Fiorentina
1
Milan
1
fine
(0-0)
Ambrì
0
Ginevra
1
fine
(0-0 : 0-0 : 0-1)
Bienne
5
Davos
2
fine
(3-1 : 0-0 : 2-1)
Lakers
3
Losanna
2
fine
(0-1 : 0-1 : 2-0 : 1-0)
Lugano
0
Berna
6
fine
(0-3 : 0-0 : 0-3)
Langnau
0
Friborgo
1
fine
(0-0 : 0-1 : 0-0)
Zugo
1
Zurigo
4
fine
(0-1 : 1-1 : 0-2)
Fiorentina
SERIE A
1 - 1
fine
0-0
Milan
0-0
 
 
13'
BENNACER ISMAEL
 
 
24'
CALHANOGLU HAKAN
 
 
56'
0-1 REBIC ANTE
DALBERT HENRIQUE
60'
 
 
CACERES MARTIN
76'
 
 
1-1 PULGAR ERICK
85'
 
 
 
 
85'
HERNANDEZ THEO
BENNACER ISMAEL 13'
CALHANOGLU HAKAN 24'
REBIC ANTE 0-1 56'
60' DALBERT HENRIQUE
76' CACERES MARTIN
85' 1-1 PULGAR ERICK
HERNANDEZ THEO 85'
Start of second half delayed.
The goal at 34th minute for AC MILAN was cancelled on VAR rule.
Venue: Stadio Artemio Franchi.
Turf: Natural.
Capacity: 43,147.
History: 44W-43D-72W.
Goals: 186-247.
Age: 25,5-26,2.
Sidelined Players: FIORENTINA - Milan Badelj (Indirect card suspension), Franck Ribu00e9ry (Ankle), Christian Kouame (Cruciate Ligament).
AC MILAN - Lucas Biglia (Knee), Alexis Saelemaekers (Ankle), Rade Krunic (Fatigue fracture), Hakan Calhanoglu (Hip), Simon Kjaer (Torn Muscle), Lu00e9o Duarte
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
Ambrì
LNA
0 - 1
fine
0-0
0-0
0-1
Ginevra
0-0
0-0
0-1
 
 
45'
0-1 WINNIK
WINNIK 0-1 45'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
Bienne
LNA
5 - 2
fine
3-1
0-0
2-1
Davos
3-1
0-0
2-1
1-0 RIAT
1'
 
 
2-0 RIAT
16'
 
 
3-0 ULLSTROM
17'
 
 
 
 
18'
3-1 HERZOG
 
 
52'
3-2 HERZOG
4-2 RIAT
55'
 
 
5-2 RIAT
58'
 
 
1' 1-0 RIAT
16' 2-0 RIAT
17' 3-0 ULLSTROM
HERZOG 3-1 18'
HERZOG 3-2 52'
55' 4-2 RIAT
58' 5-2 RIAT
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
Lakers
LNA
3 - 2
fine
0-1
0-1
2-0
1-0
Losanna
0-1
0-1
2-0
1-0
 
 
8'
0-1 LINDBOHM
 
 
26'
0-2 ALMOND
1-2 LOOSLI
45'
 
 
2-2 SCHNEEBERGER
57'
 
 
3-2 CERVENKA
63'
 
 
LINDBOHM 0-1 8'
ALMOND 0-2 26'
45' 1-2 LOOSLI
57' 2-2 SCHNEEBERGER
63' 3-2 CERVENKA
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
Lugano
LNA
0 - 6
fine
0-3
0-0
0-3
Berna
0-3
0-0
0-3
 
 
3'
0-1 EBBETT
 
 
4'
0-2 MOSER
 
 
8'
0-3 GERBER
 
 
46'
0-4 SCHERWEY
 
 
51'
0-5 KAMPF
 
 
52'
0-6 GERBER
EBBETT 0-1 3'
MOSER 0-2 4'
GERBER 0-3 8'
SCHERWEY 0-4 46'
KAMPF 0-5 51'
GERBER 0-6 52'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
Langnau
LNA
0 - 1
fine
0-0
0-1
0-0
Friborgo
0-0
0-1
0-0
 
 
29'
0-1 GUNDERSON
GUNDERSON 0-1 29'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
Zugo
LNA
1 - 4
fine
0-1
1-1
0-2
Zurigo
0-1
1-1
0-2
 
 
2'
0-1 SUTER
1-1 THIRY
24'
 
 
 
 
28'
1-2 SUTER
 
 
59'
1-3 SUTER
 
 
60'
1-4 SUTER
SUTER 0-1 2'
24' 1-1 THIRY
SUTER 1-2 28'
SUTER 1-3 59'
SUTER 1-4 60'
Ultimo aggiornamento: 22.02.2020 22:44
©Ti-Press/Luca Crivelli
Secondo Me
17.05.2019 - 16:320

Direttiva UE sulle armi, Schnellmann: "Passo dopo passo, si integra la Svizzera nella ragnatela europea fatta di leggi e burocrazia"

Il deputato PLR sul tema in votazione nell'imminente fine settimana: "Oggi tocca alle armi, domani invece il cittadino svizzero in quale altra forma verrà limitato nella sua libertà individuale?"

*Di Fabio Schnellmann

Questo fine settimana saremo chiamati alle urne per decidere se adottare o meno la direttiva UE sulle armi. Questa trasposizione del diritto europeo nella nostra legge, fatta passare con un "adeguamento" dell'accordo di Schengen-Dublino, proibirà di fatto ai privati cittadini di detenere armi da fuoco normalmente reperibili in commercio. Oltre l’80% delle armi utilizzate per tiro sportivo, comprese le centinaia di migliaia di fucili d’assalto “fass” 57 e 90 in versione civile, verrebbe proibito e potrebbe essere acquistato soltanto con un’autorizzazione eccezionale. Ora, si potrebbe dire che in fondo non è così grave visto che vi sarebbe comunque la possibilità di ottenere questa autorizzazione eccezionale.

Il problema però è un altro: col pretesto delle armi si vuole imporre alla Svizzera la ripresa automatica e dinamica del diritto europeo deciso a Bruxelles. Infatti l’articolo 17 della Direttiva UE sulle armi contiene un passaggio che di fatto equivale a un meccanismo di inasprimento che interverrebbe automaticamente ogni cinque anni. Quindi, l'eventualità che con lo stesso pretesto della lotta al terrorismo o con un'altra motivazione, al prossimo giro di vite saremo obbligati ad accettare un divieto assoluto del possesso di armi da fuoco per privati è molto probabilmente solo una questione di tempo.

Quindi, come ben sa anche il Consiglio federale, già con il prossimo giro di inasprimenti la Svizzera non potrebbe più impedire un divieto assoluto della detenzione di armi semiautomatiche da parte di privati, senza eccezione alcuna. La tattica del salame risulta chiara: passo dopo passo, si integra la Svizzera nella ragnatela europea fatta di leggi e burocrazia. Oggi tocca alle armi, domani invece il cittadino svizzero in quale altra forma verrà limitato nella sua libertà individuale? Pensiamoci, la posta in gioco è molto alta! Votiamo quindi NO il prossimo 19 maggio alla ripresa della direttiva UE sulle armi.

*Deputato PLR

Potrebbe interessarti anche
News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved