Cronaca
"Hanno vinto i migliori". Parola del secondo classificato. Rupen Nacaroglu spegne le polemiche con un applauso ai fratelli Gabbani che hanno vinto il concorso per la gestione del bar del lido Riva Caccia di Lugano: "Viva i giovani luganesi che lavorano e s’impegnano"
Naca sorprende ancora una volta: “Nulla di marcio: ha vinto la proposta migliore”. Parole che non siamo certo abituati a sentire da chi arriva secondo nella graduatoria di un concorso pubblico. E invece si può fare...
©Ti-Press / Gabriele Putzu
LUGANO - “Nulla di marcio: ha vinto la proposta migliore”. Parole che non siamo certo abituati a sentire da chi arriva secondo nella graduatoria di un concorso pubblico.

 

Invece Rupen Nacaroglu sorprende ancora una volta. Commentando la decisione del Municipio di Lugano di assegnare ai fratelli Gabbani la gestione del bar del lido Riva Caccia, il Consigliere Comunale del PLR, e anima di molte iniziative culturali e imprenditoriali in Ticino, ha stappato sul nascere le polemiche che hanno cominciato serpeggiare nelle ultime ore.

 

“Ho partecipato al concorso per il Bagno Pubblico Riva Caccia con Francesco Coldesina e Shigi Takahashi - ha scritto Naca su Facebook - e siamo arrivati secondi dietro alla candidatura dei fratelli Domenico Gabbani e Francesco Gabbani. Ho seguito i criteri e ho visto i risultati. Non c’è nulla di marcio, la proposta vincente era superiore alla nostra concretamente e per due aspetti molto precisi. Chi polemizza senza cognizione di causa sbaglia e di grosso”.

 

“Andate a leggere il bando, i risultati, i criteri di giudizio - ha aggiunto Nacaroglu - e poi se avete ancora da dire ci sono organi di ricorso. Se invece ritenete di poter fare meglio basta partecipare e vedere come andrà. Buon lavoro ai Gabbani e viva i giovani luganesi che lavorano e s’impegnano”.



Pubblicato il 05.01.2018 15:41

Guarda anche
Cronaca
L'uomo, su cui pendeva un mandato di arresto della Magistratura spiccato a seguito degli accertamenti d'inchiesta degli inquirenti della Polizia cantonale, è stato fermato dalle Guardie di confine a Chiasso mentre si trovava a bordo di un taxi in entrata in Svizzera dal valico di Brogeda
Cronaca
“Come deciso dal Consiglio di Stato nel mese di dicembre scorso – si legge nella nota del Dipartimento - il saldo positivo di oltre un milione di franchi ottenuto con i correttivi introdotti a inizio 2017 nel meccanismo dell’imposta di circolazione è stato ridistribuito agli automobilisti ticinesi
Cronaca
Il ladro è stato fermato e arrestato sabato mattina verso le 6. Le ipotesi di reato nei suoi confronti sono di furto, furto d'uso, danneggiamento, violazione di domicilio, grave infrazione alle norme della circolazione e guida in stato di inattitudine
Cronaca
Un episodio inquietante è avvenuto sabato sera alle scuole medie di Minusio. Un episodio che poteva portare a conseguenze ben peggiori