ULTIME NOTIZIE News
Salute e Sanità
02.10.2022 - 15:150

Via libera a un nuovo farmaco per la SLA finanziato con la challenge dell'Ice Bucket

La Food and Drug Administration ha approvato Relyvrio, che potrebbe rallentare la progressione della malattia. La sfida virale lanciata nel 2014 ha fatto aumentare del 187% le donazioni e ASL Associuation

NEW YORK - Un secchio di ghiaccio in testa mentre ci si filma. Era il 2014 quando i social, segnatamente Facebook e Vine, erano invasi dai video della sfida Ice Bucket andata virale. Che cosa resta, dopo quasi dieci anni? Una importante mano data alla ricerca per combattere la SLA.

Infatti non é noto a tutti che la sfida fu lanciata in realtà dalla ALS Association con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo alla sclerosi laterale amiotrofica e stimolare le donazioni per la ricerca scientifica. O probabilmente, lo si sapeva però il lato goliardico aveva ben presto preso il sopravvento. A chi partecipava ed anche chi decideva di non farlo per non versarsi il ghiaccio addosso veniva chiesto di destinare qualche soldo alla ricerca.

A quasi un decennio di distanza, la challenge ha aumentato del 187% i fondi ricevuti da ASL. Con quei soldi molte persone affette dalla SLA nel mondo hanno accesso a maggiori servizi e la ricerca ha fatto passi avanti.

E adesso si festeggia una vittoria: la Food and Drug Administration ha approvato un farmaco che dovrebbe aiutare a rallentare la progressione della malattia. Si tratta del Relyvrio, finanziato coi soldi derivanti da Ice Bucket.

A lanciare la challenge fu Pete Frates, deceduto a 34 anni nel 2019.

Potrebbe interessarti anche
Tags
bucket
ice
ice bucket
sla
challenge
finanziato
farmaco
sfida
donazioni
food
News e approfondimenti Ticino
© 2022 , All rights reserved