TiPress
Coronavirus
20.03.2020 - 11:480
Aggiornamento : 23.03.2020 - 15:46

Coronavirus, l'allarme di Lanzavecchia: "Resiste per ore nell'aria"

Il direttore dell'IRB di Bellinzona: "La emivita del virus è di tre ore. E persiste anche sulle superfici. Non era chiaro dall'inizio che gli asintomatici potessero..."

TICINO – Il coronavirus resiste per ore nell'aria. Lo spiega a Falò l'immunologo e direttore dell'IRB (Istituto di Ricerca in Biomedicina) di Bellinzona Antonio Lanzavecchia. "Il problema di questa infezione – spiega alla trasmissione della RSI –, è l'estrema contagiosità. Il virus è molto resistente: persiste per ore negli aerosol, cioè in una stanza in cui ha respirato una persona infetta".

"La emivita del virus – continua –  è di tre ore. Dopo tre ore c'è ancora la metà della quantità del virus e persiste anche sulle superfici. Questa estrema resistenza del virus e la facilità con cui il virus passa da un individuo all'altro non era prevedibile, così come non era chiaro fin dall'inizio che individui senza sintomi o con sintomi leggeri potessero infettare".

 

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved