Cronaca
26.01.2020 - 18:380

Coronavirus cinese, primi due casi sospetti in Svizzera: "Nessun rischio per gli altri pazienti"

Confermando i sospetti, il Triemli di Zurigo ammette che "due persone si trovano in quarantena con segni d'infezione dopo un soggiorno in Cina"

ZURIGO – Il nuovo e misterioso coronavirus che sta preoccupando la Cina e l’Europa potrebbe essere arrivato anche in Svizzera. Dopo i casi di infezione registrati in Francia, Austria e Scozia, il virus – riporta 20 Minuten – potrebbe essere arrivato in Svizzera e precisamente a Zurigo.

Stando al portale, sarebbero due le persone in cura all’ospedale Triemli di Zurigo. Confermando i sospetti, il nosocomio zurighese ammette che due persone “mostrano segni d’infezione dopo un soggiorno in Cina. I due pazienti sono attualmente in quarantena”.

L’ospedale ha tuttavia chiarito che “non esistono rischi per gli altri pazienti e per i nostri dipendenti”.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved