TiPress/Luca Crivelli
Politica e Potere
16.01.2019 - 08:360

Lugano, Bertini rottama il PVP: "Un errore anticipare misure dissuasive per gli automobilisti senza creare alternative valide"

Il vicesindaco di Lugano, Michele Bertini, traccia un’analisi spietata del Piano di viabilità del polo. E sul caro posteggi dice...

LUGANO – PVP, così non va. Il vicesindaco di Lugano, Michele Bertini, traccia un’analisi spietata del Piano di viabilità del polo: ha raggiunto l’obiettivo di sfavorire l’accesso al centro in auto ma non ha creato alternative valide. “Ciò che non funziona è l’accessibilità al centro città – ha detto a LaRegione -, sia per il trasporto privato sia per i mezzi pubblici malgrado i potenziamenti degli ultimi anni”.

 

Secondo Bertini, finchè non ci sarà la vera rivoluzione che arriverà solo con la rete tram-treno (quindi non prima di una decina di anni), dobbiamo trovare soluzioni a corto termine.

 

“L’attuale piano viario scoraggia potenziali avventori e clienti di negozi ed esercizi pubblici a raggiungere il centro e logora gli automobilisti. È stato un errore, oggi sotto gli occhi di tutti, anticipare misure dissuasive nei confronti del trasporto privato, sfavorendo la mobilità degli automobilisti, prima di vere soluzioni di trasporto pubblico alternative e funzionanti”.

 

Stesso discorso per le tariffe dei posteggi: "Chi lascia l’auto tutto il giorno in autosilo, è giusto che paghi, ma chi parcheggia la sera o solo per fare gli acquisti non deve essere penalizzato troppo. Oggi dobbiamo facilitare l’accesso in centro. Noi vogliamo un centro vivo, lo dobbiamo a tutte le attività economiche presenti in città e a tutti i cittadini”.

 

 

1 anno fa PVP, Galeazzi: "Ancora perdite di tempo? Con due semafori e tre aperture di corsia si potrebbe risolvere tutto e in fretta"
1 anno fa PVP, Nacaroglu scrive a Borradori: "Se ha davvero le idee in chiaro, potrebbe illustrarcele?"
1 anno fa PVP, Borradori: "Non concordo con Ambrosetti. Immagino il centro di Lugano pedonalizzato (lungolago compreso)"
1 anno fa Jelmini: "Entro la fine della legislatura una soluzione per il PVP. E poi decideranno i luganesi (come accadde con la Foce)"
Tags
bertini
lugano
centro
automobilisti
alternative
pvp
errore
alternative valide
anticipare misure dissuasive
misure dissuasive
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved