Cronaca
14.02.2020 - 10:570

Invece che darle assistenza medica, la fanno morire in una cella. La terribile storia di una madre 43enne negli USA

Damaris Rodriguez soffriva di bipolarismo, il marito ha chiamato la Polizia per avere aiuto medico. È stata arrestata senza aver commesso alcun reato. ATTENZIONE IMMAGINI FORTI

DES MOINES - È morta in carcere senza aver commesso alcun reato. Ha sofferto per 106 ore, denudandosi, contorcendosi, vomitando e chiamando aiuto senza che nessuno la soccorresse. 

La terribile storia arriva dagli Stati Uniti e riguarda una 43enne con problemi di bipolarismo.
Il marito della donna, madre di cinque figli, ha chiamato la Polizia perché la moglie era aggressiva (uno dei tratti della malattia) e voleva l’aiuto di un medico. Ma invece che darle assistenza, l’hanno arrestata e messa in una cella. 

Negli USA, devono essere accusati di un crimine o rilasciati entro 72 ore dal loro arresto. Rodriguez ha trascorso un totale di 106 ore dietro le sbarre e non è mai stata accusata di un crimine o portata davanti a un giudice. Perché non aveva fatto nulla, nella sua vita non era mai stata arrestata: aveva solo bisogno di assistenza medica.

L’avvocato di famiglia pubblica le tremende immagini della donna che si è denudata, ha strisciato sul pavimento prima di vomitare e chiedere aiuto. 

Dopo 106 lunghissime ore, è morta. E ora i parenti chiedono giustizia.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved