© Ti-Press / Samuel Golay
ULTIME NOTIZIE News
Politica e Potere
03.09.2018 - 08:200
Aggiornamento: 09:08

Ticino Laico, la contraerea di Gabriele Gendotti contro il PPD: "Posizione arrogante e povera di contenuti"

L'ex ministro risponde per le rime agli azzurri e aggiunge: "Anch'io sono molto preoccupato per l'invasione dell'islamismo"

BELLINZONA - “Una presa di posizione arrogante e povera di contenuti”. Gabriele Gendotti entra in campo con il suo solito piglio nella polemica che vede contrapposti i promotori dell’iniziativa Ticino Laico, tra i quali proprio l’ex Consigliere di Stato, e il PPD.

L’ex ministro, in un articolo pubblicato sulla Regione, replica per le rime al partito che, quando sedeva in Governo, era insieme alla Lega il suo avversario preferito nella contesa politica.

“Argomenti seri - esordisce Gendotti nel suo pezzo - non dovrebbero mancare a chi non perde occasione per professarsi di ispirazione cristiana (quella di papa Francesco o quella “fascisteggiante” e disumana del super cattolico Salvini?). (…) Il PPD invece se l’è presa con chi ha promosso l’iniziativa come se l’uso di uno strumento fondamentale della nostra democrazia, quello dell’iniziativa popolare, fosse ad appannaggio esclusivo di chi pretende di avere contatti diretti con uno dei tanti creatori del mondo e dell’umanità che ogni comunità religiosa considera l’unico ed esclusivo onnipotente con in tasca, ma ognuno a modo suo, la verità assoluta”.

L’ex ministro afferma che la modifica costituzionale promossa dall’iniziativa vuole innanzitutto “promuovere una sana discussione sulla necessità di garantire equità e parità di trattamento fra le cittadine e i cittadini con credenze religiose diverse, ivi compresi i molti che hanno il privilegio o il torto di non credere”.

Gendotti, infine, respinge la critica principale che si è levata contro i promotori di Ticino Laico: quella di creare uno spazio a vantaggio dell’Islam, attraverso la cancellazione dei riferimenti al cristianesimo nella Costituzione cantonale. 

“Personalmente - scrive l’esponente radicale sul quotidiano bellinzonese - sono molto preoccupato per l’invasione ad esempio dell’islamismo, con ingerenze e tentativi di imporre modelli di espressioni religiose violente e contraddistinte dall’odio contro i così detti miscredenti, fra cui chi crede in un altro dio. Ma proprio per questo sono convinto che la sola risposta può venire da uno Stato, fondato sul primato assoluto del diritto, veramente laico che non ammette ingerenze fondate sulle credenze, qualunque esse siano. Sarà l’antidoto più efficace nei confronti di pretese future di parità di trattamento e di riconoscimenti vari anche di queste altre religioni che costituiranno la premessa per nefaste ingerenze nel nostro modo di vivere”. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
laico
ppd
iniziativa
ticino
gendotti
ministro
posizione
contenuti
ex ministro
gabriele
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved