Cronaca
Ma al FoxTown non vale il divieto di indossare il burqa? Ecco madre e figlia che snocciolavano la “ṣalāt al-maghrib” nel posteggio. Un lettore fotografa e commenta: "Benvenuti in Ticinistan"
Il lettore ha anche chiesto all’uomo che aspettava in auto se sapeva che in Ticino la legge vieta di portare il burqa. Lui non ha nemmeno risposto. Ha semplicemente voltato via la faccia. Beh, dobbiamo iniziare ad abituarci…
MENDRISIO - Ma in Ticino non doveva esserci il divieto di dissimulare il volto in luoghi pubblici, e quindi di indossare il burqa? Forse che questo divieto non vale nella ‘libera repubblica del Foxtown’? Chissà se là dentro qualcuno controlla che le clienti rispettino la legge o se l’unica legge che vale è quella dei soldi…

Chi lo sa, sta di fatto che ieri pomeriggio queste due donne, presumibilmente madre e figlia, una delle quali impastranata in un burqa integrale (ma forse se l'era tolto per entare al FoxTown), si sono messe a pregare nel posteggio del centro commerciale di Mendrisio.
La madre era inginocchiata su una copertina tipo plaid, la ragazza, in abbigliamento sbarazzino, si è fatta meno problemi.

Mentre il marito della donna in burqa se ne stava in auto ad aspettare, madre e figlia snocciolavano la “ṣalāt al-maghrib”, la preghiera del tramonto.

Pensavano forse di essere al riparo da sguardi indiscreti ma un nostro lettore le ha fotografate e ci ha mandato gli scatti con il commento “benvenuti in Ticinistan”. Ha anche chiesto all’uomo che aspettava in auto se sapeva che in Ticino la legge vieta di portare il burqa. Lui non ha nemmeno risposto. Ha semplicemente voltato via la faccia.

Beh, dobbiamo iniziare ad abituarci…

emmebi




Pubblicato il 15.05.2018 09:51

Guarda anche
Cronaca
Il pilota della Swisshelicopter era da poco decollato dalla base dell’aeroporto di Magadino. Stava effettuando con il passeggero lo stesso volo di prova che abbiamo fatto lunedì scorso. Si sorvola un tratto di lago, poi la diga della Verzasca, e si entra nella Valle
Cronaca
Le ricerche da parte della polizia per individuare il pilota del drone sono state subito avviate e questi è stato rintracciato presso la diga della Verzasca. Si tratta di uno svizzero 42enne domiciliato nel canton Lucerna verrà denunciato all'Ufficio federale dell'aviazione
Cronaca
Distratto dai commenti degli utenti che partecipavano alla live non si accorge dell'arrivo di un altro veicolo in senso opposto. Lo schianto frontale è stato inevitabile
Cronaca
Durante la Conferenza episcopale italiana, il Santo Padre ha inoltre dichiarato: "Nei seminari esistono tendenze che sono profondamente radicate e che si declinano in veri e propri atti omosessuali"