ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
28.01.2021 - 10:410

Schianto del Ju 52, chiusa l'inchiesta: la ricostruzione dell'incidente che provocò la morte di 20 persone in VIDEO

Il SISI ricostruisce la dinamica: "Diversi fattori hanno causato lo schianto. Condotta altamente rischiosa da parte dei piloti"

FLIMS – Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) ha pubblicato il rapporto finale sullo schianto del Ju 52 occorso il 4 agosto 2018 presso Flims (GR). Il SISI conclude nel suo rapporto che una moltitudine di fattori diversi ha concorso allo svilupparsi dell’incidente. Per il miglioramento della sicurezza dei voli, il SISI indirizza otto raccomandazioni di sicurezza all’autorità di sorveglianza e sette avvisi di sicurezza alle imprese coinvolte. Con questa inchiesta non vengono espressamente chiarite domande inerenti colpa e responsabilità.

Il 4 agosto 2018 un aereo di linea storico del tipo Junkers Ju 52, noto come „Tante Ju“, operato da Ju-Air è rimasto coinvolto in un incidente nei pressi di Flims (GR). Tutte le 20 persone a bordo dell’aereo persero la vita. Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) ha svolto le indagini sull’incidente per individuarne le cause e le ragioni più profonde. Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla Sicurezza (SISI) ha pubblicato in data 28 Gennaio 2021 il rapporto finale su questo incidente. Il SISI giunge alla conclusione che le azioni dei piloti hanno portato all’incidente. Inoltre, anche manchevolezze dell’operatore Ju-Air e processi all’interno dell’autorità di sorveglianza, l’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC), hanno contribuito all’insorgere di un incidente di questo tipo.

Condotta del volo altamente rischiosa quale causa diretta dell‘incidente

Quale causa diretta dell’incidente, il SISI indica una condotta altamente rischiosa del volo da parte dei piloti: i piloti hanno condotto il velivolo a bassa quota, senza possibilità di una rotta alternativa e con una velocità pericolosamente bassa per queste condizioni all’interno della valle sudoccidentale del Piz Segnas. In questa valle l’aereo ha attraversato turbolenze come sono sempre attendibili vicino al suolo nelle montagne. Questa condotta del volo altamente rischiosa ha comportato la perdita di controllo non 2/3 recuperabile del velivolo a causa della mancanza di spazio, a seguito di queste turbolenze non insolite. Quale conseguenza, l’aereo è precipitato in modo praticamente verticale al suolo.

Ragioni più profonde hanno favorito l’insorgere dell’incidente

Il SISI tra le altre cose ha stabilito nel suo rapporto i seguenti fattori che hanno favorito l’insorgere dell’incidente:

• Il centro di gravità del velivolo, durante il volo in oggetto, si trovava troppo indietro. Questa situazione pericolosa si è manifestata a causa di una carente pianificazione del volo e di errori nel software di Ju-Air.

• I piloti del volo in oggetto, come pure un certo numero di altri piloti di Ju-Air, si erano abituati a non seguire le regole in vigore per garantire operazioni di volo sicure presso Ju-Air, assumendo grandi rischi anche nei voli con passeggeri.

• Ju-Air in qualità di operatore aereo non riconobbe i principali rischi legati alla propria operazione di volo. Non impedì nemmeno le numerose infrazioni ai regolamenti dei propri piloti.

• Diverse prerogative che dovrebbero garantire un elevato grado di sicurezza nei voli commerciali con passeggeri non erano da tempo adempiute.

• L’attività di sorveglianza dell’UFAC non ha potuto riconoscere molteplici problemi di sicurezza presso Ju-Air, rispettivamente si è dimostrata poco efficace.

Ulteriori rischi determinati e raccomandazioni di sicurezza pronunciate

Al di la di questi fattori, il SISI ha individuato ulteriori rischi che però non hanno avuto un influsso sull’incidente. In particolare, l’aereo coinvolto nell’incidente si trovava in uno stato tecnico non conforme. Per migliorare la sicurezza nell’aviazione, il SISI ha pronunciato nel suo rapporto otto raccomandazioni di sicurezza come pure sette avvisi di sicurezza.

Le raccomandazioni di sicurezza sono indirizzate all’UFAC in qualità di autorità di sorveglianza competente e dovranno promuovere una efficace sorveglianza operativa e tecnica. Mediante gli avvisi di sicurezza il SISI si rivolge all’operatore aereo Ju-Air come pure alle relative imprese di manutenzione aeronautica coinvolte. Essi dovranno servire per il miglioramento della gestione operativa e un approccio orientato alla sicurezza nel trattare i rischi. 

News e approfondimenti Ticino
© 2021 , All rights reserved