TIPRESS
Cronaca
14.09.2020 - 17:040

Autoin non tira il freno a mano e fa andare su di giri il commercio locale

L'edizione 2020 si terrà dal 17 al 19 settembre: sarà un’esposizione collettiva all’interno degli showroom delle concessionarie UPSA del Locarnese

LOCARNO – Autoin si farà. Il Covid-19 non è riuscito a frenare l’organizzazione dell’evento, che dal 17 al 19 settembre presenterà diverse novità. L’emergenza sanitaria, che si è tradotta in uno dei momenti più duri della storia recente sotto il profilo economico, non è riuscita a scalfire lo spirito dei garagisti che hanno unito le forze, pensando al commercio locale e non solo al settore delle quattro ruote.

Un segnale importante da parte di uno dei settori più colpiti dalla crisi scatenata dall’emergenza sanitaria, a cui si aggiunge un’iniziativa virtuosa. La sezione regionale di UPSA e i titolari delle concessionarie hanno deciso di sostenere i piccoli commerci locali, mettendo in palio 22 buoni del valore di 500 franchi l’uno, nell’ambito di un concorso che presenterà numerose estrazioni a cui potranno prendere parte tutti i partecipanti alle visite previste negli showroom. Un cambio di formula dal forte valore simbolico, oltre che economico, dato che in passato il buono prevedeva una spesa unicamente nelle concessionarie regionali, mentre quest’anno serviranno agli acquisti nei negozi dei piccoli commercianti di Locarno e dintorni.

Diverse le novità dell’imminente edizione a partire dalla rivoluzione del concetto per mettere in mostra tutte le novità del settore dell’auto: l’esposizione, infatti, non si terrà sul lungolago tra Muralto e Locarno, ma prenderà forma direttamente negli showroom delle principali concessionarie UPSA della regione.

L’altro cambio di paradigma è costituito dai giorni in cui si terrà la 26a edizione. L’esposizione collettiva, che coinvolgerà 14 tra i principali garage affiliati all’Unione Professionale dell’Auto sezione Locarnese, si terrà non più la domenica, ma dal giovedì al sabato.

Quanto alla nuova formula se è vero che da un lato non ci sarà la grande migrazione di circa 200 veicoli lungo le sponde del Verbano, è altrettanto vero che non ci saranno incognite legate alle condizioni meteorologiche o problemi logistici. Tutti i professionisti del settore dell’auto del Locarnese sono quindi pronti ad accogliere curiosi e acquirenti per fornire tutte le informazioni relative alle 4 ruote nuove fiammanti, così come delle offerte o delle possibilità d’acquisto per rilanciare, a cavallo tra il 2020 e il 2021, un settore fondamentale per il tessuto economico ticinese. Tutte le informazioni su www.upsalocarno.ch.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved