Filtra per

Regione Luganese Locarnese Mendrisiotto Valle di Blenio
Categoria Teatro Musica Conferenze Cinema Altro Arte Feste
QUESTIONE IN SOSPESO
Teatro Foce, Lugano
20.30

 QUESTIONE IN SOSPESO

Rassegna HOME

DUO TEATRALE FOURES - ROUGIER 

Di e con: René Fourés, Amanda Rougier

Il nuovo spettacolo del duo teatrale nasce dal conflitto presente nel rapporto tra due personaggi complessi che, oltrepassando i confini tra reale e immaginario, tentano di nascondere la propria vera essenza. Nei momenti in cui cercano una via di scampo, il peso del passato è più presente che mai, come se ad ogni istante potesse accadere l’imprevedibile. Inabissandosi nelle proprie nature diverse, si rispecchiano a vicenda nell’altro, scoprendo molteplici sfaccettature in comune, fino a spogliarsi completamente delle “maschere”. Enigmi che si celano dietro i pezzi di un rompicapo: le parole sono incalzanti e dirette, ma le rivelazioni decisive vengono sempre rinviate, come se i due protagonisti giocassero a nascondino all’interno di un labirinto.

 

Età: da 13 anni

 

Ulteriori riduzioni con Lugano Card, Lugano Card City e carta studente IOSTUDIO (biglietti acquistabili solo allo Sportello FOCE e alla cassa serale).  

 

LuogoTeatro Foce
Indirizzo / ViaLugano
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Raclette - Auroro Borealo e i capelli lunghi dietro Spaghetti Punk European Tour
Studio Foce, Lugano
21.30

Rassegna RACLETTE
AURORO BOREALO E I CAPELLI LUNGHI DIETRO

Spaghetti Punk European Tour

Dopo stagioni intese di live in lungo e largo per l’Italia, Auroro Borealo e i Capelli Lunghi Dietro sono pronti a conquistare anche il pubblico delle capitali europee con la carica irrefrenabile di un tour punk. 

Dopo due dischi acclamati dalla critica e dai fan (Rockit.it ha eletto Adoro Borealo come “disco del secolo”), un tour di 90 date in due anni, due partecipazioni al Mi Ami 2018 e 2019 e il premio come Best New Live della Keepon Live Parade 2019 (classifica stilata dai direttori artistici e gestori dei club italiani aderenti al circuito KeepOn Live), Auroro Borealo ha venduto a sorpresa su subito.it il master del suo prossimo disco, Implacabile. Si tratta di un album punk composto da 8 canzoni veloci, sfrenate e taglienti, non a caso la durata totale è inferiore ai 13 minuti. Il disco è stato registrato in presa diretta insieme alla band di Auroro Borealo, I Capelli Lunghi Dietro, ed è cantato in numerose lingue tra cui inglese, italiano, francese, tedesco e spagnolo. 

Non sappiamo se e quando uscirà il disco, in ogni caso per promuoverlo Auroro Borealo e i Capelli Lunghi Dietro intraprenderanno a marzo questo tour europeo, Spaghetti Punk, per portare in tutta Europa il nuovo punk all’italiana.

I concerti di Auroro Borealo sono eventi irripetibili e ricchi della sagace ironia di un performer che riesce a coinvolgere il pubblico con trovate incredibili ed esibizioni senza eguali. 

 

Apertura porte: 21:00

Ingresso: CHF 15.- / LC e LCC: CHF 12.-

Prevendita: biglietteria.ch e Sportello Foce

 

I ragazzi sotto i 16 anni devono essere accomgnati da un maggiorenne

LuogoStudio Foce
Indirizzo / ViaLugano
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
GRAN GALA’ DELLA LIRICA
Teatro di Locarno , Locarno
20.30

GRAN GALA' DELLA LIRICA

Carmen, Turandot, Rigoletto, Traviata... Capolavori immortali le cui celebri arie sono rappresentate in un’unica serata che celebra la grande musica e lirica. L’eccellente Orchestra Filarmonica Italiana e favolosi interpreti - tra cui spiccano il mezzosoprano russo Victoria Shapranova, il baritono del Teatro alla Scala Giorgio Valerio e altri nomi del panorama internazionale - diretti dal M° Gianmario Cavallaro, direttore impegnato su scene mondiali, sono i protagonisti di questo evento esclusivo. Il “Gran Gala della Lirica” e una serata adatta a tutti in un incalzante susseguirsi di emozionanti brani: dall’Habanera di Bizet a Nessun dorma di Puccini a La donna e mobile di Verdi e tanti altri magistralmente eseguiti.

Riduzioni bambini/AVS/studenti disponibili proseguendo con l'ordine. 

Ulteriori informazioni:
www.opera-ballet.ch

tel. + 41 (0) 788828106
info@opera-ballet.ch

LuogoTeatro di Locarno
Indirizzo / ViaLocarno
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Künstliche Intelligenz: Wie funktioniert ein selbstfahrendes Auto?
Kultur- und Kongresszentrum Monte Verità, Ascona
19.30

mit Peter Rudin

LuogoKultur- und Kongresszentrum Monte Verità
Indirizzo / Viavia Collina 78, Ascona
Info0918505346
Prezzo15 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
INSOMNIA - The history of trance classic - Special Guest Dj Nonsdrome
Temus Club, Agno
22.00

Direttamente dai migliori eventi Trance Remember e Clubs in Svizzera:
DJ NONSDROME (OXA After-Hours / Energy / Goliath / Evolution)

Supported by Local:
►Synergee
►Doom
►Van Handenove
►Alex Pro

LuogoTemus Club
Indirizzo / ViaVia Campagna 24, Agno
Prezzo15 CHF
EtàMaggiorenni
Facebook Vai al link di facebook
English film club
Cinema Excelsior, Chiasso
18.15

"The guernsey literary and potato peel pie society" (2018)

124 minutes
Directed by Mike Newell
Starring: Lily James, Michiel, Huisman

In 1941, on the island of Guernsey, four friends are stopped by soldiers for breaching curfew during the German occupation. When asked for their reason, they say they were returning from their book club, hastily named "The Guernsey Literary and Potato Peel Pie Society", to avoid arrest. Five years later, in January 1946, author Juliet Ashton is promoting her latest book, written under her pen name Izzy Bickerstaff. She has just been contracted, through her publisher, Sidney Stark, to write stories for The Times Literary Supplement about the benefits of literature. Juliet receives a letter from Dawsey Adams, a man from Guernsey who has come into possession of her copy of Essays of Elia and who wants to know about where to find a bookshop in England to buy another book by the same author, Charles Lamb. He tells her that he is part of "The Guernsey Literary and Potato Peel Pie Society", which meets each Friday night. Juliet sends another book by Lamb and his sister, Tales from Shakespeare, in exchange for more information about the society and how it came into being. Juliet decides that she would like to write about the society and arranges to travel to the island, despite Sidney's reservations. Her American boyfriend Mark proposes before Juliet embarks on the ferry and she accepts. Upon arrival at Guernsey, Juliet attends the meeting of the Society where she is treated as a great celebrity by the members: Dawsey Adams, Amelia Maugery, Isola Pribbey, Eben Ramsey and Eben's young grandson, Eli. Juliet is told that Elizabeth, the founding member, is overseas. Juliet asks permission to write an article about the Society, but Amelia reacts negatively to the idea. Juliet learns that Dawsey is the guardian of Elizabeth's daughter, Kit. Instead of returning home at the end of the weekend, Juliet remains in Guernsey to conduct research, telling the group that she is writing about the German occupation. Over the following days, various members start to open up to Juliet, and Juliet discovers that Elizabeth was arrested and sent to Germany, but they are still hoping that she will return home. Juliet asks Mark, who is in the armed forces, to try to locate Elizabeth. After reading some of the work that Juliet wrote about the Society, a resident of Guernsey tells her that Elizabeth was no saint, hinting that Elizabeth was having sex with the Germans occupying the island to get luxuries. Juliet asks Dawsey about the story, and he confirms that he is not actually Kit's father, but the father was a German doctor, Christian Hellman. He worked with Elizabeth at the local hospital and had been sent back home. His ship was sunk in transit and he was killed. Mark arrives in Guernsey with information about Elizabeth …

LuogoCinema Excelsior
Indirizzo / ViaChiasso
Serata giochi da tavolo
La soffitta del libro, Ludiano
20.30

Ti piacciono i giochi di società ma non hai mai un gruppo con cui giocarli?
Vieni a trovarci! Non bisogna avere nessuna competenza. Solo la voglia di divertirsi!

LuogoLa soffitta del libro
Indirizzo / ViaLudiano
Guardando insieme - Wir Eltern
Granrex, Locarno
20.30

di Eric Bergkraut, Svizzera 2019, 96’
Con E. Bergkraut, E. Niederer, E. Bergkraut, R. Bergkraut, O. Bergkraut
v.o. svizzerotedesca, sottotitoli francesi

Wir Eltern - Una coppia zurighese pensa di aver fatto tutto nel modo giusto. Ma i figli adolescenti boicottano il loro perfetto sistema familiare, fino a quando i genitori non decidono di traslocare, da soli. I confini tra realtà e finzione si confondono. Realizzare un film può aiutare a risolvere i problemi di famiglia? Sembrano domandarselo gli autori di Wir Eltern, che sul loro complesso ménage domestico realizzano una commedia brillante, alternando momenti di riflessione a scontri aperti tra genitori e figli (una terribile coppia di gemelli quasi diciottenni e un fratellino minore).

LuogoGranrex
Indirizzo / ViaLocarno
Gautier Capuçon, violoncello / Jerome Ducros, pianoforte
Lac, Lugano
20.30

Fryderyk Chopin
Sonata per violoncello e pianoforte in sol minore, op. 65
Introduzione e polacca brillante per violoncello e pianoforte in do maggiore, op. 3

Cesar Franck
Sonata per violoncello e pianoforte in la maggiore, FWV 8

 

Per il suo primo récital di musica da camera Gautier Capuçon, Artista in residenza a LuganoMusica, sceglie due compositori che, nel loro modo di concepire il lirismo, hanno segnato la seconda metà dell’Ottocento. Da un lato Chopin, che al violoncello ha dedicato la maggior parte dei suoi lavori non scritti per pianoforte, con la giovanile Introduzione e polacca brillante, e la Sonata op. 65, eseguita dal compositore nel suo ultimo concerto pubblico; dall’altro Franck, la cui Sonata per violino divenne tanto popolare da convincere il violoncellista Jules Delsart ad arrangiarla, d’accordo con il compositore, per il suo strumento.

LuogoLac
Indirizzo / ViaPiazza Bernardino Luini 6, Lugano
PeriodoDal 04.03.2020 al 04.03.2021
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
The Kids Aren't Alright
la rada, Locarno
18.00

Nove artisti, quattro paesi diversi, un solo medium: la pittura. The Kids Aren't Alright è una mostra di millennial, anche se per "millennial" non si intende solo la data anagrafica, ma un sentimento condiviso di instabilità, lutto per un futuro ormai morto, e rabbia repressa che trova conforto in stati d'animo alterati.

Era il 1998 quando la band punk rock californiana The Offspring pubblicò la canzone "The Kids Aren't Alright", da cui la curatrice Elisa Rusca ha tratto il titolo di questa interessante esposizione collettiva.

Durante il vernissage alle ore 19 performance di live painting di Naoki Fuku accompagnato da Davide Merlino.

Fino a sabato 28 marzo, ingresso libero.

Luogola rada
Indirizzo / Viavia della Morettina 2, Locarno
PeriodoDal 21.02.2020 al 28.03.2020
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
DRIVE-IN MARCO CASENTINI
Kromya Art Gallery, Lugano
18.30

Camera 7

 

DRIVE-IN

Marco Casentini

 

19 febbraio 2020 - 28 marzo 2020

opening

mercoledì 19 febbraio 2020, ore 18.30

Mercoledì 19 febbraio, alle ore 18.30, Kromya Art Gallery, inaugura la mostra DRIVE-IN, personale dell’artista Marco Casentini, tra gli artisti astratti italiani più rappresentativi della sua generazione.

 

La mostra arriva a Lugano come tappa del percorso espositivo che Casentini porta avanti dal 2017 e che ha coinvolto musei ed istituzioni italiane ed estere come il MOAH, Museum of Art and History di Lancaster, la Reggia di Caserta e il Science and Technology Museum di Kuwait City.

 

Lo spazio quotidiano della galleria con le sue camere dialogherà con i paesaggi geometrici delle tele dando vita ad un’opera totale in cui lo spettatore si ritroverà coinvolto.

È una ricerca artistica che esplora la geometria degli spazi attraverso i colori e le forme che creano ambienti ideali in cui potersi riconoscere.

 

In “Drive In’ c’è il ricordo del viaggio” - spiega Marco Casentini - “È un entrare dentro la mia arte e seguirne i contorni e le sensazioni. Lo spazio espositivo diventa il luogo dove lo spettatore può percepire le emozioni che ho condiviso. Allo stesso tempo, poiché tutte le mie opere fanno riferimento a luoghi o a esperienze di viaggio, Drive In è anche una riflessione metaforica sul tema dell’essere in un altro luogo”.

LuogoKromya Art Gallery
Indirizzo / ViaViale Stefano Franscini 11, Lugano
PeriodoDal 19.02.2020 al 28.03.2020
GiorniTutti i giorni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Maxi saldi Maxishop
Centro storico , Lugano
20.00

Gran finale sconti tris! -30%-50%-70%

Vivi bene spendi meno ti togli il pensiero 

Approfitta delle spedizioni veloci express 

Profotti certificati  a prezzi scontati 

LuogoCentro storico
Indirizzo / ViaCentro storico , Lugano
PeriodoDal 20.01.2020 al 20.01.2022
GiorniTutti i giorni
Info3479223703
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Remo Rossi e il circo. L'arte della meraviglia. Omaggio a Rolf Knie.
Fondazione Remo Rossi, Locarno
20.00

La scelta della Fondazione Remo Rossi di organizzare una mostra dedicata al mondo circense, in concomitanza con l’arrivo del circo Knie in Ticino in occasione del giubileo del Circo Nazionale Svizzero, che compie quest’anno la sua 100° tournée in tutta la Svizzera, nasce dalla volontà di valorizzare un soggetto particolarmente caro allo scultore locarnese, il quale non mancava di recarsi al serraglio e agli spettacoli del circo Knie, per trarne spunto e dare vita a tutta una serie di disegni e appunti iconografici, dai quali scaturirono le sue opere scultoree. Sono infatti assai numerosi gli acrobati, i clown e gli animali da circo scolpiti da Remo Rossi nel corso della sua carriera artistica, già a partire dalla metà degli anni Quaranta, con la realizzazione in particolare della “Foca” (1945) che decora la fontana di Piazza Governo a Bellinzona. Lo stile delle opere legate al circo volge successivamente verso forme più rigide, allo scopo di evidenziare le tensioni dei mirabili equilibri degli acrobati e le movenze istintive degli animali, come giraffe, dromedari o cavalli.

La concomitanza dell’anniversario del circo Knie  con la mostra della Fondazione Remo Rossi è l’occasione per sondare l’arte circense anche attraverso l’interpretazione dell’artista che più di ogni altro ha saputo incarnarne la magia, ovvero Rolf Knie, al quale la Fondazione Rossi intende rendere omaggio per i suoi 70 anni. Knie è presente in mostra con due opere su carta, tre dipinti, uno dei quali dalle dimensioni assai imponenti, e la scultura del suo assai noto “Happy Elephant”. Le opere di Rolf Knie sono in vendita.

L’esposizione prosegue poi al di fuori degli spazi espositivi della sede della Fondazione Rossi, grazie alla proficua collaborazione con il Comune di Orselina, proprietario di una tra le sculture maggiormente significative di Remo Rossi in ambito circense, ovvero gli “Acrobati” (1961) in alluminio dorato, presentati all’Esposizione nazionale di Losanna del 1964 ed esposti oggi all’interno del Parco comunale di Orselina. Nella sala di Casa Ossola, messa a disposizione da parte del Municipio, trovano poi posto le litografie e i disegni di Remo Rossi che rimandano in particolare a quest’opera. 

Non poteva mancare inoltre il riferimento a Dimitri, che negli anni Settanta andò in tournée proprio con il circo Knie: egli aveva una particolare sensibilità nei confronti dell’arte, e della scultura in particolare, tanto da allestire presso la Casa del clown a Verscio un giardino artistico, animato dalle opere dei più svariati scultori, tra cui spicca anche l’”Acrobata” (1958) di Remo Rossi, che Dimitri ebbe modo di ammirare nella corte interna di Casa Rusca durante la mostra antologica dedicata allo scultore locarnese nel 2012.

La mostra su Remo Rossi e il circo prosegue dunque presso il Teatro Dimitri di Verscio, dove accanto all’opera nel giardino, all’interno del ristorante possono essere ammirati alcuni disegni e litografie in cui ritornano l’acrobata e il clown, ovvero le figure circensi maggiormente significative per Dimitri.

La mostra è accompagnata dalla pubblicazione di un prezioso catalogo, con un testo critico di Claudio Guarda su Remo Rossi e il circo, un testo di Andrea Fazioli sul tema circense, il ricordo di Dimitri tracciato da suo figlio David e un testo di Diana Rizzi in omaggio all’arte di Rolf Knie. 

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 28 marzo 2020, con i seguenti orari:

Locarno, Fondazione Remo Rossi, Via Rusca 8
mercoledì, giovedì e sabato: 9.00-11.30
venerdì: 14.00-17.30.  

Orselina, Casa Ossola, Via Caselle 4
martedì:14.00-17.30

Verscio, Ristorante Teatro Dimitri
Apertura secondo gli spettacoli della stagione autunno-primavera 2019-2020 

Chiusura natalizia: 22 dicembre 2019-6 gennaio 2020

Si effettuano visite guidate su prenotazione e attività didattiche per le scuole.

Entrata gratuita.

 

LuogoFondazione Remo Rossi
Indirizzo / ViaVia F. Rusca 8, Locarno
PeriodoDal 06.12.2019 al 28.03.2020
GiorniMa Me Gi Ve Sa
Info0041917512166
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved