto congiunturale mutevole"

BELLINZONA - Nonostante un contesto di mercato caratterizzato da incertezze, nel 2022 il Gruppo BancaStato raggiunge risultati eccellenti che costituiscono un primato. L’ottima evoluzione delle voci di ricavo (263,5 milioni di franchi, +7,0%) permette di conseguire un utile di Gruppo in forte crescita che si attesta a 64,4 milioni (+16,7%) e di rafforzare il livello dei fondi propri. Il versamento al Cantone aumenta di 2,0 milioni (+4,6%) e raggiunge così i 45,3 milioni, a cui si sommerà un versamento straordinario di 3 milioni. I crediti ipotecari (+2,9%) e gli impegni nei confronti della clientela (+2,3%) continuano a crescere e la cifra di bilancio raggiunge i 18,6 miliardi. L’afflusso di nuovi patrimoni della clientela si riconferma molto elevato (+2,2 miliardi). Efficienza e redditività evolvono positivamente.

I risultati finanziari 2022 del Gruppo BancaStato sono da record

In un anno caratterizzato da incertezze macroeconomiche e geopolitiche, nonché da un importante cambiamento della politica monetaria della Banca Nazionale Svizzera, la Banca dei ticinesi trae beneficio dal suo modello di affari, dal suo assetto strategico e dalla sua posizione di mercato. Il risultato di esercizio è di 101 milioni di franchi (+27,1%).

Tale risultato permette di effettuare un’importante attribuzione alle riserve per rischi bancari generali di 33,5 milioni e conseguire al contempo un utile di Gruppo di 64,4 milioni (+16,7%). Anche il versamento alla Proprietà ne beneficia: alle casse statali sono garantiti 45,3 milioni (+4,6%). Nel 2023 al Cantone sarà anche destinato un versamento straordinario di 3 milioni, frutto del cospicuo dividendo riconosciuto da Axion SWISS Bank alla Casa Madre grazie alla forte crescita dell’utile.

Evoluzione delle voci di conto economico

Il risultato netto da operazioni su interessi – ovvero la principale voce di ricavo del Gruppo – si attesta a 186,0 milioni, segnando una cospicua crescita di 28,0 milioni (+17,8%). Il risultato da operazioni su commissione e da prestazioni di servizio raggiunge i 60,3 milioni, in calo di 3,5 milioni rispetto al 2021 (-5,5%) principalmente a causa della minore operatività della clientela dovuta all’andamento turbolento dei mercati. Il risultato da attività di negoziazione passa da 20,8 milioni a 23,7 milioni (+14,0%). Dal canto loro gli altri risultati ordinari risentono dell’andamento negativo dei listini borsistici, dell’apprezzamento del franco svizzero e delle conseguenze economiche del conflitto in Ucraina. Le minusvalenze sul portafoglio titoli del Gruppo determinano l’evoluzione negativa di tale voce, che passa da 3,7 milioni del 2021 a -6,5 milioni a fine 2022.

L’andamento complessivo di tali voci determina la netta crescita dei ricavi netti, i quali passano da 246,2 milioni a 263,5 milioni (+7,0%). I costi di esercizio arretrano di 8,3 milioni (-5,4%) e si attestano a 144,7 milioni. Tale livello è principalmente frutto della convergenza tra l’aumento di specifici costi – come le attività legate a pubblicità e sponsorizzazioni di realtà attive sul territorio a livello sportivo, culturale e benefico – e la presenza, nei conti 2021, del versamento una tantum di CHF 15,9 milioni alla cassa pensioni del personale. Le rettifiche di valore su partecipazioni e ammortamenti passano da 13,1 milioni a CHF 15,4 milioni; la variazione degli accantonamenti e altre rettifiche di valore aumentano da 0,6 milioni a 2,4 milioni.

Evoluzione delle voci di bilancio

L’attività tradizionale e principale del Gruppo BancaStato – nonostante la sua natura universale – si conferma essere quella legata alla concessione di crediti ipotecari. A fine 2022 tale voce di bilancio si attesta a 11,4 miliardi, testimoniando una crescita di 317,8 milioni (+2,9%). I crediti nei confronti di privati e aziende risultano sostanzialmente in linea con l’anno precedente e si attestano a 1,7 miliardi. Tale voce include anche i crediti COVID-19, i cui utilizzi ammontano a fine 2022 a 107,0 milioni. I crediti nei confronti degli enti pubblici progrediscono di 102,5 milioni a 783,1 milioni (+15,1%). Gli impegni nei confronti della clientela si confermano in crescita anche nel 2022. L’aumento di 294,0 milioni (+2,3%) porta tale voce di bilancio a superare la soglia di 12,8 miliardi: un’ulteriore testimonianza della fiducia riposta dalla clientela nei confronti della propria banca cantonale. Il totale di bilancio del Gruppo evolve di 674,5 milioni (+3,8%) a 18,6 miliardi.

Evoluzione dei patrimoni in gestione

Nel 2022 il volume dei patrimoni in gestione presso il Gruppo BancaStato (Assets under Management) è cresciuto di CHF 620,9 milioni (+3,0%) a CHF 21,3 miliardi. L’afflusso di nuovi patrimoni della clientela (Net New Money) è stato invece pari a CHF 2,2 miliardi e conferma la crescente attrattività del Gruppo BancaStato.

Redditività, efficienza e solidità

La redditività – in termini di Return on Equity (ROE) – si attesta al 7,5%. Gli indicatori di efficienza evolvono positivamente. Il Cost / Income I (costi di esercizio rapportati ai ricavi netti) passa dal 62,1% nel 2021 (55,6% non considerando gli elementi straordinari) al 54,9% del 2022. Analogamente, il Cost / Income II (che include anche gli ammortamenti e gli accantonamenti) si attesta al 61,7% nel 2022, mentre nel 2021 era al 67,7% (61,2% non considerando gli elementi straordinari).

La solidità del Gruppo (Capital Adequacy), determinata in base al rapporto tra i fondi propri necessari e i fondi propri disponibili, calcolati secondo i canoni di Basilea III, si attesta al 31.12.2022 al 235,5% (233,6% a fine 2021), a fronte di un requisito regolamentare del 150% (valido per le banche di categoria di vigilanza 3). Tutti gli indicatori di solidità previsti dalla Banca dei Regolamenti Internazionali si riconfermano abbondantemente al di sopra delle soglie regolamentari.

Il contributo del Gruppo BancaStato allo sviluppo economico del Cantone

Il Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) Christian Vitta accoglie favorevolmente il risultato raggiunto nel 2022 da BancaStato, che ha altresì permesso di aumentare del 4.6% il versamento nelle casse cantonali, nonostante un contesto caratterizzato da incertezza e turbolenze geopolitiche e macroeconomiche. Sottolinea inoltre che il Gruppo, dando seguito al suo ruolo di mandato pubblico, contribuisce in modo importante allo sviluppo economico e sociale del Cantone Ticino. Esempi in questo senso, approfonditi dal Consigliere di Stato in conferenza stampa, sono il sostegno all’iniziativa Boldbrain Startup Challenge, alla Ticino Film Commission, al progetto Ticino Ticket e all’Orchestra della Svizzera italiana, così come il rafforzato impegno finanziario nei confronti di TiVentures.

La Banca di riferimento in Ticino

“Il 2022 ha confermato che il modello di affari e la strategia aziendale del Gruppo BancaStato si rivelano paganti e vincenti anche in un quadro congiunturale fortemente mutevole. In un contesto contraddistinto da incertezze BancaStato traccia importanti punti fermi e rafforza la crescita pluriennale dei suoi risultati finanziari. Il versamento al Cantone è di 45,3 milioni: siamo orgogliosi di destinare tale cifra alla collettività. Estendendo lo sguardo agli ultimi cinque anni il versamento alle casse pubbliche oltrepassa i 210 milioni. Ma la nostra natura di Banca cantonale non si manifesta “unicamente” con il raggiungimento di importanti risultati finanziari: siamo altrettanto attenti alle modalità con cui essi vengono conseguiti - commenta Fabrizio Cieslakiewicz, Presidente della Direzione generale -. Il 2022 ha coinciso con la ripresa post-covid delle attività di innumerevoli realtà attive in Ticino a livello sociale, sportivo e culturale: “Realtà associative che in centinaia di casi hanno potuto contare sul sostegno diretto del Gruppo BancaStato. La nostra prossimità al territorio si è anche tradotta nel nostro impegno a favore delle start-up che germogliano nel nostro Cantone: BancaStato ha infatti annunciato che destinerà un milione all’anno sino al 2027 all’identificazione e allo sviluppo – per il tramite di TiVentures Sa – di start-up ad alto contenuto tecnologico e con un chiaro orientamento alla promozione della sostenibilità. Siamo la Banca di riferimento in Ticino e cerchiamo di dimostrarlo concretamente con i fatti”.

L’Avv. Marco Tini, Presidente della Direzione generale di Axion SWISS Bank SA, esprime grande soddisfazione “per gli eccellenti risultati. Un utile più che raddoppiato e un coefficiente di raccolta del 16% sugli Asset under Management (pari a 966 milioni) indicano che anche il nostro modello di affari e il nostro assetto strategico sono paganti. Siamo orgogliosi di contribuire in maniera rilevante al risultato del Gruppo. Il mandato pubblico di BancaStato ci sprona e motiva particolarmente in quanto consapevoli di lavorare per il Ticino e per i ticinesi”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
cantone
stato
risultati
miliardi
contesto
gruppo
chf
tale
risultato
News e approfondimenti Ticino
© 2024 , All rights reserved