Cronaca
28.06.2020 - 14:200
Aggiornamento : 15:32

HotellerieSuisse Ticino condanna l'annuncio per una receptionist a 1'500 euro

“L’associazione di Categoria desidera rammentare a tutti gli Operatori del settore che la stipulazione di un salario netto non è contemplata dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Il salario va sempre indicato lordo, le deduzioni che seguono"

BELLINZONA – Dopo l’annuncio pubblicato questa mattina, dove un albergatore di Ascona offriva 1'500 euro di salario, con vitto e alloggio già dedotti (persino la lavanderia!), si è scatenata una polemica. L’uomo ha dapprima smentito, spalleggiato da altri operatori turistici che credevano si trattasse di un annuncio fake, poi si è scoperto che in realtà lo aveva pubblicato su un sito italiano.

Ed è puro esploso, dicendo che lo si stava lapidando e che a nessuno svizzero interessava il lavoro.

HotellerieSuisse Ticino desidera ha voluto posizione in merito all’annuncio di impiego. “L’associazione di Categoria desidera rammentare a tutti gli Operatori del settore che la stipulazione di un salario netto non è contemplata dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Il salario va sempre indicato lordo, le deduzioni che seguono, previste dalla legge, vanno dedotte unicamente in seguito sul contratto di lavoro, in sede di assunzione”, spiega.

“HotellerieSuisse Ticino auspica il rispetto scrupoloso dei regolamenti e delle leggi che favoriscono i buoni rapporti tra Collaboratori e Datori di Lavoro e si adopera regolarmente in tal senso, organizzando formazioni mirate con la collaborazione di Istituzioni quali il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro”, termina.

News e approfondimenti Ticino
© 2020 , All rights reserved