© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
Cronaca
17.03.2018 - 18:510
Aggiornamento 19.06.2018 - 15:41

Cocchi: "Coraggio e onestà". Gobbi: "Da oggi non sono più semplici cittadini: in servizio e fuori". Il Comandante e il ministro "battezzano" 41 nuovi agenti di polizia

Cerimonia di dichiarazione di fedeltà alla Costituzione e alle leggi oggi a Mendrisio per gli agenti diplomati alla Scuola di polizia. Dal capo della polizia e dal Direttore del Dipartimento delle istituzioni un forte richiamo alla responsabilità

MENDRISIO - Oggi presso il Mercato coperto a Mendrisio si è svolta la cerimonia di dichiarazione di fedeltà alla Costituzione e alle leggi da parte degli agenti diplomati alla Scuola di polizia.

 

Quarantuno i neodiplomati (23 della Polizia cantonale, 16 delle Polizie comunali e 2 della Polizia dei Trasporti). La cerimonia ha visto pure protagonisti i diplomati della Scuola agenti di custodia SAC 2017 (14 nuovi agenti).

 

All’evento erano ovviamente in prima fila il comandante della polizia Matteo Cocchi e il direttore del Dipartimento delle istituzione Norman Gobbi. Entrambi, nei loro discorsi, hanno voluto fare un forte richiamo alla responsabilità per i neo agenti.

 

"Coraggio ed onestà - ha detto Cocchi - sono la base. Ci vuole una grande motivazione: da domani la loro vita cambierà".

 

"Non sono più semplici cittadini. I compiti a loro affidati sono compiti di Stato. E dunque verranno riconosciuti, anche fuori servizio, per questa loro funzione”, gli ha fatto eco Gobbi.

Potrebbe interessarti anche
Tags
polizia
agenti
cocchi
cerimonia
coraggio
comandante
semplici cittadini
nuovi agenti
onestà
diplomati scuola
© 2018 , All rights reserved