Cronaca
13.07.2019 - 09:460

Cos'è, come si manifesta e come si combatte il colpo di calore. Franco Denti: "Non va sottovalutato, può danneggiare cuore e cervello"

Il Presidente dell'Ordine dei Medici: "Mantenersi idratati è la prima regola. Se la temperatura corporea sale sopra i 40° è allarme medico"

BELLINZONA – Che cos’è il colpo di calore? Ascoltando il dottor Franco Denti, ci si rende conto subito che è un problema ben più grave di quanto si pensi comunemente, perché può portare a gravi danni. Ma andiamo per ordine...

Dottore, cos’è il colpo di calore?

“È quando per una prolungata esposizione in una situazione di calore. La nostra temperatura corporea è attorno ai 36°, se sale oltre i 40° è pericoloso. Accade, solitamente, quando si fa attività sotto il sole per molto tempo o si è esposti ai raggi solari”.

Quali sono i sintomi?

“I primi a essere colpiti sono i muscoli, con spasmi, a partire dai polpacci. Possono subentrare confusione, il sentirsi rallentati, ed anche il mal di testa. Una cosa di cui tener conto è che il nostro corpo si raffredda tramite il sudore, che è molto importante. Per far fronte al calore bisogna essere idratati, bevendo molto e anche attraverso cibi che contengano acqua, come frutta e verdura”.

Quando è pericoloso?

“Se si rimane per un lungo periodo, diciamo un’ora, in una situazione di colpo di calore, a subire danni possono essere addirittura il cuore e il cervello. Per cui, non è assolutamente qualcosa da sottovalutare! Se la temperatura corporea sale sopra i 40°, è allarme medico”.

Come intervenire, quando qualcuno vicino a noi è colpito da un colpo di calore?

“Prima di tutto va spostato dalla zona soleggiata, e messo dove fa più fresco. Bisogna abbassare la temperatura facendolo bere e mettergli i piedi in acqua fredda, così da farla scendere. E portarlo al pronto soccorso o da un medico”.

Chi è più a rischio?

“Bambini e anziani, che non dovrebbero esporsi al calore nelle ore più calde della giornata. Lo stesso vale per chi fa sport, dovrebbe evitare alcune ore. E chi assume medicamenti, in particolare diuretici (che fanno urinare maggiormente per abbassare anche la pressione, in alcuni casi), medicamenti per il morbo di Parkinson, psicofarmaci. Per talune tipologia di farmaco, il medico cerca già di cambiare il dosaggio quando fa molto caldo”.

È vero che i sintomi spesso vengono confusi con quelli di un’intossicazione alimentare?

“Succede, e non è facile capire la differenza. Non confondiamo con la congestione, che di per sé non esiste”.

Per congestione, non si pensa a quella che avviene quando si entra in acqua subito dopo pranzo?

“Qui si pensi al caso della sportiva annegata nel lago di Como. Era accaldata ed entrata in acqua, con un’escursione termica importante, magari una ventina di gradi, si ferma in poche parole il respiro. Certo, anche tuffarsi subito dopo aver mangiato non regala un’esperienza piacevole: direi che la regola di aspettare due ore prima di fare il bagno è attuale e da rispettare”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
colpo
calore
colpo calore
cos
acqua
temperatura
temperatura corporea
cervello
40°
franco denti
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved