Cronaca
04.08.2020 - 12:260

Da un SMS al conto svuotato, attenzione allo smishing!

Tutto parte da un messaggio, in tedesco o inglese, che informa l’utente che l’invio di un suo pacco postale si trova bloccato per insufficiente affrancatura e per ottenerne la consegna si invita a selezionare un link. Mai aprirlo!

BELLINZONA - SMS che arrivano, quasi ignorati, sepolti dalla quantità di altri messaggi (e poi, a ben vedere, a usare gli SMS ormai sono in pochi...). Eppure la frode c'è, non subito ma arriva.

Questi messaggi, chiamati in gergo smishing (acronimo di SMS e phishing), utilizzano il servizio SMS dei cellulari per attirare in trappola le potenziali vittime. Spesso in lingua tedesca o in inglese, vengono inviati in massa potenzialmente a qualsiasi numero di cellulare in Svizzera.

Il contenuto informa l’utente che l’invio di un suo pacco postale si trova bloccato per insufficiente affrancatura e per ottenerne la consegna si invita a selezionare un link.

Quest’ultimo rimanda a un sito web dove si richiedono, oltre i dati personali, anche quelli della carta di credito. L’importo richiesto è molto contenuto e si aggira attorno a pochi euro, tuttavia nei mesi successivi alla vittima sono addebitate delle spese non previste, ad esempio per abbonamenti mensili o, addirittura, il conto bancario su cui la carta di credito si appoggia viene svuotato. Una modalità simile avviene anche attraverso messaggi di posta elettronica.

Dunque, cosa fare?

Assolutamente, bisogna ignorare questo tipo di messaggio. Il link non va selezionato e non si deve rispondere. Mai trasmettere dati personali, in particolare riguardanti la carta di credito o i conti correnti.

Ma se in effetti si attende un pacco, come capire quando esso è realmente bloccato e quando si tratta di una truffa'? Il consiglio è di chiedere delucidazioni al fornitore o a chi effettua la spedizione stessa, usando canali ufficiali. 

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved