Supsi Network
01.01.2020 - 18:070
Aggiornamento : 02.01.2020 - 14:15

Mobilità universitaria, un'esperienza tutta da vivere

Focus sul fenomeno della mobilità universitaria. Cosa significa, perché è consigliata e tanto altro. Ecco il video-testimonianza degli studenti SUPSI

Con l’inizio del 2020 riprende la collaborazione tra Liberatv e la Scuola Universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). Una collaborazione che in questo primo appuntamento odierno approfondisce il fenomeno della mobilità universitaria (vedi video a corredo dell'articolo).

Mobilità universitaria: un’esperienza tutta da vivere

Un viaggio è sempre un’esperienza arricchente, indipendentemente dalla meta: confrontarsi con realtà diverse è fonte di crescita e di nuovi stimoli. Ed è proprio per questa ragione che la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) incentiva la mobilità di studenti e collaboratori che hanno la possibilità di svolgere un periodo oltre Gottardo o al di fuori dei confini nazionali, in Europa e nel mondo.

Mobilità per studio e pratica - soprattutto grazie al programma Swiss-European Mobility Programme - stage in cooperazione, workshop o stage post-diploma: le opportunità a disposizione sono molteplici, anche nel caso del corpo accademico che, grazie a questi scambi, può contribuire in maniera significativa allo sviluppo del proprio ateneo, cogliendo spunti per apportare elementi di qualità negli ambiti della formazione, della ricerca e della gestione dei processi.

Ma la SUPSI non è solo un punto di partenza: accoglie infatti regolarmente studenti e accademici che scelgono di approdare alle nostre latitudini, interessati all’offerta formativa e, più in generale, al contesto in cui è attiva la Scuola universitaria ticinese.

Le parole e le emozioni dei partecipanti sono senza dubbio il miglior modo per descrivere quanto la mobilità universitaria rappresenti un’esperienza importante dal punto di vista professionale, di crescita personale e, non da ultimo, linguistico. Testimonianze che saranno raccontate, a partire dal prossimo mese di gennaio e per tutto il 2020, in prima persona da studenti e collaboratori. Interviste scritte e video per meglio comprendere ed incentivare il fenomeno della mobilità universitaria: un’esperienza tutta da vivere!

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved