© Keystone / Ti-Press / Samuel Golay
Bancastato
28.08.2020 - 14:090
Aggiornamento : 31.08.2020 - 10:20

Primo semestre solido per Banca Stato nonostante il Coronavirus. Cieslakiewicz: "Noi vicini ai ticinesi"

I costi straordinari contabilizzano il sostegno di 6,2 milioni di franchi al progetto “Vivi il tuo Ticino”, fattore che incide sull’utile semestrale in diminuzione del 14,8%

BELLINZONA – Nonostante la difficile e imprevista situazione dovuta al Coronavirus, nel primo semestre 2020 il Gruppo BancaStato consegue un risultato operativo solido. I crediti ipotecari progrediscono del 2,1% oltrepassando la soglia dei 10 miliardi di franchi. I ricavi netti registrano un calo del 2% a 113,5 milioni di franchi. I costi di esercizio aumentano dell’1,2%. Il risultato operativo si attesta a 43 milioni di franchi, calando dell’1,6% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso. I costi straordinari contabilizzano il sostegno di 6,2 milioni di franchi al progetto “Vivi il tuo Ticino”, fattore che incide sull’utile semestrale in diminuzione del 14,8% a 28,1 milioni.

I risultati finanziari

Nel primo semestre 2020 il Gruppo BancaStato ottiene risultati solidi e soddisfacenti nel contesto della particolare situazione dovuta al Coronavirus. Durante questi difficili primi sei mesi dell’anno, il Gruppo ha concretamente agito per sostenere l’economia locale. Oltre all’erogazione di specifici crediti “Covid-19”, destinati alle PMI del territorio, BancaStato si è fatta carico di 6,2 milioni di costi vivi legati al progetto “Vivi il tuo Ticino”, sviluppato dal Dipartimento delle Finanze e dell’economia e dall’Agenzia Turistica Ticinese.

L’utile semestrale si mantiene su buoni livelli e raggiunge i 28,1 milioni di franchi, con un calo del 14,8%. Non tenendo conto dei costi straordinari di “Vivi il tuo Ticino”, e delle spese organizzative dovute alla crisi sanitaria, l’utile sarebbe stato in linea con quello dello scorso anno. Nonostante il contesto, la Banca continua a rafforzare la propria solidità tramite un’attribuzione alle Riserve per rischi bancari generali di 8 milioni (2 in meno rispetto al primo semestre 2019). Il totale della cifra di bilancio segna una netta crescita di 1,06 miliardi e supera i 15,9 miliardi. I crediti ipotecari oltrepassano i 10 miliardi (+206,2 milioni, pari a +2,1%). Il totale degli impegni nei confronti della clientela progredisce di 678 milioni (+6,9%) a 10,57 miliardi.

I patrimoni gestiti risentono in particolar modo delle turbolenze sui mercati finanziari innescate dal Coronavirus e il loro valore si attesta a 16,4 miliardi, con una diminuzione di 786,6 milioni (-4,6%) nei primi sei mesi del 2020. Gli afflussi netti di patrimoni ammontano per contro a 437 milioni.

Passando al conto economico, la principale fonte di ricavo di BancaStato, vale a dire il risultato netto da operazioni su interessi, risulta in leggero calo di 0,7 milioni (-0,9%) e si attesta a 77,3 milioni. Il risultato da operazioni su commissione e da prestazioni di servizio registra un incremento di 3 milioni di franchi (+12%). Il risultato da attività di negoziazione raggiunge gli 8 milioni, con una diminuzione di 1,2 milioni (-12,6%). Gli altri risultati ordinari diminuiscono a 0,4 milioni.

Complessivamente, i ricavi netti raggiungono i 113,5 milioni, in calo del 2%. I costi di esercizio sono leggermente in crescita: +1,2% a 64,6 milioni. Il risultato operativo (risultato d’esercizio) è in lieve calo (-0,7 milioni, pari a -1,6%) e si pone poco al di sopra dei 43 milioni.

Un chiaro ruolo in Ticino

“Nei primi sei mesi del 2020 il Gruppo BancaStato ha dimostrato concretamente di essere vicino ai ticinesi e alle aziende che ogni giorno producono ricchezza sul territorio. Abbiamo un chiaro mandato pubblico e il nostro ruolo è anche quello di intervenire, quando necessario, con misure straordinarie come il finanziamento al progetto “Vivi il tuo Ticino”. Le strategie aziendali implementate negli ultimi anni dal Gruppo BancaStato hanno consentito ai ticinesi di poter contare su una banca capace di affrontare dal punto di vista finanziario e operativo anche importanti imprevisti come quello del Coronavirus” ha commentato Fabrizio Cieslakiewicz, Presidente della Direzione generale di BancaStato.

Anche l’avv. Marco Tini, Presidente della Direzione generale di Axion Swiss Bank SA, sottolinea come “il primo semestre sia stato oggettivamente positivo se considerato il suo particolarissimo contesto di mercato”.

“Stesso lavoro? Stesso stipendio”

A giugno 2020 BancaStato ha ufficialmente ricevuto il certificato “Equal Salary”. Rilasciato dall’omonima Fondazione, “Equal Salary” attesta che in BancaStato uomini e donne percepiscono la stessa remunerazione a parità di ruolo e competenze. Il certificato è stato conferito al termine delle analisi compiute dagli esperti di PricewaterhouseCoopers SA.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved