Elezioni federali 2019
18.11.2019 - 11:180
Aggiornamento : 20.11.2019 - 10:25

Ballottaggio per gli Stati: boom di ascolti per la diretta di Teleticino!

La soddisfazione di Matteo Pelli: "Si tratta del record storico dell’emittente per quanto riguarda i programmi d’informazione. Una roba da hit parade!"

MELIDE - Ascolti da record ieri per la diretta di Teleticino dedicata al ballottaggio per il Consiglio degli Stati. Il terremoto verificatosi nelle urne, si è registrato anche sui dati dell’emittente di Melide.

Il programma #sempreindiretta condotto da Sacha Dalcol, prodotto da Matteo Pelli e realizzato da tutta la squadra giornalistica dell’emittente guidata dal caporedattore Francesco Pellegrinelli, ha infatti totalizzato numeri strabilianti.


Dalle 13.00 alle 16.00, infatti, lo share non è mai sceso sotto il 10%, con punte oltre il 25%. L’ora più seguita è stata quella dalle 13.30 alle 14.30 dove la media dello share si è collocata addirittura al 17%, con 25’000 contatti.

Il pathos di un’elezione con un risultato storico, risoltasi all’ultimo minuto e per soli 45 voti, ha quindi tenuto incollati alla tv migliaia e migliaia di ticinesi. Telespettatori che, grazie ai numerosi collegamenti sul territorio, hanno potuto ascoltare le reazioni a caldo dei vinti, Filippo Lombardi e Giovanni Merlini, e dei vincitori, Marina Carobbio e Marco Chiesa. Oltre ai commenti dei vari protagonisti della politica cantonale e degli ospiti in studio, Fabio Pontiggia, Alfonso Tuori, Marco Bazzi e Andrea Leoni.

“È un risultato straordinario!”, commenta soddisfatto a Liberatv il direttore di TeleTicino Matteo Pelli. “Si tratta del record storico dell’emittente per quanto riguarda i programmi d’informazione. Una roba da hit parade! Il merito è tutta la squadra di TeleTicino che ha lavorato senza sosta per poter offrire questo importante servizio al pubblico”.

E per chi non ne avesse ancora abbastanza, questa sera si replica. Il Tg Talk, in onda dalle 19.10 circa, dedicherà un altro speciale all’analisi dello storico risultato di ieri. 

 

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved