Politica e Potere
11.03.2019 - 15:450

Strilla il cartellone: "Padroni a casa nostra: se no, son cassis vostri...”

Fa discutere una campagna pubblicitaria apparsa per le vie del Cantone. Chi si cela dietro lo slogan?

 MASSAGNO - Il cartellone non porta loghi di partito o indicazioni sul numero di lista da votare. Ma lo slogan “Padroni in casa nostra”, così come i colori che richiamano la bandiera del Ticino, sono tra i grandi classici del bagaglio propagandistico di Lega e UDC.

A far discutere, però, non è tanto la parola d’ordine quanto il sotto testo che l’accompagna: “se no, son cassis vostri”. Un gioco di parole che chiama in causa il Consigliere Federale PLR Ignazio Cassis, inserendolo nel più comune tra i volgari modi dire.

Il cartellone ritratto nella foto campeggia in via Selva a Massagno. L’ha fotografato un lettore di Liberatv che lo ha poi inviato alla nostra redazione. Resta da capire chi si celi effettivamente dietro la campagna...

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
cartellone
cassis
casa
padroni
son cassis
News e approfondimenti Ticino
© 2019 , All rights reserved